Nonsolomamma

la televisione, 10 cose più una

qualche mese fa elastigirl ricevette una telefonata. “elasti, buongiorno. stiamo organizzando un programma tivvù sulle mamme, sui papà, sui figli e sulle loro imperfezioni. vorremmo averti con noi, come ospite fissa, o almeno semi-fissa. possiamo incontrarci per parlarne?”, le chiese una voce femminile.
elastigirl non guarda la televisione, non conosce la televisione e ha un pregiudizio negativo nei confronti della televisione. in pratica, elastigirl non c’entra nulla con la televisione.
per tutti questi motivi ha detto sì a quella voce femminile che, una volta incontrata, aveva gli occhi blu, i capelli né lunghi né corti e le è stata simpatica.
elastigirl ha pensato anche che potesse essere divertente vedere come funziona una macchina aliena e che magari avrebbe imparato qualcosa e visto mondi e facce nuove.
così è stato. e dopo oltre due mesi, si può fare un bilancio di fine produzione, come dicono loro, quelli della televisione.
10 cose più una imparate in quasi 40 puntate in tivvù:
1. in televisione ci sono tempi morti in cui si aspetta, si pensa a tutto quelle che si sarebbe potuto fare altrove, nella vita vera, e ci si domanda perché si debba sbattere via così una risorsa scarsa e preziosa come il tempo.
2. in televisione ci sono professionalità affascinanti e un po’ oscure, tra cui il microfonista che ti microfona e, dopo una breve fase iniziale di pudore e timidezza, si insinua, armato di fili e antenne, nei meandri della tua biancheria con una disinvoltura che tuo marito, nonché padre dei tuoi figli, nonché al tuo fianco da una vita, nemmeno si sogna.
3. in televisione si lavora di domenica e, alla lunga, non è divertentissimo.
4. in televisione ci sono creature leggiadre e sorridenti che ti truccano e ti parruccano. che poi significa che ti smanacciano piacevolmente viso e capelli e tu vorresti che non finisse mai e pensi che sì, vale proprio la pena venire in televisione, tempi morti domenicali compresi.
5. in televisione c’è un signore carismatico con una cuffia in testa che applaude quando si deve applaudire, che dice quanti minuti mancano al nero, che poi è la pubblicità, e che tiene alto il morale. si chiama direttore di studio ed è ipnotico.
6. in televisione, se hai il microfono e fai uno starnuto lo sentono tutti. anche se dici “devo fare pipì” o “che fico il biondino là in fondo” sentono tutti, anche a casa.
7. in televisione, se guardi gli schermi con la televisione dentro, il signore carismatico ti sgrida e dice che non è bello. e ha ragione anche perché vedere la tua immagine dentro uno schermo nel momento stesso in cui una telecamera ti sta inquadrando ti lascia, a seconda, imbarazzata o inorridita e, in entrambi i casi, l’effetto estetico finale è inquietante.
8. in televisione, si fa amicizia, come tra compagni di scuola, con un cameratismo solidale e un po’ goliardico che elastigirl aveva dimenticato.
9. in televisione tutti si preoccupano dell’audience. ma l’ospite no. lui  o lei può essere superiore a certi dettagli ansiogeni e godersi lo show, come al cinema, incurante di essere uno dei cinque o dei cinque milioni di spettatori.
10. in televisione è tutto molto veloce: le frasi devono essere brevi, le storie sintetiche, le parole facili. e non è necessariamente una cosa bella.
10 + 1. in televisione ci sono talenti, oltre che professionisti. e guardarli all’opera è un piacere, quasi come farsi smanacciare la faccia e i capelli.

140 thoughts on “la televisione, 10 cose più una

      1. beh…. sulla quarantina passata… ho amiche con bimbi di 2 anni che ne hanno 45 quindi…. l’età di Elasti non la conosco ma a vederla in tv gliene darei non più di 33-34…

      2. infatti, se non sbaglio, ne ha compiuti 40 un paio di anni fa (+ o -) e se li porta benissimooooooo!

