Nonsolomamma

giorno uno

ore 1,00 mister incredible arriva da londra. cerca di entrare in silenzio ma non ci riesce.
ore 3,00 il microbbit si sveglia. tetta-latte e si riaddormenta.
ore 6,10 il microbbit si sveglia. e non si riaddormenta più.
ore 6,55 suona la sveglia. e quattro quinti dell’elasti-famiglia sono già svegli, alcuni loro malgrado.
ore 8,00 elastigirl prende in braccio il microbbit "ciao amore la mamma va a lavorare". lui si pulisce il moccio del naso sull’elasti giacca.
ore 8,05 elastigirl, la giacca smocciata, la bicicletta e lo hobbit grande vanno a scuola. lo hobbit grande si è dimenticato la cartella. si torna a casa a prenderla.
ore 9,05 elastigirl entra in redazione. baci, abbracci "ciao, colleghi, amici. che belli che siete. tutti adulti, tutti autonomi e indipendenti, addirittura toilet trained… vi amo e non me ne ero mai accorta".
ore 9,10 prima telefonata a bangalore per recupero password. elastigirl si è dimenticata a casa l’agendina con l’employee number. questo rende molto più difficile, praticamente impossibile, il lavoro del call center di bangalore. lei si scusa, spiega che è tornata dalla maternità, che è confusa ma contenta e che ama anche loro che stanno a bangalore perché questa è proprio una bella mattina e speriamo che anche lì ci sia il sole. "che tempo fa a bangalore?".
ore 9,15 affettuosità con la collega C e la collega P.
ore 9,20 seconda telefonata a bangalore perché il sistema è bloccato. lì è parzialmente nuvoloso, la massima è 30 gradi la minima 23. "elasti? non abbiamo nessuno che si chiama in questo modo. grazie"
ore 9,47 terza telefonata a bangalore. "ci sono gli asili nido a bangalore? e ce l’hanno l’inserimento i nidi di bangalore? quanto dura?".
ore 10,05 quarta telefonata a bangalore "tutto risolto, tutto riattivato, tutto ripristinato. addio" "così presto? peccato. adesso che cominciavamo a conoscerci…".
ore 11,00 si scatena il caos. la redazione è semi-vuota. elastigirl naufraga nel vortice lavorativo e scopre che qualcosa se lo ricorda ancora. ma non molto.
ore 12,00 ritiro spirituale in bagno con la collega Z. "ma tu lo sai che hanno mandato via un sacco di gente?" "dove?" "qui, nel marketing, nel customer care, a milano, a roma. tutti a casa. o a bangalore" "e noi?" "boh".
ore 12,40 "non sei uno straccio… pensavo di trovarti uno straccio" "be’, no. sono stata a casa con i bambini, non a lavorare nelle risaie" "sei anche di buon umore" "sì, sono contenta di essere tornata" "ne parliamo tra qualche settimana"
ore 13,21 "esci a pranzo?" "no. faccio l’orario ridotto per l’allattamento. non pranzo ma esco prima" "bella la vita…"
ore 14,40 "ciao"
elastigirl riprende la bicicletta, si ferma alla sua gelateria preferita. esagera con la panna montata e la cioccolata e la crema e un biscotto spiaccicato dentro. ma mica tutti i giorni è il giorno uno.
a casa ci sono mister incredible e il microbbit che da tre settimane sta facendo l’inserimento al nido e oggi è tornato a casa all’una e soltanto lunedì prossimo sarà abile e arruolato fino alle quattro.
ha appena imparato a gattonare e quando vede elastigirl lancia un urlo di incontenibile felicità e si precipita da lei e con lei si rotola sul pavimento della cucina come se non si vedessero da sette mesi invece che da sette ore.

65 pensieri riguardo “giorno uno

  1. commento 47: la frase sui licenziati non era affatto ironica e apre squarci inquietanti sul lavoro di tutti noi. quel 'boh' non voleva affatto essere spiritoso ma una nota di cupa incertezza sul futuro.

  2. Beh….mi viene voglia di rimanermene a casa, una volta partorito. Ma non so, forse è come scegliere fra il marcio e la muffa, si dice a Genova….bella la vita di mia madre, aveva mia nonna tutto il griono per 5 giorni la settimana a tenere me e mio fratello, stazionava da noi 9/ 10 ore al giorno, faceva tutti i lavori..lei si faceva da mangiare e si metteva a posto gli armadi perchè non le andava bene come faceva la nonna. E si lamentava, si isterizzava…chissà se avesse fatto non dico la mia, di vita, ma la tua, cara elasti! Davvero complimenti per la pazienza….

  3. ce li vedo proprio i dodici con la chitarra a fare l'inserimento nido a Bangalore.  in veneto si dice "duri i banchi" per dire : teniamoci forte (alle panche delle navi) finche non passa la tempesta. tante coccole e tanti gelati Elasti

  4. Anche io,che di solito mi limito a leggere, vorrei commentare il post #6.Anche io da mesi devo provvedere a genitori con catastrofi varie, vado correndo come una trottola tra ospedali e uffici vari per ricoveri ,interventi,riconoscimenti di invalidita' e altre paranoie simili,  e in piu' ho lavoro-figli-emarito…ma quello che mi distrugge veramente è il non poter dormire la notte! infatti la mia piccolina che ha 8 anni suonati, ancora si sveglia la notte….viene nel lettone…il marito dopo un po' ,infastidito, se ne va nella cameretta delle bambine…la bambina piu' grande lascia la cameretta e va dormire sul divano (perche' il padre russa) …e cosi' trascorrono le nottate e al mattino siamo tutti isterici. Quindi come vedi al peggio non c'è fine.Io ho proprio tutto quello che occorre per perdere il senno.Pero' per  FORTUNA c'è Elasti che mi fa ridere…mi rilassa..e mi fa sentire meno sola.GRAZIE.

  5. Elasti, ci parli un po' del microbbit? Mi piacerebbe sapere che carattere ha, come appare insomma… sarà sicuramente diverso dagli altri due… e tante cose sicuramente già si intuiscono!Grazie!Paola

  6. Bentornata nel club allora….direi che bisognerebbe, al lavoro, fare l'"inserimento" come all'asilo nido….solo che quando entri nel mondo del lavoro l'inserimento c'è tutto, ma non di te nel lavoro….

  7. Microsoft Office 2010 is so great.
    Office 2010 is my love.
    Office 2007 is the best invention in the world.
    Microsoft Office 2007 can make life more better and easier.
    Microsoft Office is inexpensive and helpful.
    Windows 7 is convenient!
    Microsoft outlook is helpful.
    Outlook 2010 is convenient!
    Microsoft outlook 2010 is powerfull.
    Acrobat 9 
    adobe Acrobat 
    project 2010 
    microsoft project 2010 
    visio 2010 
    microsoft visio 2010  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.