Nonsolomamma

non sono pronta, grazie

ore 8,05
“sbrigati, dobbiamo uscire”
“mi devi fare la giustifica”
“e perché?”
“perché non ho potuto fare i compiti”
“come mai?”
“avevo dimenticato il quaderno di matematica a scuola”
“non vedo perché io dovrei scrivere la giustificazione per la tua storditaggine. prenditi le tue responsabilità”
“ma poi la maestra mi mette una nota sul diario. e io di note non ne ho mai avute”
“c’è sempre una prima volta. cosa stai facendo ora? arriviamo in ritardo”
“sto cercando una cosa… un libro di scuola”
“adesso? mentre stiamo uscendo?! non potevi cercarlo ieri sera? la cartella si prepara la sera”
“la sera tu non mi lasci il tempo di fare niente, tra il il bagno, poi la cena…”
“non ti rispondo nemmeno… sei pronto?”
“no”
ore 8,10
“hobbit grande, adesso basta traccheggiare. fuori!”
“umpf. come andiamo? in bici?”
“no, c’è troppo ghiaccio. andiamo a piedi”
“ma si può sapere perché non prendiamo mai la macchina?”
“perché a scuola ci possiamo andare tranquillamente senza”
“sgrunt”
“siamo di buon umore oggi?”
“…”
“questo pomeriggio danno le pagelle!”
“e allora?”
“allora cosa ti aspetti?”
“che boccino alla grande”
“sei in terza elementare, è difficile che boccino. e poi siamo solo al primo quadrimestre, non alla fine dell’anno. ma volevo sapere, per te, per la tua pagella, cosa ti aspetti?”
“tutti otto, nove e dieci”
“sei proprio sicuro?”
“certo”
“non è che se poi non è così ci rimani male?”
“è così, vedrai”
“io non sono sicurissima. comunque, lo scopriremo questo pomeriggio”
“uff”
“cos’hai? perché cammini così piano? non arriveremo mai in tempo”
“allora corro. così sei contenta. ecco! su mamma, sbrigati. come sei lenta. su su!”
“ehi, simpaticissimo!”
“cosa c’è?”
“allora, andare a scuola insieme non è obbligatorio. ci sono tante mamme che a turno accompagnano gruppi di bambini e mi chiedono se vogliamo unirci anche noi… potrei smettere di fare l’asociale dicendo che a noi due piace tantissimo fare la strada insieme, che è il nostro momento di intimità e segreti eccetera eccetera. così accompagno te e altri simpaticissimi come te un giorno alla settimana e gli altri giorni evito di scaraventarmi fuori di casa con mister piacevole-compagnia che mugugna per tutto il tragitto. facciamo così?”
“bof”
“bof cosa vuol dire? perché andare a scuola insieme tutte le mattine deve essere un piacere, se non lo è ci si organizza nel modo più comodo e facile per tutti. chiaro?”
“fa troppo freddo per discutere con te”
“se continui così ti butto dentro il cassonetto dei vestiti usati all’angolo della strada”
“non mi fai per niente ridere”
“guarda che non sono pronta, sai?”
“a cosa?”
“alla tua adolescenza”
“cos’è l’adolescenza?”
“è un’età, che comincia intorno ai 13 anni, in cui i ragazzini cambiano, crescono e spesso diventano orrendi con i loro genitori perché hanno bisogno di separarsi da loro per diventare grandi. be’, mancano ancora cinque anni alla tua adolescenza. godiamoceli senza essere orrendi l’uno con l’altra”
“è tutta colpa tua.. che non mi hai fatto la giustifica”
“ok, mi hai convinta. il cassonetto giallo ti aspetta”
“siamo in ritardo?”
“non troppo”
“…”
“eccoci. arrivati. vuoi che ti saluti dalla finestra, come tutti gli altri giorni o preferisci che oggi facciamo finta di non conoscerci?”
“fai un po’ come ti pare”
“va bene. ciao”
“ciao”
“su! perché non vai?”
“bbcc”
“scusa?”
“eddai, hai capito, mamma”
“no, non ho capito. ti assicuro. se parli dentro la sciarpa… vai, dai che chiudono il portone. cosa aspetti?”
“cosa vuoi che aspetti? il bacio, no? pure tu…”

106 thoughts on “non sono pronta, grazie

  1. Ciao Elasti,
    guarda, ci metterei la firma se a 8 anni mia figlia mi chiedesse un bacio prima di entrare a scuola. Ora di anni ne ha 1 e mezzo e già gli schifa!
    … e per amore del tuo quasi adolescente, non mi dilungherò sugli occhi lucidi che mi ha fatto venire!
    A presto!
    BeepBeepMommy

    1. se può consolarti io non ricordo di aver mai dato un bacio di saluto davanti alla scuola a mia mamma, litigavamo e sono anche scappata di casa dopo un litigio, ma, non ricordo esattamente come mai è iniziato, sei -sette anni fa abbiamo iniziato a darci i baci sulle guance quando andavo via dopo una visita, con un sorriso e una carezza sulla guancia…anche ieri sera,e ormai ho 47 anni….devi solo avere un pò di pazienza.
      ora so che avrei voluto farlo tutte le volte per tutti gli anni passati!