    1. Anche a me è piaciuto dare un volto reale alla scrittrice dei miei libri preferiti. Mi è piaciuto sentire quella erre sbarazzina e sapere ke eri in qualche modo “reale”…..mi piace molto il programma e mi piace anche lo spirito con cui si affrontano le cose di tutti i giorni.

  1. visto che domani mi concedo, dopo mesi di astinenza, una mattinata dalla parrucchiera, mi fa piacere che tu abbia apprezzato il “trucco & parrucco”..! e grazie per questa interessante incursione dietro le quinte del mondo della tv! ps: la moglie del microfonista è una donna fortunata!

  2. dove e quando ti vediamo in tele??? io la guardo raramente…ma per te farei un’eccezione…,sono curiosa di vederti.
    ps ma il corso di scrittura l’hai finito?? mi sono persa qualche puntata

  3. Bello, ora so come funziona la tv, anche se una volta da piccola ci sono stata, però era una trasmissione con gara a premi per le scuole, quindi l’agitazione per le domande alle quali dovevo rispondere mi ha impedito di notare tutte queste cose (a parte che eravamo stipati in una stanzetta ma poi una volta in onda da casa nessuno lo capiva!)
    Lo smanacciamento sui capelli lo vorrei anche io 😦

  4. Io ti ho vista in TV, trovo il programma di Camila molto intelligente e tu di conseguenza adattissima 🙂 E sulla TV…è proprio carino leggere i tuoi retroscena. Un grande complimento da chi ti segue spesso e ha letto i tuoi libri anche se non commenta mai i post 🙂 . Wish

    1. Solo una mente semplice può definire “intelligente” Camila Raznovich.
      Vorrei sapere che tipo di aggettivo useresti per Margherita Hack, Natalia Aspesi, Barbara Alberti, Franca Valeri, giusto per dire…..

    2. caro Cheppalle, magari tu che sai tutto e per farci gentile concessione della tua immensa conoscenza passi il tuo tempo a commentare intere pagine di opinioni altrui su articoli altrui (tantovaleva guardare Camila in TV, non credi?), perchè non mi fornisci i Q.i. di tutte coloro che hai citato? Magari se riesci a estrapolare anche il mio potresti renderti conto che non sono una mente così semplice come dici. O non sei abbastanza umile da metterti in discussione, per caso?

    3. Io ho trovato Elasti molto carina anche se il programma mi ha deluso molto: per esempio sull’allattamento ho sentito solo considerazioni superficiali date da pregiudizi errati… peccato perchè poteva essere l’occasione per fare una buona informazione…
      Fra

  5. La trasmissione è bellissima… peccato non poterla vedere in settimana, e averla beccata la domenica solo poche volte. Tu, in quanto Elasti, non potevi non esserci. Io, c’andrei solo per il parrucco…passo anche il trucco… ma il parrucco …mmm… io mi regalo sabato il taglio capelli: siamo ai limiti dell’indecenza (poi diventano “inclassificabili”!).
    🙂

    1. ti becco ovunque…
      io dopo la nascita di leo ho aspettato 9 mesi per andare a tagliare i capelli, non ti dico come erano lunghi.
      la trasmissione la devo vedere! ma quando c’è? oramai la tv la guardo pochissimo!

  6. Bella sintesi. Più un punto fondamentale, che vale per tutti gli ospiti (ma che i politici spesso disattendono, ed è stucchevole): mai, MAI guardare la telecamera. A meno che tu non sia lì per condurre.

  7. il programma è veramente, veramente bello. il mio bimbo ha 2 mesi, è nato il giorno dopo della prima puntata del programma e stiamo crescendo insieme, io e voi. è la prima volta che accendo la tv contenta e la spengo non pentendomi mai. e un pò, è anche merito tuo, perchè io ti seguivo da tempo e sei stata una “garanzia” oltre che degli autori e di camila. fregatevene dell’audience e andate avanti: fossimo pure in 5, vi adoriamo.

    1. Guarda, ti perdono le eresie che dici perchè a due mesi dal parto devi averci ancora gli ormoni impazziti e tanto di quel sonno arretrato da farti avere le allucinazioni….

