Nonsolomamma

facciamo finta

facciamo finta di svegliarci senza sveglia, senza un assalto hobbit tra le lenzuola, senza un ritardo accumulato ancora prima del via.
facciamo finta di svegliarci insieme, uno accanto all’altra, in silenzio, rispettosi della reciproca pigrizia.
facciamo finta di avere il tempo per ciondolare e il lusso di avere dimenticato di comprare il latte, senza che questo sfoci in tragedia.
facciamo finta di passare mezz’ora sotto la doccia e dieci minuti a spalmarsi di crema idratante, dovunque, persino dietro le ginocchia.
facciamo finta di arrivare in redazione senza avere l’impressione di avere già affrontato i 400 metri a ostacoli, il lancio del giavellotto e il salto con l’asta, tutti insieme nei precedenti 45 minuti.
facciamo finta che la giornata sia lieve, e il ritorno a casa lo sia ancor di più.
facciamo finta di fermarci a comprare un vestitino in saldo e anche il pane ma il latte no, perché domani si fa la colazione al bar.
facciamo finta di tornare a casa e ritrovare lui, il barese della tua vita, che ha già avviato le orecchiette con le cime di rapa e ti accoglie sorridendo mentre legge a mathematical note on marxian theorems perché anche nella finzione alcune perversioni restano tali.
facciamo finta di avere abbastanza energie persino per un dopocena.
facciamo finta di vedere un bellissimo film, gran torino per esempio, e di ritrovarci attorcigliati sul divano a singhiozzare sui titoli di coda, vergognandoci un po’, perché anche dopo 15 anni insieme la commozione è un fatto troppo intimo da condividere.
facciamo finta di tornare indietro, almeno qualche giorno all’anno, a quando eravamo liberi e srotolavamo il tempo davanti a noi come un tappeto, di cui non vedevamo la fine.

quello che qualcuno un giorno chiamò l’outsourcing estivo degli hobbit è veramente una grande invenzione.

44 pensieri riguardo “facciamo finta

  1. 15 anni… aria di anniversari o sbaglio?

    No mi sa che sbaglio, solo che adesso non ho tempo di andare a leggere i post del luglio dell’anno scorso.
    Me lo passi un buon anniversario a caso?
    Se poi non è un anniversario… be’ fate finta di non aver letto questo commento.

    Ciao
    ^_^

  2. …bimbi in italia con i nonni, per la prima volta in 12 anni da soli nella propria casa senza regole limiti ansie da “incastro”..eh si la metafora del tappeto rende l’idea. perfettamente.

  3. pensa che fra poco saranno tre e che per un po’ l’outsourcing non sara’ proprio scontato .
    baci baci
    – avvocato preferito –

  4. Una settimana al mare con me e la seconda con la nonna… anche noi tra una decina di giorni avremo una settimana di outsourcing estivo! Spero di essere altrettanto bravi!
    WOW!

  5. Cara Elasti,
    nel mio piccolo, ho vissuto la stessa esperienza stamattina per mezz’ora…che meraviglia. il piccolo ha voluto dormire dalla nonna e la grande (7 anni) è uscita col papà alle 8 meno venti per raggiungere il centro estivo. alle 8 e mezza leggo il tuo post, ho fatto la doccia e colazione davanti al telegiornale (vietato quando i sono loro!)…
    ma, come dici tu, facciamo finta…

    baci

    I.

  6. io a volte cerco di tramutare in realtà questa finzione, dove è il mondo che gira intorno a me e non devo essere io a rincorrerlo.
    lo faccio altrimenti impazzisco in tutta questa frenesia quotidiana!

