Nonsolomamma

maltempo, diolobenedica

cari genitori degli allievi under 7 e under 11,
per impraticabilità del campo a seguito del recente maltempo, il 29 novembre NON ci saranno gli allenamenti di rugby.
grazie
mamma-giovanna-la-responsabile

ci sono messaggi inutili, messaggi sgraditi, messaggi molesti, messaggi attesi, messaggi struggenti, messaggi di lavoro, messaggi folgoranti, messaggi decisivi e messaggi d’amore.
e poi c’è questo.
un messaggio che ti esenta dal trascorrere due ore al bordo di un campo fangoso a contemplare una dozzina di nani terrosi, armati di palla ovale e paradenti, che si schiantano urlando ora al suolo ora gli uni contro gli altri. un messaggio che ti evita 120 interminabili minuti di congelamento in cui ti chiedi perché ti sei infilato in questo tunnel del rugby, perché hai avuto un figlio maschio, perché mai gli hai proposto di fare questo sport estremo che sarà pure tanto educativo e civile ma qui fa un freddo cane e tu rischi la polmonite mentre 12 stronzetti si rotolano in queste pozze immonde.
un messaggio così ti riconcilia con la vita, con l’ondata di freddo gelido che si è abbattuta sulla tua già inospitale città, con i figli maschi, con il sabato pomeriggio e con te stesso.
ecco perché elastigirl, ieri, è stata tentata di mandare un mazzo di fiori a mamma-giovanna-la-responsabile per esprimerle gratitudine e devozione, almeno fino a sabato prossimo.

43 pensieri riguardo “maltempo, diolobenedica

  1. Mi ti immagino seduta sul gradino avvolta in uno sciarpone di 10 metri a battere i piedi per terra e contemporaneamente i denti, salutare l’hobbit con fare meccanico per un principio di congelamento.
    Potresti chiedere ogni tanto a mamma giovanna di mandarti uno di quei sms eheheheeh se l’hobbit lo venisse a scoprire povera a te:):)

  2. uguccione di Bard

    sono stato a lungo lontano dal tuo blog, ma ho dei grattacapi che mi tolgono la voglia di scrivere; ma seguo quanto viene detto.
    Visto che Artù è stato pregato di soprassedere un po’ dall’intervenire, dirò poche cose io.

    Napoleone diceva che i suoi migliori generali erano quelli fortunati. Un poeta dise “quando il cul la ragion contrasta, vince il cul, la ragion non basta”.

    elastigirl, oggi col rugby non so bene se hai avuto torto o ragione o nulla di tutto ciò, ma hai avuto culo !!!!!!!!

    Ciao

    uguccione

  3. come quando l’insegnante di danza di mia nipote prese il morbillo e per ben 2 giovedi di seguito evitai di scassarmi i maroni osservando queste troiette scalmanate vestite di rosa…

  4. matto81: gli altri genitori se ne vanno al bar. noi dobbiamo restare lì, insieme ad altri due o tre papà e mamme fortunati che, come noi, hanno hobbit che li vogliono sempre a meno di 5 metri di distanza

  5. Guarda, volevo dirti una cosa.
    Se proprio non vuoi andare a vedere il nano che si rotola nel fango con i suoi amichetti, ti propongo uno scambio: un sabato pomeriggio come quello che si sta attualmente prendendo gioco di me (v. http://www.ohlife.splinder.com) in cambio del tuo. Lo faccio volentieri, davvero.
    Silvia So

  6. Oggi è stato umidissimo partecipare alla manifestazione no-gelmini.
    Ma ci siamo divertiti tanto come i bambini che hanno partecipato. E i loro coraggiosi genitori.
    Noi eravamo a Roma. Ma anche a Milano c’erano inumiditi genitori, insegnanti e bambini che chiedevano: Non rubateci il futuro.

    itinera

  7. ARTU’

    Cara elastigirl,
    questo non è e non vuole essere un intervento nel tuo blog sia invasivo che non invasivo. E’ solo una descrizione di come sto. cosa vedo fuori dal bowindow e del caminetto acceso.
    A domanda rispondo:

    -Sto bene, la polenta e coniglio di ieri è stata smaltita, anche le salsicce non danno più vita di sè e tampoco un secchio di fonduta (veramente egregia) per una decina di persone. Sono le 7 foglie di insalata che mi sono restate sullo stomaco. Il tutto innaffiato con vini della Vallée ormai diventati molto buoni, e se ve lo dico io potete crederci.

