Nonsolomamma

la giustifica

ieri mattina all’alba elastigirl ha accompagnato gli hobbit e mister incredible all’aeroporto dove hanno preso un aereo per bari.
i nani passeranno una settimana dai nonni, super W e mister brown, insieme alla zia matta, divinità hobbit.
elastigirl, dopo avere depositato il suo carico familiare a linate, si è interrogata, indecisa se lasciarsi cogliere da abbandonico sconforto o da incontenibile euforia.
sulla via di casa si è fermata nella sua pasticceria preferita, ha comprato tre brioche calde a scopo, ancora incerto, consolatorio o celebrativo.
arrivata a wisteria ha signorilmente ignorato i gormiti, i calzoncini, i pezzi di biscotto, la palla, i pigiami, il camion e la pozzanghera di succo di frutta gusto pesca che giacevano sul pavimento, e si è dedicata al lauto banchetto.
poi si è addormentata. per tre ore.
si è svegliata, ha telefonato a mister incredible per accertarsi che fossero giunti a destinazione sani e salvi e si è riaddormentata.
si è alzata, si è fatta una doccia, è andata a fare la spesa, sentendosi straordinariamente attiva e, per darsi un tono, ha affittato un film francese.
rientrata a casa, si è stesa sul divano a leggere il giornale.
si è riaddormentata.
si è svegliata, ha mangiato mezzo chilo di ciliegie, ha letto sei pagine del suo libro, su una famiglia con cinque figli e un orso, rigorosamente ambientato nel new england perché dopo le cinque settimane nella città di A, elastigirl è diventata monomaniacale nelle sue letture, e si è addormentata di nuovo.
si è svegliata, ha mangiato mezzo chilo di gelato e un pomodoro e ha guardato il film, troppo francese e troppo triste, per una donna nelle sue condizioni.
stremata, è andata a dormire.
stamane si è svegliata con calma, è andata a prendere mister incredible di ritorno da bari, lo ha accolto festosa e poi gli ha detto "scusa, ho bisogno di riposare un po’" e ha dormito per le successive cinque ore.
elastigirl ha dormito sempre, di un sonno senza sogni, sordo e incoercibile, insaziabile e vitale, come avrebbe voluto fare ogni giorno, negli ultimi mesi.
un sonno sfrenato è come un pozzo buio, dall’acqua torbida e tiepida. abbandonarcisi ha qualcosa di lascivo e peccaminoso, agli elasti-occhi.
ma lei, come si diceva alle elementari, ha la giustifica.
lei, come ha annunciato lo hobbit piccolo ai nonni, ha un flatellino o una flatellina nella panza.

303 risposte a "la giustifica"

  1. è la prima volta che scrivo, ma numero3 merita bene un commento: auguri, e complimenti, 3 è un numero bellissimo, è tondo tondo!
    valeria

  2. Ciao Elasti, probabilmente mi riterrai una squilibrata a commentare nel 2019 un post del 2009. Sto leggendo il tuo blog dall’inizio, perché ti ho scoperta solo da qualche mese, quindi leggo i post nuovi appena li pubblichi e quelli vecchi come se fossero un libro (anzi un e-libro). Ovviamente in questo modo mi ero già spoilerata la presenza di Sneddu nella vostra vita, ma ugualmente, arrivata alla fine di questo post, mi sono emozionata. Complimenti per il tuo blog e per il tuo inimitabile stile nella scrittura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.