Nonsolomamma

dilemmi coronavirali

mesi fa elastigirl e i due hobbit piccoli avevano deciso di andare a bruxelles a trovare la zia matta. avevano scelto  questo weekend perché mister i contemporaneamente sarebbe partito per dieci giorni per lavoro negli stati uniti. un’organizzazione perfetta per  tutti, anche per lo hobbit grande che aveva già piani grandiosi per celebrare la solitudine.
poi è arrivato il coronavirus.
e dopo alcune elucubrazioni lei ha scelto di non partire più. perché se contenimento deve essere, tanto vale contenere. e a milano non è poi così difficile conoscere l’amico dell’amico dell’amico che è risultato positivo al virus. pertanto del doman non v’è certezza e diventa concreto il rischio di restare bloccati in quarantena in un altrove meno ospitale di casa propria, per giunta con un figlio minorenne che gozzoviglia indisturbato a centinaia di chilometri di distanza.
“io invece devo proprio andare” ha detto mister i che preparava da mesi questa trasferta di convegni, conferenze e incontri americani.
“ok”
“e se trump  a un certo punto blocca i voli?”
“è una possibilità”
“e se mi trovano con la febbre e mi mettono in quarantena?”
“tu saresti solo felice di essere chiuso da solo in una stanza con il computer  e i tuoi paper marxisti”
“in effetti… e se invece tu dovessi essere costretta alla quarantena?”
“sarebbe più complicato. anche perché  non potrei certo chiedere aiuto a mia mamma, con il rischio che si prenda il coronavirus lei…”
“però cancellare tutto a questo punto è un casino…”
“allora vai. bisogna essere ottimisti. non so però se i tuoi colleghi americani saranno così felici di incontrarti, essendo tu di milano”
“meh, piano con le paróle! i’ so’ di bari, sia chiaro”
“allora parti”.
stamattina, mentre lei era alla radio e gli hobbit dormivano a casa senza scuola, lui guidava una macchinina del car sharing alla volta dell’aeroporto.
alla fine della trasmissione, lei lo ha chiamato per salutarlo.
“buon viaggio, mister i”
“se mi dici di non partire non  parto”
“non sono io a doverti dire cosa fare. devi prenderti la responsabilità di decidere da solo”
“va bene”.
quando lei è arrivata a casa, mister i la stava aspettando al portone. aveva cambiato idea.
gli americani lo hanno ringraziato, elastigirl ha scoperto che la compagnia aerea dà la possibilità di rinviare il viaggio a bruxelles gratuitamente.
sono tutti sollevati. tutti tranne lo hobbit grande.

8 risposte a "dilemmi coronavirali"

  1. Povero hobbit grande, già in vacanza, sabotato dal virus! Allora buon week end a 5! Anche qui in Emilia si rimandano gite e si dà fondo alla creatività casalinga😅

  2. Pensa allo hobbit grande a casa da solo per settimane… mentre tutti voi siete bloccati in quarantena…..ci si potrebbegirare un film…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.