    -Fuori della finestra non vedo nulla, solo un protoplasma grigio, pronubo di una giornata sciocca e noiosa. Il mio cane “blasco” ha tentato con determinazione di scacciarmi dal letto per entrare lui, ed essendo che sono 40 chili di bestia ho avuto del bello e del buono a respingerlo.
    Allora seccato è andato a fare accendere il camino – in altra circostanza vi racconterò come fa – e si è messo al calduccio.

    Oggi per fortuna il camino non produce fumi all’interno, e fa proprio bene, visto che fuori fa freddo e che devo aprire le finestre per purificare l’aria.

    Ora mi aspetta il barbaiolo che deve accorciarmi la barba, visto che oggi mi annoierò parecchio. D’altra parte nonna J è a Milano con te, tu e la tua famiglia siete con lei sempre a Milano, i miei figli sono a sciare con anche mio nipote. IN SOMMA IO SONO UN POVERO VECCHIO SOLO, A CUI NESSUNO VUOL BENE, ecco come mi sento oggi. Poi salirò a cavallo per andare a prendere le gazzette e se non mi sperderò nelle nebbie mi rannicchio accanto al fuoco – non a fare la calza – a grattare la testa a blasco.

    Ecco se questo non è un intervento invasivo io sono un gatto da corsa; ma si sa, uno comincia con buone intenzioni poi penna lasciata in una canto prende da sola l’aire, e fa dei patatrac.

    Ciao elastigirl, dai un bacione agli hobbits, a mr. incredible e a nonna J da parte mia, e soprattutto riposati un po’

    artù

  8. che fatica i we con i nani… feste con animatori deficenti, spettacoli teatrali idioti, wall.e e kung fu panda invece dei tuoi film preferiti, alzatacce anche la domenica, nuoto, danza e quant’altro. ma noi non facevamo tutte queste cose e soprattutto non le infliggevamo ai nostri genitori…

  9. W il maltempo (solo invernale però!).
    Io, scioccata dai racconti di amici costretti a seguire interminabili partite la domenica mattina, ho convinto mio figlio a fare danza classica… se anche cambierà sponda, almeno per ora non mi costringe ad alzatacce domenicali…

    Per Artù: se non abitassi così lontano da Lei, verrei a tenerLe compagnia io! Oh il camino caldo, e, immagino, lunghe conversazioni intelligenti e colte!

    Un caro saluto
    Angela

  10. Benedetto per te, per qualcuno un po’ meno!! Venerdì quando ha cominciato a nevicare, avrei voluto spararmi…nel terrore di rimanere a scuola con i *barbari* per tutto il week-end!!! Per fortuna sono riuscita a tornare a casa, in compenso mi sono beccata un raffreddore da paura :(((
    Uff…come odio ‘sto tempo!!!
    Sono felice che la presentazione ad Ivrea sia andata bene…goditi il fine settimana e riposati (come ha scritto Artù!)…
    Un bacione
    La Prof

    Per ARTU’: sottoscrivo Angela…se abitassimo più vicini (anche se non ho ben compreso quanti km ci dividono), verrei a trovarLa, lieta di sentire raccontare storie d’altri tempi, ma anche presenti…perchè no?? La solitudine, talora, è una “brutta bestia”…e allora, quando si sente così, venga qui a scrivere…C’è sempre qualcuno (più di uno!) che ha voglia di leggerla e/o ascoltarla!! Buona domenica :))

  11. ARTU’

    carissime

    – Angela l’anonima
    – e sussurro di fata ben nota al colto pubblico e all’inclita guarnigione.

