Nonsolomamma

ma tu ce l’hai il figlio preferito?

driiin

"pronto, elasti?"

"sì, sono io"

"sono la voce della coscienza, disturbo?"

sono al centro della redazione, i mercati stanno crollando, il direttore del fondo monetario ha detto che la crisi finanziaria ci costerà 1.300 miliardi di dollari, la collega A si sta bruciando i capelli con un accendino e la collega C è in preda al panico perché dice che sua figlia, in questo mondo in declino, non troverà mai lavoro e vivrà in una smart con tutta la famiglia. fai un po’ tu.
"no, non mi disturbi affatto. dimmi"

"una madre su sei dice di avere un figlio preferito. e tu, ce l’hai il figlio preferito?"

"il figlio preferito? ma che scemenza stai dicendo?"

"tu hai due figli, no? ce l’ha il preferito?"

ho un nano grande che ha i capelli come un casco di banane e gli occhi blu, talmente blu che mister incredible è convinto che sia figlio di olaf, l’idraulico norvegese. in lui riconosco le mie fragilità e la mia impazienza. riconosco l’indecisione e l’amore per il caos intorno. riconosco quell’ansia bruciante  di essere accettato e quell’insicurezza che attorciglia la pancia. di lui ammiro la generosità e l’amore per il prossimo, la cialtroneria, lo spirito gaudente, la risata grassa e sfrenata. lui mi somiglia ma ha spalle più larghe delle mie e occhi blu, che nella vita servono sempre.
e poi ho un nano piccolo, con gli occhi grandi e tondi che sa esattamente cosa vuole. che ti guarda di sghembo e se gli piaci ti dà la mano e ti dice che hai dei bei capelli, anche se di capelli non ne hai. che non ha bisogno dell’approvazione di nessuno perché lui cammina da solo e non perde mai la strada. ho un nano piccolo che canta le canzoni di caparezza ballando sul tappeto ad occhi chiusi. in lui riconosco mister incredible. riconosco la sua testardaggine, la determinazione e la diffidenza, riconosco lo sguardo torvo e l’acutezza.
di lui ammiro l’indipendenza e la solidità.
il grande mi è affine, il piccolo assomiglia all’uomo che ho scelto.
qual è il preferito?
è una domanda difficile e crudele che non si dovrebbe fare a nessuno.

"ho da fare, scusa, il dow jones perde il 3 per cento e a me manca l’aria in questo open space soffocante"

"vigliacca"

click.

108 pensieri riguardo “ma tu ce l’hai il figlio preferito?

  1. Noi discepoli ci ricordiamo che in un post quando eri in Giappone dicevi che ti mancava di piu’ il piccolo…siamo convinti che come esseri umani e’ legittimo avere preferenze , tutti le hanno e’ impossibile scappare…ma come tutti i lati traballanti di una personalita’ anche le preferenze vacillano presto e possono cambiare ogni giorno….porsi domande e’ piu’ che logico, non saresti la madre di un leader .

    I discepoli attenti….

  2. per il commento 100:
    credo che tutte le mamme in procinto di diventare plurimamme lo pensino(me compresa) ma per fortuna non è (quasi) mai così.anzi:ti stupirai di te stessa e delle infinitepossibilità dell’affetto materno!
    roberta

  3. Da bambina non mi è mai venuta in mente manco l’idea che i miei potessero avere un preferito…adesso che ho un figlio e penso di fare il secondo, faccio quasi fatica a pensare che proverò lo stesso amore per un altro esserino, perchè adesso mi sembra che l’amore che provo per mio figlio sia unico… ma so di altre mamme che il cuore si “allarga” con l’arrivo di altri figli. *Saskia*

  4. questo post è di una bellezza…
    uno somiglia a me l’altro all’uomo che ho scelto..
    bellissimo, spero di poterlo dire anch’io un giorno.
    complimenti pe ril tuo blog,
    federica 83

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.