  7. invidia! invidia!
    ma di quella salutare eh! mica quella cattiva….
    pensa che io mio cucciolo non ha nonni da cui restare , quindi al più presto , appena avrà l’età ragionevole (in cui potrà capire che non lo stiamo abbandonando con sconosciuti!) si farà qualche soggiorno estivo, anche a costo di pagarlo oro!! Io e il mio compagno ci ritroveremo sul divano attorcigliati forse tra 7/8 anni……goditi tutto!!! besos

  8. Ma che invidia!!!!! A volte penso che se io e il legittimo consorte prima o poi risucissimo a trovarci in una situazione così passeremmo le prime 24 ora a girarci intorno con cirrcospezione perchè ormai quando siamo senza nani quasi quasi non ci riconosciamo più…sigh!
    mammaditre

  9. io ho fatto l’outsourcing anche della moglie, per 10 giorni… e pensavo che mi sarebbe piaciuto da subito;
    invece il letto vuoto, lei che parla nel momento meno opportuno del mio relax quasi quasi non mi addormentavo nemmeno! E – diversamente da elasti – mi sento un po’ meno libero
    ciao

  10. Anche noi approfittiamo dei nonni… e la cosa non è niente male!! quest’anno poi ne ho proprio bisogno… e non voglio fare finta… me la voglio godere per davvero!!!!!!
    Elena

  11. fare finta di… come un gioco, a volte lo faccio anche io. Però non ho nonni con spirito di iniziativa. Anzi. La nonna che ci é venuta a trovare al mare credeva fosse una vacanza tutta per lei. Si alzava alle undici, scompaginando tutti i buoni propositi per cominciare presto la giornata di mare, e dormiva e faceva i suoi momenti di relax in continuazione. Addio a due giorni di dormite e riposo, sono stati due giorni senza sosta.
    Goditeli questi nonni esemplari. E questi spazi di silenzio!

  12. Facciamo anche finta che qualcuno, lassù nei monti quasi al confine con i puzzasottoalnaso (puzza la loro, di solito), sta “covando” un bell’esaurimento nervoso ?
    😀 😀 😀

  13. Ah lo srotolamento del tempo che bella metafa!
    Detto ciò, fa finta è bello ma concretizzare è meglio. Vacanzina hobbit io dico! Che poi se ariva ar tre e se ne riparla tra un bel po’…

  14. cara elasti, come ti capisco..i nonni sono una risorsa unica in questo mondo veloce e prepotente..la mia tremendina è in campagna nel chiantishire con la super nonna L. ed io ho riscoperto le apericene e due chiacchiere leggere con adulti pensanti. Sei una grande scrittrice…

  15. Voglio anch’io dei nonni per l’outsorcing, uffa!
    Invece mi ritrovo con il marito all’estero, a lavorare come sempre, con i pargoli senza tempo pieno e troppo piccoli per mandarli in qualche soggiorno estivo.

    è vero che ogni due mesi viene la nonna a casa nostra per qualche giorno, ma non è la stessa cosa, perchè certe cose non le puoi fare in presenza di minori e… maggiori!

    Goditela, elasti!
    Carol

  16. che bello condivido anche io l’outsourcing settimanale dovuto a una serie incredibile di coincidenze astrali, una undicenne vaga a fare windowshopping in friuli con una ziacugina disponibile (ziacugina rara categoria meno impegnativa della zia pura…), un settenne fa i compiti a Pinarella di cervia assieme a 4 cugini maschi di età variabile, e io e il friulano della mia vita siamo riusciti ieri a passare una serata intellettuale a sentire musica antica in un chiostro, stasera riusciremo a cenare con antichi amici, domani andremo in piazza a vedere un enorme film di sergio leone e giovedì altra cena da cara amica
    di giorno lavoro pazzo e sudatissimo in libreria con condizionatore rotto, ma va bene lo stesso
    un grande abbraccio

    Nico

    un abbraccio bolognese

  17. io rido e faccio ridere anche voi. nell’unica settimana di outsourcing che abbiamo vinto io e mio marito il mese scorso… avevamo entrambi la varicella!! grazie, nano grande, per averci fatto pensare a te anche quando non eri vicino a noi!
    i.

