Nonsolomamma

il signor sciacquone

“non correre. ricomincia da ‘la afferrò'””ok… ‘la afferrò per…’. aspetta, scusami. qualcuno sta gridando di là””prego””rieccomi. li ho minacciati: se urlano ancora li caccio tutti fuori””non puoi: c’è il lockdown””ah già. va be’, vado? vado: ‘la afferrò per un braccio e la spinse dentro una stanza. Richiuse in fretta la p..’ sta passando il camion…… Continue reading il signor sciacquone

Nonsolomamma

sollievo

ha vissuto negli ultimi mesi come quei bambini che stanno a casa a suonare il pianoforte mentre i loro amici giocano a calcio in cortile. “esci?” “eh, no, grazie, non posso” “ci vediamo?” “sarebbe bello ma non riesco” “pranziamo insieme?! “eh vabbè, magari…” “un caffè?” “nemmeno”. perché non è capace di fare altrimenti. non sa…… Continue reading sollievo

Nonsolomamma

siena

aveva i capelli a panettone e un paio di occhiali enormi e rotondi, inguardabili se non fosse stato per lo sguardo pazzo che c’era dietro. viveva in un appartamento spoglio e  gelido, condiviso con altri tre studenti. all’ingresso c’era un telefono con la rotella e il contascatti, al cui lato c’era un bloc notes su…… Continue reading siena

Nonsolomamma

scricchiolii

“come so geografia? e storia? dopo gli assiri ci sono i babilonesi. sono difficili i babilonesi?” “e se mi interroga in inglese?” “non trovo il quaderno” “ci sei domani? e dopodomani? e sabato? e domenica?” “ma esattamente questo pomeriggio a che ora esci? e a che ora torni? ho bisogno di avere gli orari precisi”…… Continue reading scricchiolii