Nonsolomamma

man cave

la casa del signor gilbert presa in affitto dall’elastifamiglia nella città di A in francia per il mese di luglio è piuttosto grande e confortevole, fatta eccezione per due divani comodissimi ma infrequentabili per il loro odore canino. la cucina è allegra e piena di piatti decorati, le stanze da letto sono tre al primo piano. il letto di mister i ed elastigirl, che poi in realtà è di gilbert e di sua moglie ewa che ora stanno in polonia, si alza e si abbassa come quelli degli ospedali e ha anche un grande specchio a lato perché evidentemente gilbert ed ewa conoscono le cose della vita e saggiamente ne approfittano.
c’è anche un bel giardino corredato di una sdraio, un lettino e due tavoli per mangiare fuori.
persino il garage, inglobato nella villetta come nelle case americane, è un bel posto.
c’è soltanto una stanza un po’ più sacrificata rispetto alle altre: lo studio o camera degli ospiti, che dir si voglia. è una camera buia, stretta, lunga e un po’ triste, al piano terreno, occupata da un divano letto di pelle anni ’70, una scrivania in formica, una stampante, una poltrona sempre in pelle, degli scaffali per lo più vuoti e una lavagnetta con la password del wi fi. è perfetta per un ospite di passaggio e per compilare una dichiarazione dei redditi o riordinare le bollette. tuttavia, tra i vari spazi a disposizione, non è il primo che qualsiasi persona normale sceglierebbe per il suo tempo diurno.
appunto. normale. quella stanza è, dal primo giorno, il posto preferito di mister i e della sua anima trappista. malgrado ci siano moltissimi angoli più gradevoli dove stare, lui ha scelto quello. lì lavora dalla mattina alla sera, lì si dedica al videogioco di guerre stellari, lì si allena, schiacciando il tappetino tra il divano letto e la sedia di pelle, lì guarda le sierie tv e lì si riposa.
“perché non ti metti fuori? si sta benissimo”
“no. mi piace qui. è frugale al punto giusto”
“al tavolo in sala avresti molta più luce. per non parlare della veranda”
“sto benissimo. questo è il mio posto”
“come perferisci. ma almeno allenati di là. qui manca l’aria”
“no! questa è la mia man cave e la amo”.
sarà difficile sabato, quando torneranno in italia, convincere mister i che la man cave, o caverna del maschio che dir si voglia, dovrà lasciarla qui.

3 pensieri riguardo “man cave

  1. In quel di Bari e dintorni,nell’universa Apulia felix,dippiu’,nell’arcifelix nostrano Meridione,esistono,anzi,resistono al Tempo e sue calamità,agli uomini e loro credenze,numerosi/e caverne/grotte/antri, altrimenti detti ‘eremi’ che da sempre attraggono donne e uomini,comunemente ritenuti stravaganti,e molto altro.
    Di fronte a Polignano,c’è uno scoglio…impossibile per un barese non saperne ‘vita,morte e miracoli’ e considerate le avvisaglie,una qualche ‘nostalgia’,
    seppur inconsapevole,chissà!

  2. Avevo indovinato che fosse ideale per mister i😆 io invece finisco sempre per fare tutto nel soggiorno delle varie case in cui ho abitato, al limite in cucina. Escludendo camerette personali, ben illuminate e arredate, utilizzabili anche come studio, la caverna mi piace solo per dormire!

  3. Elasti, ho due cani in casa che dormono su uno dei miei divani e ti assicuro che, né i cani né il divano puzzano (ovviamente vengono lavati/puliti spesso); in compenso ti danno tanto affetto che molte persone non sanno nemmeno cosa sia.Trovo assai più puzzolenti gli individui che in prima mattina, sui mezzi pubblici e per strada emanano odori nauseabondi…forse i divani in questione sono frequentati, più che dai cani, dalla suddetta tipologia di persone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.