Nonsolomamma

auguri e figlie femmine

qualche tempo fa, mentre stava pedalando tra le polveri sottili, elastigirl sentì vibrare il telefonino nella tasca. era un sms. lei si fermò e lo lesse.
diceva così:
elasti, sono artù. vorrei chiederti la mano di tua madre. grazie.
per poco non cadde rovinosamente dalla bici ferma.
poiché non era affatto uno scherzo anche se gli somigliava molto, elastigirl decise di concedere la mano materna e stamane nonna J e artù si sono sposati.
con il bouquet ma senza gli anelli, con la cravatta ma senza il vestito lungo, con la voce che tremava un po’ ma non troppo, con i figli e i nipoti e nessun altro.
nonna J, maestra di somatizzazione, prima di dire sì aveva l’eczema, l’herpes, la pressione alta. subito dopo le è passato tutto.
artù aveva lo sguardo liquido, una innaturale fissità nel sorriso e lo stupore candido di un patriarca fresco di investitura.
lo hobbit grande era il fotografo ufficiale ma si è ammutinato alla seconda sbilenca inquadratura.
lo hobbit piccolo non ha capito che il riso andava lanciato dopo la cerimonia e, come pollicino, ha disperso i chicchi lungo il suo cammino, ben prima di raggiungere la sala dei matrimoni.
mister incredible era a londra con janet, la sua slavata moglie inglese. ai bigami, è noto, le feste nuziali mettono ansia.
elastigirl eccezionalmente non era vestita da orfanella, a insindacabile giudizio di nonna J, ed era la testimone della sposa. sarebbe scoppiata in singhiozzi se si fosse concentrata un po’ sulla surreale solennità del suo ruolo, ma non avendo ancora sperimentato gli effetti sugli hobbit di una madre in lacrime, ha preferito non rischiare.
il consigliere comunale che ha celebrato lo storico evento probabilmente aveva assunto sostanze psicotrope o forse è stato stritolato dall’infernale macchina matrimoniale.
"vi darò ora lettura – ha solennemente dichiarato – dell’articolo 147 del codice civile, per me il più importante:
il matrimonio impone ad ambedue i coniugi l’obbligo di mantenere, istruire ed educare la prole tenendo conto delle capacità, dell’inclinazione naturale e delle aspirazioni dei figli". poi ha guardato gli sposi, che insieme hanno circa 140 anni, con  paterna e incoraggiante bonarietà.

102 risposte a "auguri e figlie femmine"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.