Nonsolomamma

la mia prima rissa

“elasti, te lo dico: a cena solleverò un tema delicato con gli hobbit”
“un tema… delicato?”
il sesso, questo sconosciuto? il papà e la mamma si stanno separando ma lei ancora non lo sa? è arrivato il momento di spiegarvi cos’è il marxismo?
“molto delicato”
il papà si è fidanzato con il collega giapponese hiroshi e da oggi berrà solo tè verde? il papà ha firmato un contratto a tempo indeterminato all’università di otago, in nuova zelanda? il papà ha deciso di tatuarsi la scritta ‘i’ so’ d’ bar” sul tricipite?

“ah… posso avere un’anticipazione?”
“oggi, quando ho portato lo hobbit grande dal dentista…”
“sì…”
“tornando in metropolitana…”
“sì…”
“abbiamo assistito a una scena bestiale”
“una scena bestiale???”
“sì, pazzesca. violentissima. impressionante”
“oh mamma. racconta!”
“due ragazze… due adolescenti…”
“sono state rapinate? accoltellate? stuprate?”
“no, no… ma guarda è stato scioccante!”
“…”
“litigavano”
“con chi?”
“tra loro! si dicevano delle cose terribili”
“tipo?”
“tipo: ‘tu dicevi di essere la mia migliore amica???’ e sbam una sberla. una tirata di capelli. un’urlata! e poi una diceva all’altra: ‘zoccola!’. probabilmente litigavano per un ragazzo”
“e tu e lo hobbit eravate lì a guardare?”
“non a guardare apposta, ma, insomma, siamo passati quando queste due si davano mazzate come furie”
“si sono fatte male?”
“non so. a un certo punto una ha anche tentato di strappare la maglietta all’altra…”
“ma nessuno è intervenuto a dividerle?”
“sì. un ragazzo. forse un loro amico. infatti la maglietta non si è strappata”
“meno male… e pensi sia il caso di parlarne a tavola stasera?”
“assolutamente. lo hobbit è rimasto molto colpito”
“e cosa ha detto?”
“ha detto: è la mia prima rissa”.

38 thoughts on “la mia prima rissa

    1. 😀 e meno male che uso la bici. se usassi i mezzi tutti i giorni mi sembrerebbe di vivere dentro un film e arriverei a casa la sera stremata.

      1. In effetti sui mezzi pubblici se ne vedono proprio di tutti i colori e ti posso assicurare che più volte mi è capitato di assistere a delle risse, poi per fortuna si incontrano simpatici signori che regalano le golia….

  1. Lo so che non c’e’ niente da ridere davanti a una rissa, ma grazie per avermi fatto ridere a bocca larga con l’incipit di questo post!

  2. in fila alle scuole medie, una ragazzina, che a quei tempi mi sembrava una “ragazza” (con tutto quello che voleva dire), mi prendeva spesso in giro, non ricordo chi di noi due cominciò, ma ci tirammo i capelli, qualche spinta, qualche manata in faccia. mi è capitata di rivederla ma simpatia non me la ispira nemmeno ora!

  3. Non è mai troppo presto per iniziare a parlarne e cogliere l’occasione di una scena vista per caso, è sicuramente una buona idea.
    L’importante è seminare con i figli, quotidianamente.

  4. Mamma mia, ho temuto per un attimo che fosse successo qualcosa a loro… persino qui (in Svizzera, paese notoriamente tranquillo) certe cose succedono, e ne ho viste anch’io sui mezzi pubblici. Sono d’accordo sul fatto che si deve assolutamente parlare di quello che si è visto ma soprattutto ascoltare quello che i bambini hanno recepito della situazione, per poterli aiutare a interpretare.
    Gli inconvenienti di vivere in città… in bocca al lupo!

  5. Sono curiosa: cosa gli ha detto? No, perchè di litigate, tra loro, i ragazzini ne fanno, eccome. Il problema è che il mio maggiore (seienne) è uno che gestisce la cosa parlando, ma gli altri bambini non fanno altrettanto, con beneplacido delle madri. Io sono arrivata al punto di dirgli che, se qualcuno gli mette le mani addosso (spinte o altro, per il momento), deve dire, con aria molto cattiva, “non permetterti più di fare una cosa simile, altrimenti la prossima volta ti do un calcio”.

  6. Abitavo a chinatown a Milano, e di risse ne ho viste a palate… Anche ad asciate se vogliamo precisare… Le ricordo tutte. Sono cose brutte e basta

  7. Di solito sono i maschi i più “testosteronati” e quindi con il muscolo pronto a schizzare, ma le femmine, quando ci si mettono, hanno una grande cattiveria…
    Raccontaci qual è l’esito della chiaccherata!

  8. questa sì che è un’idea: dopo nonsolomamma e nonsolodue, ecco il terzo lillo-libro: nonsolosoviet, il marxismo spiegato ai bambini! 😀 😀 😀

      1. naaa, non ce dice
        nonsololenin, anche, o nonsologulag
        Ecco, nonsologulag mi piace
        Da non confondere con nonsologulasch, quello è il lillo-libro di lillo-ricette, tipo quello della clerici o quello della parodi.
        Domandona esistenziale: come starebbe la delillibus alla clerici, tutta bionda coi boccoli? 😀 😀

  9. udioudioudio sto ridendo da matti e mi ci voleva proprio in questi giorni!
    poi ci dici anche come è andata la chiacchierata?

    aspetta, non che le risate vogliano incitare alla violenza, ma dal crescendo delle tue domande mi immaginavo che strage si fosse verificata e invece….

  10. Beh parlo da adolescente. Di scene come queste se ne vedono spesso, ma se devo dire la verità nella scuola nuova non ho ancora visto una rissa femminile, probabilmente perché l’ambiente comprende soggetti più maturi… però quando ero alle scuole medie diciamo che ogni giorno all’ora di pranzo si faceva il capannello davanti al cancello per vedere la rissa quotidiana tra ragazze… e se quel giorno non c’era… rimanevamo stupiti. -.-” È vero: i maschi sono più pieni di testosterone ma alla fine sono tutti più bambini e fratelli tra loro, mentre tra le ragazze si formano molte più rivalità. Così anche se le risse tra maschi sono meno correnti, rimangono comunque qualcosa che non provoca lo stesso “brivido” di quelle tra femmine che sono sì più correnti, ma sono anche più interessanti di quelle tra maschi, perchè quando litighiamo diventiamo crudeli ed isteriche ed il litigio ha sempre una ragione!

  11. che spasso le prime righe elasti!
    sarei curioso di sapere il tono dello hobbit quando ha detto della prima rissa…? …come ne è rimasto?

  12. in controtendenza: viva le pari opportunità di rissa!
    abbasso il papà disgustato!
    la violenza si evita con l’esempio e non con le parole, soprattutto se alle parole dolci si alternano quelle violente…
    lo dico a me mamma per prima…

  13. Proprio qualche giorno fa due ragazze si sono accapigliate al corso di pattinaggio sul ghiaccio, ovviamente per futilissimi motivi e non vi dico la fatica che ho fatto a separarle.Eta’20 anni.Tirate di capelli, graffi, collant strappate.E ogni genere di insulti.Tante altre ragazze ad assistere divertite ed io che cerco di separarle..vi lascio immaginare:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...