  18. ARTU’

    Qui al castello nonna J. ed io artù siamo felici di avere i bambini a tempo pieno, e di sapere che voi due, almeno sotto questo aspetto siete in vacanza, mentre noi due siamo sempre in vacanza tranne in questi giorni.
    Voi potete giocare al “mettiamo che”
    mentre noi due non mettiamo un bel niente ma giochiamo, nutriamo, laviamo, mettiamo a nanna, reprimiamo linguaggi da portuali dal forte bicipite, che mai verrebbero detti tra le mura di casa o a spasso con uno o più genitori. Tuttavia, visto che i nonni diretti o putativi, non hanno alcuna responsabilità sull’educazione dei nipoti, ci divertiamo ad ascoltarli e ridiamo a crepapanza correggendo certe dizioni non del tutto precise e facendo ripetere più volte il termine esatto.
    Forse tu elastigirl+barese dotto non sarete felici di ciò, ma intanto noi due si, e poi la libertà non è sempre gratuita, mai.

    cari saluti

    artù

  19. Bello, bello, bello, quando in famiglia c’è questo aiuto/divertimento fra le varie generazioni, sia quando gli hobbit sono nel castello di Artù, sia quando sono dai supernonni baresi! 😉
    Bellissimo anche per sposi, giovani (o meno) quando finalmente hanno la casa libera, come un “Ps” di Luna di miele! 🙂
    Una che sta a metà, fra la mamma e la nonna e, per il momento, non vede l’ora di avere la casa libera dal “Hobbit-cresciuto” e non del tutto invasa dal “Hobbit-neonato”, che nascerà in autunno! 😉
    Ciao, R

  20. … certo che come le dici tu le cose… (sono cose che viviamo tutti, più o meno… ma tu hai veramente il dono di SAPERLE SCRIVERE in maniera eccellente e renderle speciali) grazie di condividere con noi la tua quotidianità…
    Elena

  21. Ciao! Qui a Bologna il clima è terrificante, ergo abbiamo deciso (il papà con un certa sicurezza, io con un po’ di tentennamenti) di spin-offare, dopo una settimana di mare con la sottoscritta, per un paio di settimane il nostro Franceschino di 9 mesi ai nonni, per par condicio una settimana per uno (poi ad agosto noi 3 si va in Svezia). Farò bene? Il fatto è che qui a Bologna non ci si sta e senz’altro i rilievi dell’Italia centrale offrono un clima più mite..ma ho dei dubbi, gli mancherà la sua mamma? ovviamente nei finesettimana andremo a trovarlo!

    Eleonora

  22. Bellissimo il post..specie la metafora dello srotolamento del tappeto..
    sei unica!
    Disint-hobbitzatevi
    e godetevi il meritatissimo riposo!

    Anto ^_^

  23. sperando che chi ve ne gestisce due oggi… domani acconsenta a gestirvene tre, considerati gli eventi 😛

  24. Grande l’outsourcing, come si dice in gergo aziendale, mi piace.
    Pure io oggi sono in ferie, causa centrifughe e cambiamenti intensi da gestire.
    Pure io oggi ho in outsourcing il piccolo.
    Peccato che ho una diecenne che é in outsourcing da me.
    E che non si cheta un minuto.
    E che adesso è lì fuori sul terrazzo che mi chiede fra quanto ho finito al pc che così si va fuori in bicicletta.
    Via, però un pò c’ha ragione: c’é il sole, tira un venticello fresco e fino alle 19:30 siamo senza il pestifero.
    Magari possiamo FARE FINTA di andare a vedere le scarpe in saldo al negozio in fondo alla strada.
    Usciamo và 😀

  25. Grande l’outsourcing, come si dice in gergo aziendale, mi piace.
    Pure io oggi sono in ferie, causa centrifughe e cambiamenti intensi da gestire.
    Pure io oggi ho in outsourcing il piccolo.
    Peccato che ho una diecenne che é in outsourcing da me.
    E che non si cheta un minuto.
    E che adesso è lì fuori sul terrazzo che mi chiede fra quanto ho finito al pc che così si va fuori in bicicletta.
    Via, però un pò c’ha ragione: c’é il sole, tira un venticello fresco e fino alle 19:30 siamo senza il pestifero.
    Magari possiamo FARE FINTA di andare a vedere le scarpe in saldo al negozio in fondo alla strada.
    Usciamo và 😀

  26. come vi invidio !!Io posso solo far finta di avere un piccolo hobbit (non ne ho e purtroppo non ci saranno )coccolando il mio gattone !godeteveli anche per tutte noi non mamme,auguri elasti per il piccoletto in arrivo e buonanotte da lagazzaladra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.