    2. Ho visto la trasmissione per la prima volta a Pasquetta e anche se non amo molto il genere, mi è sembrata abbastanza gradevole (F. Nardi escluso).
      ps: Elasti, ti hanno fatto dei capelli bellissimi …. e il carciofo dov’è finito? 🙂

    1. Veramente l’ha detto circa settecentomila volte….
      Credo che per sfuggire all’autopromozione di Elasti bisognerebbe emigrare come minimo in Tanzania…..

  8. anche io mi unisco al coro del plauso all trasmissione “mamma mia” su La 7 D che non riesco a guardare quasi mai in diretta e allora lo guardo dal sito. veramente un ottimo programma, contro l’ansiogenicità dell’essere genitore. Serio e divertente. Complimento a tutto il cast!!!

    1. Certo che per ritenere anti-ansia una virago come Camila-Attaccatura Alta-Raznovich bisogna essere proprio una mente semplice….

      1. invece per passare la giornata a commentare tutti i post di un blog che neanche ti piace la tua mente deve essere proprio complessa….

  9. Ganzo! Buon per te !
    Pensa che io, essendo incuriosita abbestia su come fosse ‘il dietro le quinte’ , per poter dare una sbirciatina son dovuta andare alla “Prova del Cuoco” ….

    mimì-la-cosa-più-bella-però-è-lo-smanacciamento la faccia e i capelli…

  10. Riassumendo: ti è piaciuto fare l’ospite? Forse ti si addice il dietrolequinte della tivvù? Ti vedo come scrittrice di programmi o cose così. Ci hai mai pensato?

  11. “elastigirl non guarda la televisione, non conosce la televisione e ha un pregiudizio negativo nei confronti della televisione. in pratica, elastigirl non c’entra nulla con la televisione.”

    Però il suo ego ha ormai raggiunto le dimensioni della Groenlandia e non è riuscita a resistere alla tentazione di mettersi ancora più in mostra (non le erano più sufficienti il blog, i libri e le rubriche sui giornali).

    La trasmissione in questione è condotta da un’esaltata piena di sè che ostenta con piglio aggressivo le sue maternità e che, citando Aldo Grasso, “da quando è diventata madre (l’unica al mondo), rapporta ogni cosa ai ragionamenti di sua figlia di tre anni” ma che proprio per questo è ormai un idolo tra le mammette italiote obnubilate dall’adorazione per le proprie creature.

    Insomma, quale occasione migliore per raggranellare ulteriori fans dalla mente semplice?
    Brava Elasti, sei proprio furba come una volpe 🙂

      1. ma non avete altri strumenti per ribattere che accusare d’inviadia?!?!?
        mamma mia quanto siete VUOTE, potevi rispondere che “si” elasti lo fa per iò suo ego che è talemente smisurato che per non fare figuracce ha voluto percorrere la via più tortuosa mostrarsi “sapendo fare qualcosa” e non semplicemente ancheggiando…. via notoriamente più semplice!
        ma no! la banalità impera e quindi accusiamo d’invidia.secondo me le uniche invidiose siete voi, e oltretutto frustrate dal non poter esprimere la vostra vera natura perchè pensate che non sia un sentimento lecito, e allora accusate le altre di una cosa che in realtà pensate voi ma che non avete il coraggio di esprimere per essere politically correct!

  12. COMMENTO OFF-TOPIC: comunque elasti, i troll che hai tu non li ha nessuno dei blog-mammeschi che seguo. come si dice: molti nemici, molta gloria…

    1. E’ tipico delle donnette col cervello all’ammasso che inquinano questo blog dare per scontato che uno sia un troll soltanto perchè si permette di criticare il loro idolo…….