    I vostri interventi mi hanno aperto il cuore; potrei dire che sentirsi interessanti per delle persone fa volare l’anima, ma non lo dico; nonna J e quasi tutti i miei amici mi prenderebbero in giro fino alla consumazione dei secoli.
    Il percorso per venire al mio castello per un certo tratto è su strade normali e comode, poi si sperde in tratturi difficoltosi e la distanza diviene incommensurabile.
    Ma le vostre parole mi hanno dato conforto, che ho condiviso con blasco……lui però ha voluto due biscotti in soprannumero.

    Molti cari saluti

    artù

  12. Ciao Claudia, ciao a tutti.
    Che domenica malinconica. Mi rifarò la prossima settimana, tre giorni a Roma.
    Vorrei dire al n.4 che é stata un po’ volgare nel descrivere le fanciullette in fiore che danzano leggiadre….ma ognuno usa i termini che ha nel vocabolario personale.
    Laura

  13. dopo un anno nelle medesime condizioni, ma nel fantastico mondo del calcio con genitori molesti, ho convinto i miei due pargoli a darsi al mio adorato basket. Un consiglio: dotarsi di cuscino anti umido (tipo stadio) per salvare la schiena e le natiche! aloha

  14. E poi ci sono quei messaggi che arrivano quando già ti proiettavi in una domenica pomeriggio SPALMATA sul divano di casa… e invece c’è la giornata genitori-figli in oratorio… potrei mancare? Anche dopo che la catechista ti chiama 2 volte a casa per ricordarti di portare forbici, colla e pennarelli??? Dalle 10.30 del mattino alle 15.30 con pranzo al sacco… e la sala era gelida: abbiamo mangiato con le giacche e le sciarpe… i guanti no ma solo per una questione di igiene!!!
    E per scaldarmi un po’ mi sono messa a giocare a palla con i compagni di mio figlio!!!! 😉

  15. nunzò elasti nunzò.
    io ho negato ai due grandi (figlia e figlio) l’iscrizione alla scuola calcio perchè:
    – non mi piace il calcio
    – non mi piacciono i genitori isterici che vedo a bordo campo quando giocano i piccoli
    – non sono assolutamente disponibile a togliere fango e gestire borse di allenamento 4 volte la settimana (due per figlio che hanno età diverse)
    – non sono assolutamente disponibile a fare da autista e aspettare a bordo campo allenamento 4 volte la settimana gestendomi in qualche modo i due figli di turno non interessati all’allenamento
    – non sono assolutamente disponibile a fare i salti mortali nei fine settimana per le loro partite di calcio da incastrare con i compiti, il cazzeggio e lo stare in famiglia (che il padre lo vedono solo nel fine settimana)

    insomma io ho detto no.
    fanno nuoto una volta la settimana tutti e tre nello stesso orario.
    quando saranno più grandi liberissimi di andare e tornare e lavarsi via il fango da soli.

    sono una mamma mostro….felice 😉

    lasave

  16. Non c’e’ nulla di meglio di un campo completamente impraticabile, stupendamente zuppo d’acqua, splendidamente melmoso in cui tuffarsi alla ricerca di un pallone ovale, una scarpa, un braccio o un paradenti.
    Nel profondo nord est non esistono campi non praticabili.
    Per fortuna
    emilio krugman

  17. ti capisco, ricordo bene l’inizio di congelamento mentre aspettavo l’alieno rotolante nel fango misto a neve , rugbista pentito laggiù a pavia. comunque ringrazio anche quando piove e c’è un libeccio da non stare in piedi, così l’aliena salta atletica…
    mammadeglialieni

  18. per lasave:

    SEI UNA MAMMA MAGICAAAA!!!
    CONDIVIDOOOOOO!!!
    p.s. purtroppo ho la sacca melmosa 3 volte la settimana….ma sono con teeeee
    mammacri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.