Nonsolomamma

verso il mare

ieri mister brown, il papà di mister incredible, ha compiuto gli anni.
tradizione vuole che tale evento sia celebrato con una grande festa nella wisteria del salento, che lo zio con l’orecchino al naso suoni la chitarra, che la zia matta balli scalza la pizzica, che gli amici fricchettoni dei nonni cantino canzoni popolari, di lotta e dei ruggenti anni ’60, che super W, la nonna, cucini il polpettone e accenda le candeline sulla torta e che mister brown offra a tutti vino e spumante in abbondanza per poi ritirarsi in un angolo con la sua barba bianca e gli occhi lucidi.
da qualche anno l’incontrollabile variabile hobbit si inserisce in un copione collaudato con effetti talvolta destabilizzanti.
ieri sera, mentre gli ospiti tessevano le lodi del polpettone, che, è vero, non è proprio una pietanza estiva, ma, grazie alla ritualità di super W, rappresenta uno dei punti fermi dell’estate salentina, come la notte della taranta e le frise con i pomodori, gli hobbit si sono chiusi in camera.
"ho scritto una canzone per questa bella festa", ha annunciato lo hobbit grande, ricomparendo armato di chitarra e di fratello.
nel patio è calato il silenzio, mister brown, per precauzione, ha tirato fuori un fazzoletto, lo hobbit si è appollaiato su una sedia, tenendo lo strumento al contrario. e ha iniziato a strimpellare, a caso. e a cantare la canzone appena composta, mentre il piccolo, ad occhi chiusi, teneva il tempo ai suoi piedi:
verso il mare
ci sono sempre le tue labbra
verso il mare
ci sono sempre i tuoi occhi blu
verso il mare
c’è sempre la tua nave che naviga con me
verso il mare
ci sono sempre le tue palpebre che navigano con me
verso il mare
c’è sempre il tuo ricordo
verso il mare
c’è sempre un movimento che si muove dentro me
verso il mare
ci sono sempre le tue urla spaventose dentro me
verso il mare
un giorno il capitano della nave
stava per buttarmi giù
ma le tue labbra mi han salvato
verso il mare
oh yes
di nuovo silenzio.
applausi e sconcerto.
"questa canzone è per la mia fidanzata", ha spiegato a chi gli chiedeva se l’opera avesse qualche attinenza con il genetliaco di mister brown.
"ba be’, ba be’. ma quando si cominza a ballale?", ha chiesto lo hobbit piccolo.

28 pensieri riguardo “verso il mare

  1. Hahahha..come sempre l’hobbit piccolo mi fa morire!!…e l’hobbit grande è promosso già a futuro mogol…
    Un bacio da chi darebbe tutto di ritornare nella terra della pizzica, delle pittule e della taranta!

  2. ma come per la fidanzata??
    Ero arrivata in fondo alla POESIA che non riuscivo piu’ a leggere, con gli occhi zuppi..
    Meno male che c’e’ stato il piccolo hobbit a farmi ridere!
    😉
    HappyGaia

  3. accidenti che pezzo!!!
    complimentoni all’hobbit grande

    però mi ha fatto un po’ invidia anche il polpettone, da troppo tempo qui è impossibile cucinare cose decenti, troppa afa ad ogni ora

    Nico da Bologna

  4. Ascolta, ma come si può fare per ottenere i biglietti di cotante performans??? una riffa? un’estrazione che poi vengono anche i ciarter esteri?

    Insomma, io lo farei un ciarter per venire da voi. :-)))

    /graz

  5. Devo dire che il contesto dei festeggiamenti del patriarca (auguri 🙂 !) mi ricorda decisamente Ferie d’agosto di Virzì 😀 !

    La canzone invece pensavo fosse per la mamma, visto il testo 🙂 !
    Al passaggio sulle urla in particolare 😀 😀 😀 !

  6. prenoto il Grande hobbit, per una serata musicale, da scegliere a piacere alla pro-loco più attiva dell’appennino tosco-emiliano (la mia). non è gradito l’abito scuro è benvenuto l’hobbit piccolo che aprirà le danze.(senza indugio)
    me li mandi?

  7. Inchino.
    Ma davvero ha cantato
    verso il mare
    ci sono sempre le tue palpebre che navigano con me
    ?
    Elasti ma tu fai venire i complessi alle giovini (e meno giovini) mamme!!

    Mimì

  8. Ecco un poeta!! davvero quoto il commento di mimì…. i nostri bambini sembrano tutti così normali rispetto a questi hobbit geniali e precoci! …. chissà il terzo che meraviglia sarà!

  9. Ma che hobbit adorabili che hai!Se è tutta farina del suo sacco diventerà un poeta!E’ bravissimo! Baci da Mina e i suoi tre cuccioli!

  10. anche i miuei figli quando erano piccoli componevano canzoni. Una di quelle del grande la cantiamo ancora adesso in estate. Si intitola “Mosche e zanzare” e ha pure le rime…
    Antonella

  11. e il tuo hobbit è riuscit oa comporre il tormentone estivo di maggior valor pregio artistico in soli 5 minuti 🙂

    magnolia

  12. ahahahhaha!!! se fossi stata lì, il cmpleanno di mister brown sarebbe stato interrotto per portarmi all’ospedale in preda a una crisi di risa irrefrenabili…
    Elasti!!! chissà come sarà il terzo hobbit!!! comico come i primi due!!!!

  13. No scusa… sono scoppiata a ridere al computer… nell’irreale silenzio di uno studio semivuoto il venerdì pomeriggio di fine luglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.