      1. e tipico delle persone che hanno argomenti esaurienti e interessanti essere maleducati, invece?
        ma io mi chiedo, perchè tanto astio? si può essere in disaccordo, ci mancherebbe, ma perchè sempre andando verso l’insulto?
        che pena…

    2. non bisogna rispondere a questa gente: è ciò che vogliono! lasciateli scrivere così aumentano anche il contatore dei contatti

      1. Accidenti, una replica intelligente!
        Finalmente qualcuno c’è arrivato!

        Ma non vi siete accorti che Elasti La Volpe non risponde mai alle osservazioni e alle critiche?
        Secondo voi lo fa perchè è buona d’animo? O perchè pensa “non mi abbasso” o “non ne vale la pena”?

        Macchè! 🙂

        Non ha alcun interesse a sedare gli animi, perchè le polemiche incrementano il numero dei commenti al suo blog e a lei solo questo interessa! 🙂

      2. di solito tralascio, ma non mi piace essere insultata… cmq hai ragione non sai dovuta cadere nella provocazione

  13. Brava mamma coraggiosa e tenace, anche in questi momenti di preoccupazione e ansia ci hai regalato un tuo post, forse questo ti aiuta , noi ti siamo vicini lo sai, vai avanti stringendo i denti, con la tua determinazione e il tuo sorriso stupito e birichino.

    1. Ma santa ingenuità…..
      Non hai ancora capito che per lei la vostra acritica adorazione (e adulazione) è il più formidabile degli antidepressivo e che non saprebbe più fare a meno della sua esibizione quotidiana? 🙂

  14. vorrei soffermarmi sul trucco e parrucco: accidenti, lo sai che è una cosa che io a-do-ro, farmi agghindare dico.
    pensa che quelle due volte che sono stata truccata e parruccata da professionisti (matrimonio sister e migliore amica) ho capito che in realtà io sono nata per fare un’altra vita.
    sono le mie finanze che rifiutano di adeguarsi all’evidenza.

    1. Ricordo che da ragazza, prima del matrimonio, dei figlie delle resposabilità, quando vivevo ancora con i miei andavo da uno dei primi parrucchieri di Roma (Michel a via Sistina – (oddio è pubblicità che non si può fare?) e una volta in occasione del matrimonio di una carissima amica mi truccò e pettinò! Beh, pensate, alcuni non mi riconobbero e dissero, ma chi è quella splendida ragazza che fa da testimone alla sposa? Il problema però era che per andare da quel parrucchiere ci lasciavo più di mezzo stipendio……………..

      1. guarda Cristinadiroma, ho lavorato a due passi dal tuo aprrucchiere per quasi tre anni (in barba alla pubblicità!). in effetti una mezza idea che non fosse economicissimo mi era venuta…
        ma se ne è valsa la pena, dai per una volta!
        grazie a Brix e Claire per gli auguri: se miglioro vi invito a un party California-style dall’estetista così commentiamo tutto e tutti nella saletta relax avvolte in profumosi accappatoi mentre ci fumigano la pelle (e qualche altra assonanza che per educazione non scrivo!).
        pausa pranzo, si va!

    1. E’ evidente che Edmondo Berselli, Aldo Grasso, Curzio Maltese (per citare solo alcuni dei maggiori critici televisivi italiani viventi) tu neanche li hai mai sentiti nominare, figurarsi leggerli…..

      1. ahahah che ridere 🙂
        Se non vuoi (o puoi) capire, pensa quello che ti pare, non importa.

        ps: …e non dirò altro.

  15. ciao Elasti..io ti ho visto in puntata lunedi mattina..con la treccia e una camicia beje…sei molto carina sembri pippi calzelunghe!e ti ho vista anche due-tre anni fa in una trasmissione su rai3 di cui non ricordo il nome ma la cui conduttrice mi fu molto antipatica!!!
    un abbraccio

    1. beje? BEJE?
      Credo che sto genio intendesse dire beige.
      A sto punto, tesoro, scrivi “nocciola”, che così eviti magre figure…

  16. Io pensavo di leggerti regolarmente ma per vederti in TV ho dovuto seguire Jolanda e così in un colpo solo ho visto in faccia una serie di blogger che leggo. Insomma, mi era sfuggito proprio comedovequando, sarà che manco io guardo la TV e non ne so mezza.