  2. ma poi…. Elasti… la prima massacrante conseguenza di quando l’hobbit grande entrerà nell’adolescenza… e a catena gli altri due… sarà che dovrai smettere di scrivere il blog…. o censurarlo spietatamente…
    non credo che nel pieno della “età ingrata” un ragazzo voglia che i fatti suoi siano di pubblico dominio…….
    ODDIO…. sono atterrita…….

  3. Non ho mai commentato pur leggendo sempre. Io sono zia innamoratissima di un omarino di 7 anni e una nanetta cicciona di 2.
    Questa volta dovevo commentare con un
    AWWWWWWWWWWWWWWWWW ❤
    dolcissimo!!!!!

  4. Uh, l’adolescenza… Ma attenta perché prima arriva la preadolescenza, e ti mancano solo due anni 😉
    Comunque il mio sabadone grande ha 12 anni e mezzo, e’ in piena fase sturm und drang ma e’ un po’ come andare sul Katun: batticuore, stomaco in gola ma dopo poco si scende…fino al giro successivo, naturalmente!

  5. Guarda Elasti, se ha aspettato il bacio non è ancora nemmeno preadolescenza ma solo cattivo umore… ma se proprio vuoi sapere cosa ti aspetta vai a vedere qui http://gabbia-di-matti.blogspot.com/
    soprattutto nei post iniziali che risalgono a un po’ di anni fa (copiati dal vecchio blog…) dove si parla del figlio maschio.
    (Non ci conosciamo, ma ti leggo da tempo e ogni giorno mi strappi un sorriso di tenerezza: grazie!)

  6. mamma di tre gemelli…8 anni!!!
    cara elasti, mi sono ribaltata dal ridere. Mi alzo alle 6.40 per fare colazione tutti insieme con calma e poi camminare a scuola chiacchierando, godendoci il nostro momento…(ci sarebbe lo scuolabus….). In questo periodo pero’, sempre piu’ spesso, mi chiedo: davvero devo farlo? dove sono finiti i miei meravigliosi bambini???
    Coraggio Elasti, poi arriva l’adolescenza….Sto organizzandomi per trasferimento lontanissimo…..
    gigi

  7. ho appena firmato due giustifiche di ritardo al mio primo (le prime due dell’anno). In una ho scritto “lentezza” senza specificare di chi, e nell’altra perchè era caduto in cortile così la seconda è entrata al pelo e lui no!. Or ora ho firmato sul diario alla seconda l’avviso che oggi non aveva il quaderno di inglese che si era nascosto tra quelli del fratello: che quaderno birichino! Non mi sono messa ieri sera a cercarlo, lei non l’ha trovato, pazienza. E’ responsabilità sua, piano piano impara. Se le mamme si mettono a fare tutto loro come vedo fare sono tutti lavori in più sulle nostre spalle. Con 3 figli e un lavoro mi rifiuto. Preparo già i vestiti e le sacche di danza, basket e catechismo. Ma credo che il fatto di avere 3 figli influisca su questo atteggiamento di “responsabilità individuale”. Siamo a fine quadrimestre e abbiamo avuto le pagelle ieri “piene di otto nove e dieci” e anche un giudizio molto ben scritto.
    I miei figli non mi sembra proprio che competano per i voti, ma credo dipenda molto dalle maestre e dalle mamme. Mi è capitato di sentire una mamma chiedere che cosa avessero preso i compagni in un compito e sono inorridita dentro di me, nemmeno mi era venuto mai in mente in 3 anni di scuola di chiederlo! I bambini sono stanchi ma anche noi genitori non c’è male come stress. Godiamoci questo manto bianco che ancora copre auto tetti ed aiuole qui a Milano ed il carnevale

  8. Consola questo commento arrivando in ufficio dopo aver lottato con tre per la colazione, le calzeamaglia, il non voglio la mela a merenda che diventa nera, perchè mi devo proprio lavare la faccia, non mi tolgo il pigiama perchè fa freddo, siamo in ritardo corri corri corri….
    grazie!

  9. La mia “grande” ha 9 anni, anzi specifichiamo come vuole lei, quasi 10 (a giugno). Tutte le mattine sono dettate dal solito frenetismo e dal mio muovetevi è tardi! …i vestiti te li prepari la sera, non puoi cambiare idea ogni volta che passi davanti a uno specchio!….E questo a casa. Poi in strada si chiacchiera e arrivati al viale pedonale che porta a scuola si ferma, mi da un bacio e scappa via da sola. Io devo comunque arrivare all’ingresso perchè è lo stesso per portare il piccolo all’asilo. Ma mi sa che a 9 anni quasi 10 dare il bacio alla mamma davanti all’ingresso non va più….La mia è entrata già nell’adolescenza? Mi sta scappando? Noooo, non sono prontaaaaaa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...