Nonsolomamma

smettila di mugolare

a letto. prima di dormire.
“mmmmh”
“eddai! smettila di mugolare”
“è che sono così innamorato, ma così innamorato…”
“se non ci dici come si chiama, non vale e sei solo un impostore”
“non ve lo dirò mai! nemmeno morto”
“va bene, non dircelo. secondo me è carlotta”
“ho detto che non lo dico e non lo dirò”
“secondo me è vittorio. ah ah ah!”
“va bene, bravo hai indovinato. la mia fidanzata è proprio vittorio. adesso però parliamo di altro”
“…”
“…”
“aaah! come la amo!”
“mi viene da vomitare”
“ma almeno lei lo sa?”
“cosa?”
“che siete fidanzati. ve lo siete detti?”
“no. certe cose mica si dicono. si fanno e basta”
“certo. e tu come sai che anche lei è interessata a te?”
“semplice: mi sbava dietro”
“che schifo. mi fate schifo tu e la tua fidanzata sbavosa”
“ho detto che mi sbava dietro. mica addosso. sei il solito scemo”
“ora basta ragazzi, dormite. buonanotte”
“mmmmhhh, come sono innamorato..”
“mamma, ti avverto: io questo qui non lo sopporto proprio”.

48 thoughts on “smettila di mugolare

  1. Ricordo un articolo su D in cui elasti lamentava di non aver sortito i risultati sperati narrando ai figli una fiaba sui pinguini tesa a spiegare loro l’omosessualità. Dati i commenti dello hobbit di mezzo, invece, pare che i bambini abbiano familiarizzato abbastanza con il concetto!

      1. ciao elasti mi passi la fiaba dei pinguini? ho gravi problemi coi miei nipotonzoli, che pero’ a dire il vero sono un po’ grandini (12, 14, 16 anni) ed alquanto intolleranti :-O
        (altre fiabe o racconti sull’argomento, adatti all’eta’, sono graditi)

  2. Da papà di una seienne anche lei alle prese con i primi batticuore leggo interessato cosa succede “dall’altra parte della barricata” (a casa dei maschietti) 🙂

  3. Che dolci che sono i ragazzi!
    Elasti mi fai sempre desiderare una famiglia come la tua (beh almeno come quella che racconti) nel mio futuro! Mi riempi sempre di tenerezza.

  4. Quando ho chiesto alla mia Pallina se aveva il morosino, mi ha detto, serissima, di essere fidanzata con Amir. Quando le ho chiesto “Ma cosa vuol dire fidanzata?” mi ha risposto: “Quando lui vuole stare sempre con me”.
    Guarda e impara, mamma!

  5. buffo, proprio ieri sera tappolino (prossimo ai 3 anni) mi ha detto: “Mamma, Sofia mi dice sempre amore mio!”
    ho pensato: peccato che tuo padre, il part-timer, non ci sia, sarebbe cresciuto cinque centimetri!
    aggiunta: “Io e lei andiamo a danza insieme”
    chiosa: no, più basso di come è ora no, poi non mi posso più metter i tacchi.

  6. Che carino lo hobbit grande…..
    🙂
    a me già mi si attorciglia lo stomaco quando la grande (3 anni) mi dice che il suo amico dell’asilo le fa il solletico quando salgono le scale per andare a pranzo!!! giù le maniiiii!
    Immagino tu, mamma dei maschi…..
    🙂

  7. Concordo con un commento precedente…il grande è un romanticone il medio uno sciupafemmine!!! Che tenerezza!!! Adesso attendiamo di scoprire come sarà il piccolo!

    1. le dita no, ma può infilarci qualcosa tenedolo in mano e, se questo oggetto è un conduttore, prendersi una scossa (nel migliore dei casi)
      Meglio coprirle le prese!

  8. Fantasticiiiii. Il mio cucciolo 21mesenne invece ha da sempre un debole per le femminucce…. i maschi proprio non li sopporta. Se vede una bimba, rimane imbambolato…. col rivolo di bava alla bocca. Ahahah

  9. Oggi mia figlia di tre anni mentre tornava da scuola si è fermata davanti ad un cartellone in muta ma sbavante osservazione : sponsorizzava i corsi in piscina, in primo piano due nuotatori in costume…. E quando ne avrá 15?????? :))))

    1. Brava, che con i cuccioli la prudenza non è mai troppa… Io da piccola ero tremenda (anche mia sorella piccola), mia madre mi ha raccontato cose da brivido: a due anni ho ficcato l’uncinetto da ricamo di mia nonna nella presa (non ci sono restata secca solo per la prontezza di riflessi di mio padre, che mi ha “staccato” dal circuito letteralmente calciandomi via, grazie a Dio indossava le scarpe antinfortunistiche ed era appena rientrato dal lavoro), a quattro mi sono chiusa tre dita nella porta di casa procurandomi delle belle microfratture, a sei, rincorrendo mia sorella nella sala da pranzo, ho inciampato ed ho rotto con la testa (rimanendo illesa, senza nemmeno un graffio) la vetrina del “servizio buono” e pure un paio di piatti. Mia sorella invece sui 4 anni o giù di lì ha bevuto una bella sorsata di ammorbidente, un’altra volta si è chiusa a chiave nel bagno e poi non sapeva più riaprire e mio padre (santo subito) ha dovuto passare facendo l’uomo ragno dal balcone della cucina alla finestra (esterna al detto balcone) del bagno, il tutto al quinto piano… L’elenco è lungo, a tutt’oggi mi sento un po’ in colpacon mia madre per la mia gianburrascosità pregressa!
      Temevo che, per la legge del contrappasso, avrei avuto a mia volta una bella gatta da pelare, invece la mia bimba è stata un vero angelo da piccola, ed un’adolescente tranquilla ora. Sarà perché non ha ereditatoi capelli rossi miei e di mia sorella? 😀

  10. Il commento 114 del post precedente sarà la traccia del discorso (o lo infilerai nelle interviste) che farai, vero ? O meglio: se rappresenti solo te stessa probabilmente no, ma se con te dovvessimo esserci tutte noi sì. In questo modo dicendo “noi” includo anche le donne che non possono permettersi nemmeno il desiderio di diventare mamme….Le mamme che sanno conciliare tutto non sono eroine, sono semplicemente costrette cucirsi addosso mille ruoli. .E che fatica.

  11. oggi ti ho vista sulla 7 sei il mio mito! sei bravissima ma la prossima volta ti devono far parlare di più! con tutto quello che hai da dire! sei una persona vera e poi una che sopporta un barese (come me) è troppo fort! ti saluto e ti abbraccio
    Ale

  12. Solo 2 giorni fa, la mia figlia piccola appena uscita dalla palestra mi ha bloccata in un cantuccio e mi ha detto sottovoce, guardandosi in giro: “Daniele mi ha sussurrato all’orecchio, durante l’allenamento, che mi ama. Ma ti rendi conto? Sono stupita! Cosa faccio?” E’ da quando vai all’asilo che a lui tu vai a genio, cara la mia bimba e ora che ti ha ritrovata a basket dopo 4 anni che frequentate scuole diverse non si è lasciato scappare l’occasione. “E tu cosa gli hai risposto?” “l’ho solo guardato con gli occhi sgranati e ho pensato: che cosa mi sta succedendo?” e ora piccola mia non dire non vado più a basket perchè mi imbarazza incontrarlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...