    I troll che hai tu, proprio, nessuno. È quasi un lavoro a tempo pieno il loro, meglio che fare il pubblico televisivo mi sa.

    1. certo che mi sa che mica lavorano quei trolls li……. Io per me sto in pensione, ma mica metto un commento ad ogni commento, e tempo da passare, non lavorando più ne ho parecchio.
      Se fossi uno dei loro datori di lavoro…….. mmmmmmmmm………..brrrrrrrrrrrrrr

    1. Ma dove vivi angelo santo?
      E’ IMPOSSIBILE ignorare le autopromozioni di Elasti!
      Devi essere rimasta l’unica sull’intero globo terraacqueo a non sapere dello straordinario e culturalmente inarrivabile programma mammesco in onda su La7 e condotto da Miss Simpatia Fronte Alta Raznovich!

  17. “elastigirl non guarda la televisione, non conosce la televisione e ha un pregiudizio negativo nei confronti della televisione. in pratica, elastigirl non c’entra nulla con la televisione.”

    Però il suo ego ha ormai raggiunto le dimensioni della Groenlandia e non è riuscita a resistere alla tentazione di mettersi ancora più in mostra (non le erano più sufficienti il blog, i libri e le rubriche sui giornali).

    La trasmissione in questione è condotta da un’esaltata piena di sè che ostenta con piglio aggressivo le sue maternità e che, citando Aldo Grasso, “da quando è diventata madre (l’unica al mondo), rapporta ogni cosa ai ragionamenti di sua figlia di tre anni” ma che proprio per questo è ormai un idolo tra le mammette italiote obnubilate dall’adorazione per le proprie creature.

    Insomma, quale occasione migliore per raggranellare ulteriori fans dalla mente semplice?
    Brava Elasti, sei proprio furba come una volpe 🙂

    1. Cara Cheppalle, ma che c’hai? Mi sembri più incavolata del nano Brontolo di Biancaneve! Perchè sparare a zero su Elasti e su quello che fa? Almeno lei ha una vita piena, lavora, va in tv, scrive libri, fa figli, e si tiene ben stretta un marito… E tu che fai?

      1. vive di rendita. e risponde inacidito/a ai commenti del blog di Elasti. Una vita intensa e piena di soddisfazioni…

      2. Io mi tolgo tanto di cappello davanti a Elasti La Volpe! La ammiro proprio!
        Non è da tutti riuscire a manipolare e sfruttare così sottilmente la dabbenaggine delle persone fragili (e le mamme italiote la fragilità ce l’hanno nel dna, proprio) 🙂

        Quello che mi infastidisce è la pochezza di voi ammiratrici devote, che manifestate in maniera così disperata il vostro bisogno ancestrale di appartenenza, di un cane-guida, di un capo-branco, da arrivare a livelli di adulazione imbarazzanti.

  18. Ma non vi siete accorti che Elasti La Volpe non risponde mai alle osservazioni e alle critiche?
    Secondo voi lo fa perchè è buona d’animo? O perchè pensa “non mi abbasso” o “non ne vale la pena”?

    Macchè!

    Non ha alcun interesse a sedare gli animi, perchè le polemiche incrementano il numero dei commenti al suo blog e a lei solo questo interessa! 🙂

    E volete che non la ammiri? Un tale, fine stratega? Fantastica….!

      1. no, fammi capire bene: secondo te, esempio di correttezza civile (wow paga i contributi alla baby sitter e non la paga in nero come il 99.9% degli italiani), cavaliere della repubblica (con tanto di 3 o 4 post a ripetere quanto fosse “sorpresa”…), mamma modello per tutte voi qui dentro, ammirata dalle più anche per i difetti perchè LEI è comunque perfetta, e poi… pensate che si abbassi ad insultarVI per aumentare i contatti??!?!?!
        fossi in lei mi offenderei un pochino, fossi in voi e pensassi ciò non passerei mai più di qua!

    1. per me cheppalle è afflitta da avioastinenza, ossia le manca l’uccello… cheppalle, ma fatti trombare invece di scrivere commenti 😀 (o sei così brutta che non ti piglia nessuno??)

