Nonsolomamma

bianca

porta una maglia a righe e i pantaloni sbrindellati di una tuta da ginnastica blu da cui spuntano due estremità nude e grassocce. è adagiato un po' sbilenco su un divano ricoperto da un telo verde. il braccio destro è posato su un bracciolo, il sinistro è steso di lato, a cingere le spalle di una piccola rossa in abito rosa e calzamaglia coordinata, seduta al suo fianco, composta e compita.
lui apre e chiude le dita dei piedi come un ventaglio, a celebrare l'affrancamento dalle calze, detestabile accessorio, la comodità della seduta e la magia di un incontro.
entrambi sono immobili, fatta eccezione per i due ventagli paffuti e liberati.
lei è inespressiva, lo sguardo perso davanti a sé, imperscrutabile.
lui guarda lei, inebetito e felice.
stanno lì, nella stessa posizione, da circa mezz'ora nell'angolo morbido dello stanzone della sezione piccoli di un asilo nido.
lo hanno detto le educatrici quando elastigirl è andata a prenderlo, trovandolo così, in balia di un'enigmatica rossa di nome bianca: il microbbit ha compiuto 15 mesi e si è innamorato.

63 risposte a "bianca"

  1. @  50 (GipoScribantino)

    "Ho letto una volta che gli antichi saggi credevano che nel corpo ci fosse un ossicino minuscolo, indistruttibile, posto all'estremità della spina dorsale. Si chiama luz in ebraico, e non si decompone dopo la morte né brucia nel fuoco. Da lì, da quell'ossicino, l'uomo verrà ricreato al momento della resurrezione dei morti. Così per un certo periodo ho fatto un piccolo gioco: cercavo di indovinare quale fosse il luz delle persone che conoscevo. Voglio dire, quale fosse l'ultima cosa che sarebbe rimasta di loro, impossibile da distruggere e dalla quale sarebbero stati ricreati. Ovviamente ho cercato anche il mio, ma nessuna parte soddisfaceva tutte le condizioni. Allora ho smesso di cercarlo. L'ho dichiarato disperso finché l'ho visto nel cortile della scuola. Subito quell'idea si è risvegliata in me e con lei è sorto il pensiero, folle e dolce, che forse il mio luz non si trova dentro di me, bensì in un'altra persona"  (David Grossman, Che tu sia per me il coltello).

    Vuoi davvero smettere di cercare il tuo luz?
    Giulia

  2. @ GipoScribantino, narra la legenda che quello che ti appartiene non può esserti portato via, mentre quello che non è tuo ti viene tolto. Quindi se in questa vita, c'è un amore che ti aspetta, inevitabilmente lo incontrerai, al momento giusto per entrambi. Perciò vivi sereno, e aperto verso la vita. Il disfattismo, e il pessimismo non aiutano. Spesso sono una difesa, una delle tante che però diventano la nostra prigione che ci impedisce di gioire di quello che la vita ci offre.

    Namasté

  3. Io i cinici della domenica come GipoScribantino li adoro. Entrano, mollano lì una trita frase a effetto che sembra inventata lì per lì ma che in realtà ha richiesto diverse ore di redazione e che trasuda rosicamento da ogni sillaba, e se ne vanno lasciando dietro di sé quell'alone di disfattismo e uomo/donna vissuto che va tanto di moda oggidì, specialmente nella blogosfera. Grazie di esistere

    M.

  4. Se scrivi Ussignur sei probabilmente nordica. Guarda che closchard è sbajato.
    O si scrive closciard, oppure clochard.
    Indovina un po'!

  5. Ciao sono Silvia, mamma di CEcilia 4 anni e Andrea 3 fra 20 giorni. Ieri siamo andati in gita con la classe della grande che dal secondo giorno di scuola dellìanno scorso è innamorata di Giuseppe (bimbo dell'ultimo anno che ora ' alle elementari). Ieri lui era in gita con noi e mia figlia gli ha fatto le fusa per tutto il giorno. Si può amare follemente a 4 anni? Sicuramente!! Ieri ne ho avuto la prova

    PS Ho letto Nonsolodue.. complimenti!! Spesso il tuo hobbit piccolo mi ha ricordato il mio! Anche lui, quando decide di diventare Spidermen, si mette a camminare con il cappello che gli copre tutta la faccia come una maschera. Ti fa sciogliere!!!

    Ciao e grazie per le belle pagine… SIlvia (CB) 

  6. @anonima 58  Si son nordica e pure gnuranta, ma anche dislessica..

    contenta?

    Ps: Anche sbajato è scritto  male a me a scuola hanno insegnato che si scrive sbagliato

  7. Uh mamma! Che tragedia tre figli maschi!!!!

    Io lo so: non sopravvivero' quando il mio piccolo gnometto si innamorera'!!!!
    Lo so… lo so…. sarò la peggiore delle peggiori suocere del mondo!!!!

    …. in fondo nessuno è perfetto no?

    😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.