Nonsolomamma

scusa, dov’è il mio posto?

elastigirl, sempre dotata del suo meraviglioso part time verticale al 50%, stamane è rientrata in redazione, dopo il trasloco degli uffici, avvenuto cinque settimane or sono, e dopo un'assenza durata circa sette settimane.
circondata da colleghi perfettamente inseriti e integrati nel nuovo ambiente lavorativo, lei, disorientata e disadattata:
1. ha chiesto a un passante, scambiato per un collega del customer support, dove fosse la porta di ingresso
2. si è aggirata tra tavoli e computer con aria noncurante per una buona mezz'ora, con la scusa dei saluti, alla ricerca del suo nuovo posto
3. ha scoperto che il suo computer ha subito ingenti danni durante il trasloco ("anche al mio gatto era successo lo stesso", le ha detto il collega del technical support)
4. nell'attesa del ripristino degli strumenti di lavoro, ha cercato spasmodicamente l'agendina con le password e ha trovato in uno scatolone un quaderno con gli appunti di un'assemblea dell'abi, associazione bancaria italiana, risalente al secolo scorso. la commozione ha stemperato il panico da perdita delle password
5. per evitare di dare nell'occhio con domande che richiamassero l'attenzione sulla lunghezza dell'elasti-assenza ("dove avete messo la cancelleria?" "dov'è il bagno?"), ha frugato in un cassetto pieno di carta igienica alla ricerca di una penna e un bloc notes e ha trattenuto la pipì per circa cinque ore
6. ha potuto apprezzare, dopo anni di divisione rigida tra maschi e femmine, il brivido di un bagno unisex, come se già non bastasse la condivisione forzata casalinga
7. ha pranzato con la collega C in un fichissimo caffè letterario-teatrale, dove i buoni pasto mensili durano tre o quattro giorni al massimo, ma quando non ci si vede da troppo tempo e bisogna condividere i segreti dell'estate, si può anche fare finta di essere vere signore.

66 pensieri riguardo “scusa, dov’è il mio posto?

  1. Io Elasti la conosco. So che si fa il mazzo, lei e il marito. Lo so di prima mano. Organizzarci per vederci quando sono stati qui in Massachusetts è stato difficilissimo perché o lavoravano o dovevano rendere conto di se stessi a qualche professore da cui dipendeva la visiting professorship di Mr. Incredible. Il giorno che ci siamo riusciti, comunque è stato solo mezza giornata perché la mattina la Elasti "in intervallo fra le ferie" ha scritto come una matta per inseguire una scadenza.
    Elasti non parla di soldi perché i soldi le bastano (senza fare cazzate); e forse anche perché reputa molto giustamente che siano squisitamente fatti suoi, o per meglio dire, fra i fatti suoi, quelli che meno possono interessare i suoi lettori. Quindi, levatevi dalla testa l'idea di chissà che benestanza e della possibilità di non lavorare, QUELLA è una fantasia – malata, peraltro.
    Se ora si potesse parlare d'altro… Che di problemi e di soldi ce ne dobbiamo occupare tutta la giornata, non si sente certo il bisogno di doversene occupare anche qui.

  2. Pure io conosco la delilibus, anche se meno bene del bostoniano, ma mi pare che abbia ragione.
    Comunque

    Qui la delillibus e mr. i che parlano di soldi

    Qui il coro del lillosoviet 'nonsolomarx' che espone la corretta posizione ideologica

  3. Che noia tutti questi commenti che fanno le pulci a Elasti, e la sua amica per difenderla, racconta pure i cavoli suoi a tutto il mondo.
    Personalmente, penso che il blog di Elasti non apporti più tante novità. Sarà perchè ormai siamo al terzo figlio, sarà perché ormai i blog di mamme sono inflazionati o forse perchè, come tutte le cose, dopo un po' ci si annoia a leggere cose dello stesso genere (ci sia annoia anche dei nuovi libri degli scrittori preferiti)  ma queso riguarda me. Poi vedo che invece ci sono tate neomamme che cominciano ora ad affaciarsi a questa nuova vita e trovano bello ed silarante il rispecchiamento (come è stato per me). E questa è la cosa bella dei blog e della tecnologia.

    Buon lavoro a tutte

    Julia

  4. Baci Eli, e’ sempre un piacere ritrovarti.
    Buona ripresa. Sono una che ti legge sempre, ma non scrive mai. Ogni tanto pero’ un saluto voglio fartelo.

  5. "dov'è il mio posto?" si chiede Elasti.. e la risposta (con il suo consueto brio, che attira qui la maggior parte di noi) ce l'ha data

    ..io avrei un paio di idee per aiutare il 26, e tutti quelli che gli sono andati dietro, a trovare il loro, di posto (no, la risposta non è "a fare il concorso per diventare funzionario dell'Agenzia delle Entrate"…)

    ff

  6. P.s:
    Elasti, non era una critica, io penso da tempo che tu sia pronta per la scrittura a tutto tondo. Sono certa che il blog sarà solo un fantastico inizio

    Julia

  7. Ma la commentatrice julia ė un po’ disattenta? Oppure intende qualcosa di criptico non comprensibile ai mortali? Si ricorda, solo en passant che Elasti ha scritto due libri due, a tutto tondo o a quadrato, vedi tu cara julia.

  8. #38
    non avrei saputo scrivere meglio…brava!
    se questi denigratori dei professori entrassero nelle scuole! 
    poi…come mai non fanno gli insegnanti? come mai non entrano nel magico mondo, se è così facile e vantaggioso!

    Chiara

  9. # 59: tranquilla, lo so bene che ha scritto due libri. Intendevo dire cimentarsi anche in generi diversi…. ed era un complimento, non un messaggio criptico!
    buona giornata

    Julia

  10. Cavoli cosa mi son persa!
    La partita commenti acidi vs avvocati difensori.
    Risultato: un botto di commenti.
    Della serie: non tutto il male vien per nuocere….
    Chicca

  11. Uhahah ben arrivata finalmente nel gruppo di quelli a cui il pacchetto di ticket restaurant dura si e no una settimana (bella la location ma che si magna??)

    Noi abbiamo la mini cucina…è che bisognerebbe essere così organizzati da portarsi il cibo da casa che implica avere il tempo per prepare qualcosa per una famiglia di 4 + te in ufficio…cosa che mi riesce pochino pochino.

    Se vieni a pranzo con me ti prometto che non spendi …più di 2 ticket, giuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.