  19. ma povera/o cheppalle.
    vorrebbe sfuggire alla supposta autopromozione di Elasti e che fa?
    accende il pc, avvia un browser e cerca il blog in questione. lo legge e legge tutti i commenti. e diligentemente sgocciola qualche frasettina ironica – non cattiva, no, non ci riesce molto – che rilegge con soddisfazione.
    usando qualche raffinato calembour, qualche gior di parole, qualche eufemismo, potremmo serenamente affermare che cheppalle è una povero/a idiota.

  20. miiiiiiii ma quanta invidia!!!!! è vero, forse è da egocentrici andare in tv…. ma quanti di voi al suo posto non lo farebbero? è una che ha studiato, è riuscita ad entrare in una redazione giornalistica( cosa non tanto semplice) è una giornalista finanziaria ( cosa altrettanto complicata perchè bisogna avere a che fare con numeri cifre banche ecc.. cose che alla lunga farebbero impazzire chiunque) ha un marito che praticamente non vede mai, si cresce 3 figli sola, certo ovviamente si appoggia ad asili, scuola (che sono d’obbligo) e a babysitter.
    io ho 2 figli, un marito turnista (ma che riesce ad essere presente nella mia vita e in quella dei bimbi per almeno 16 ore al dì) e ogni tanto mi sento annegare… pagherei per avere un lavoro, uno stacco dall’essere mamma a tempo pieno, un momento solo mio, un momento in cui non devo prendermi cura di nessuno, un momento in cui parlare diventa un divertimento…. sono contenta per Elasti, come sono contenta per tutte quelle che ce la fanno, per tutte quelle che hanno il coraggio o la fortuna di riuscire a staccarsi dal dovere di essere moglie e mamma e ritornare anche solo per 45 min (tanto dura la trasmissione) ad essere solo DONNE, persone in grado anche di farsi una sonora risata, in compagnia di altri genitori parlando delle difficoltà dell’essere genitori!!!!
    Trovo camilla una donna molto professionale, ha una carriera alle spalle di tutto rispetto, e non sò quante al 9 mese riuscirebbero a lavorare mantenendo una certa dignità… personalmente al 9 mese avevo il fiatone anche per un passo, vomitavo in continuazione, non camminavo ma rotolavo, i tacchi erano off limits, per parlare avevo bisogno di un respiratore e mi spalmavo su qualsiasi cosa avesse uno schienale!!!! QUINDI PER PIACERE SE SIETE UOMINI O NON AVETE MAI AVUTO CERTE SENSAZIONI ASTENETEVI DAL FARE COMMENTI STERILI E PIENI D’INVIDIA… PIUTTOSTO RILASSATEVIALTRIMENTI POI VI TOCCA SENDERE IN BOTOX PER STIRARVI QUELLE BRUTTE RUGHE!!!! GENTE ALLEGRA DIO L’AIUTA!!!!!

      1. Le “mamme a tempo pieno” (che una volta si chiamavano più umilmente casalinghe) sono una delle categorie più patetiche della nostra epoca….
        Siamo comprensivi, va….. 🙂

    1. ma infatti… e vedi come “je rode” che Elasti non gli risponde MAI?! sintomo chiaro di trollaggine acuta.

      Prima scriveva quadro e trino, adesso si è riunificato, povero trollino!

      adesso risponde qui sotto e poi passa mezza giornata a vedere se a nostra volta gli rispondiamo…

      invece niente, e mentre LUI perde tempo, noi viviamo la nostra giornata 😉

      1. vedi che nessuno gli risponde si ridivide i due e anche tre personalità, e si risponde da solo applaudendosi ed incensandosi…

        è un po’ come il mercurio, hai presente? se lo urti si divide… in PALLine!!! 😀 😀 😀

      2. Tranquilla, angioletto, sei del tutto insignificante.
        Come tutte le altre, ovviamente 🙂

  21. chepalle non può essere una persona vera! è evidente che è elasti che fa autoironia, sennò non mi giustifico il presenzialismo su questo blog. cheppalle! ci sei solo tu qui!
    s.

