Nonsolomamma

di galline, di trucchi e di sorellanze

elastigirl è andata a roma in giornata per partecipare a un nuovo programma della tv in cui una creatura meravigliosa che si chiama chef victoire intervista un ospite e crea un menu apposta per lui o, come in questo caso, lei.
è arrivata con il treno, stravolta dalla sveglia alle 420, ancor prima di cominciare la sua giornata romana. un baldo giovane taciturno l’attendeva alla stazione con una balda macchina di rappresentanza.
“prima della tv dobbiamo andare a prendere una gallina” ha dichiarato laconico, senza fornire ulteriori spiegazioni. lei aveva sonno, un pallore di morte e le occhiaie e ha preferito non porsi domande.
la gallina per fortuna stava dentro un sacchetto, già morta. e questa era già una buona notizia.
la tv non era una tv come uno se l’immagina ma un appartamento privato allestito da tv, pieno di gente e telecamere e luci ma anche libri e sedie e tavoli e le cose che si trovano in una casa abitata da esseri umani.
“e il trucco e il parrucco?” ha domandato elastigirl consapevole del proprio pallore di morte e dei suoi capelli a carciofo.
“non è previsto. ma troveremo una soluzione”
e in questo abisso di stanchezza e pallore e interrogativi esistenziali, si è materializzata lei. “ci penso io. sono l’avvocato” ha detto sicura.
“ma io non ho bisogno di un avvocato, per quanto possa sempre fare comodo. io ho bisogno di qualcuno che dia alla mia faccia devastata una parvenza di sano vigore e ai miei capelli un garbo televisionabile”
“nessun problema. però mancano i trucchi e la piastra”
è stato allora che la padrona di casa ha detto: “quelli ve li do io. tra l’altro, sono avvocato anch’io”.
così in tre si sono chiuse in bagno e in una mezz’ora di complicità femminile cosmica si sono raccontate le rispettive vite e hanno trasformato elasti-derelitta in elasti-ospitetv. come nei film in cui la ragazzina con l’apparecchio si trasforma nella porno-segretaria. non proprio uguale in verità.
e poi è arrivata chef victoire che ha una storia incredibile, un talento raro, un’empatia commovente e un fascino ipnotico. e hanno riso, chiacchierato, mangiato. si sono abbracciate e scoperte. ed è stato bellissimo. un giorno si vedranno anche in tv ma quando ancora non si sa.

18 risposte a "di galline, di trucchi e di sorellanze"

  1. “La ragazzina con l’apparecchio si trasforma in porno segretaria”

    Sul serio? Oddio, scritto da una donna nell’era di #MeToo? Che similitudine!

      1. il film è bellissimo….con un grande (giovane) james spader e una grandissima maggie gyllenhaal…ma non direi che sia del filone bruttina trasformata …..(malesseri psicologici che si incontrano)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.