    1. In TV ci va chi è ansiosamente alla ricerca di visibilità.
      O di riscontri.
      O di stampelle per il suo Ego ormai strabordante.

      A me di queste cose importa niente 🙂

      1. hai ragione… tu non sei affatto in cerca di visibilità… lo fai per noi povere casalinghe disperate, vero???? secondo me sei solo un segaiolo che non lavora, frustrato dal genere femminile nella vita normale ti sfoghi quì che almeno nessuno ti vede in faccia…. probabilmente vai dietro ad una donna con figli che non ti caga e usi questo blog per trasmettere la rabbia che hai per il genere femminile che fà cameratismo attorno ad una sua simile…. povero cucciolo che ha bisogno di dividersi in due dandosi anche le risposte pur di essere al centro di una conversazione che non gli riguarda, povera anima persa… un consiglio, ci sono tanti siti su cui puoi sfogare la tua cattiveria verso il pubblico femminile cercando approvazione da altri smanettoni segaioli come te … perchè non dai prova del tuo autocontemplato indipendentismo, guardati youporn, fai del sano autoerotismo, così ti rilassi e non rompi più!!!!!

  22. incuriosita dalla presenza di Elasti mi sono guardata anche io una puntata della trasmissiome in oggetto…ehm…sorry, ma neanche a me ha fatto impazzire. Forse ho beccato la puntata sbagliata ma l’ho trovata noiosa, banale e poco rappresentativa quindi povera di spunti. E poi Camila sta un po’ antipatica anche a me…sia in veste di sessuologa o pseudo tale, che nelle vesti della dark lady di “amore criminale” , sia ora che dispensa pillole di saggezza ai genitori. Boh, è una cosa a pelle!
    Comunque molto vere le riflessioni su tutto il mondo professionale che sta dietro un programma televisivo, sì, è affascinante!
    ciao!

  23. Io lavoro da dodici anni la domenica tutte le domeniche e tutti i sabati e tutte le feste comandate del calendario fino a 12 ore giornaliere e mi pagano 6,5 euro lorde l’ora. “Alla lunga, non è divertentissimo”.

  24. BUONGIORNO MIEI CARI PICCOLI PREMI NOBEL 🙂

    Mi sto ammazzando dalle risate, davvero: arrivare a immaginare che io sia Elasti che si sdoppia in un feroce critico di se stessa per ravvivare il suo blog è la prova lampante di quanto siete…. no, dai, gli insulti diretti ho deciso di evitarli 🙂

  25. Wow! Ho appena capito il perché dell’inutilissimo, a mio parere, libro sulla maternità di Camila. La trasmissione non l’ho mai vista però trovo interessanti i dietro le quinte in generale!

    1. Sono convinta che quella cinica opportunista di Camila-Fronte Ampia-Raznovich si è fatta mettere incinta un’altra volta solo per poter continuare a spacciarsi per un guru della maternità… 🙂

      1. Camila e tutte quelle che “girano” la maternità in modo simile e con una certa possibilità economica – e ci metto anche le ospiti, mi dispiace, molte bloggers – non hanno idea di cosa vuol dire davvero essere mamme lavoratrici ; attenzione ho detto LAVORATRICI, non “ho un’occupazione che mi gratifica e mi fa sentire donna oltre che mamma”, il problema della Raznovich qualche tempo fa era “come fare a far sopportare 13 ore di aereo alla piccola per andare alle Maldive, qualcuno ha qualche consiglio da darmi?”
        Altro problema in trasmissione: “quanto tempo deve passare dal parto per sottoporsi ad interventi di chirurgia plastica?”
        Fateci un favore…..andate alle Maldive, vai!!

  26. Cheppalle è chiaramente un omosessuale represso, è lampante da come scrive. Peccato. Avesse una vita appagante e fosse apprezzato, non sarebbe niente male.
    È triste vedere come certa gente si faccia governare dall’ormone in cassa integrazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...