Nonsolomamma

lui

lui è il piccolo, l’elasti-fidanzato, colui per cui lei ha lottato, ha sfinito e ha vinto. “inizierò a volergli bene sul serio quando avrà tre anni”, aveva detto mister incredible. non è stato esattamente così ma solo ora, a un mese dai fatidici tre, stanno diventando amici sul serio. con lui è stato amore a prima vista, con lui è uno scambio di sguardi amorosi, di moine sdolcinate, di “io sono il tuo gattino, tu sei mamma gatta-io sono papà, tu sei mamma-io non vollio nessuno, solo mamma mia-pucci pucci-tesoro-tesora” tanto che gli altri membri dell’elasti-famiglia, quando li vedono, si coprono occhi e orecchie e manifestano il loro virile disgusto per cotanta melensaggine.

lui è un bullo. estroso, simpatico, cialtrone, seduttore, istrionico ma pur sempre un bullo, prepotente e tronfio. “è tutta colpa tua! vedi, elasti? a furia di guardarlo con quegli occhi da triglia, lui pensa che il mondo sia suo” “non è vero! non è colpa mia. è che ha un brutto carattere su cui bisogna lavorare parecchio”.

lui ieri è andato all’asilo con la maschera da sub, oggi con un cappello a falde larghe di cammello trafugato da casa di nonna J. lui ama le bambole, le borse a tracolla, la scopa, il mocio, l’aspirapolvere e noemi, che ha cinque anni e lo usa come toy boy.

lui è lo hobbit piccolo. oggi ha lanciato lo yogurt alla banana sul muro della cucina della casa nuova. un meraviglioso muro color ottanio, fresco di pochi giorni, che elastigirl aveva sognato per mesi. lo ha fatto per dispetto, perché lei era impegnata a parlare con gli hobbit più grandi. lei lo ha spedito fuori dalla cucina, anche se per un momento avrebbe voluto spedirlo fuori dalla finestra. lo ha sgridato e poi gli ha detto che, siccome era arrabbiatissima, non aveva più voglia di parlargli, per tutta la sera.

lui ha taciuto, sempre, guardandola di sottecchi. lei lo ha portato a letto senza coccole. lui non ha proferito parola. dopo un po’, dal buio della stanza, con tono casuale e ciarliero, una voce piccola ha domandato: “mamma, sei contenta ozzi?”. lei non ha risposto.

192 thoughts on “lui

  1. No, la Delillo non fa niente a caso. forse è per questo che molte lettrici si sentono “trendy” a leggere il blog?
    Sicuramente è internazionale, aggiornata, impegnata, forse non bella ma interessante, insomma, tutto quello che ci vuole per far funzionare un blog e un personaggio.
    Che c’è di male se lo seguiamo in molte? comunque concordo che ultimamente è un po’ troppo “rosa” e disimpegnato per i miei gusti, nonostante l’Africa
    Alessandra

    1. La De Lillo si adegua al suo pubblico: il blog è per quelle che qualcuno ha definito “mammette italiote”, intendendo donne senza pretese dalla non fulgida intelligenza.
      Se qualcuna di voi la segue anche su D di Repubblica avrà notato che da un annetto a questa parte i suoi articoli settimanali non parlano praticamente più di famiglia, bambini e robine familiari, ma si sono fatti più densi e profondi, meno “mammeschi” e più sociali, meno buffi e più riflessivi.
      Io personalmente preferisco la sua versione “intellettuale”, perchè ne ho abbastanza, dopo sei anni, dei soliti aneddoti sui bambini che, c’è poco da fare, sono diventati ripetitivi.

  2. quando il piccolo avra’ 12/20 anni non se la filera’ piu’ di pezza,quindi meglio goderselo adesso con tutti i suoi capricci.La mamma che non ti parla è la peggior punizione per um bambino ,mia madre avrebbe avuto qualcosa da insegnare ad Hitler su questo.Il color ottanio,una volta verde petrolio,è un colore bellissimo.E’,pero’,un colore da ragazza.sopra i 30 rattrista. Quando mi sono sposata negli anni 70 avevo la casa ogni parete un colore.Ora tutta bianca.è piu’ riposante

  3. a me Elasti sembra sgnacchera. La prima volta che ho visto una sua foto mi sono scervellata a cercar di capire a quanti anni avesse avuto i suoi figli visto che 3 anni fa ne dimostrava 25, me la immaginavo con una storia particolare tipo madre a 16 anni.

    1. Mi sembra commento buono e giusto.

      Mettere un color ottanio in cucina con tre maschi piccoli e scatenati… non mi sembra un’idea brillantissima. E’ come mettere un intera collezione di vetri delicati sul tavolino della sala.

  4. Cavoli Elasti, leggendo i commenti ho capito che hai un sacco di fans fichissime e argutissime. Che per inspiegabili motivi passano di qui e si stupiscono di trovarci mamme italiote spesso stanche e che considerano il tuo blog un piacevole e irrinunciabile diversivo. Pero’ non solo italiote, anche svizzere 😉 ragazze fichissime e argutissime, take it easy!

  5. Che pessimo tono i commenti di cirtica sull’aspetto fisico.
    è ovvio che una persona può risultare più o meno bella agli altri ( io l’ho vista in televisione e mi sembra molto nella media, affatto brutta )
    Ma questa precisazione è stato solo ed esclusivamente per offendere e far del male.
    Lei stessa più volte ha fatto capire che si, se ne infischia dell’aspetto fisico ed è molto più concentrata sull’intelligenza e sull’essere interiore, ma ogni tanto la donna che è in lei esce fuori e si vorrebbe più magra, più truccata, più pettinata, meglio vestita…..
    Come del resto tutte noi, mamme e donne nel 2012 ci sentiamo sempre sotto pressione, dobbiamo essere belle e attraenti, anche se siamo sui 40 (anni) e quindi tutte in palestra a sudare e dall’estetista.
    Iole sei veramente pessima e la tua invidia è esplosa nell’insulto.
    Povera piccola invidiosa, ma toglimi una curiosità,
    ma sei tanto bella quanto Elasti è brava, grintosa, umana, piena di culturata e di successo? sei la Belen de Noantri ????
    ( e pensa che io non sono neanche una sua devota, e tante volte sono in completo disaccordo con i suoi metodi di insegnamento, di vita e i suoi ideali, ma il mondo è bello perchè vario, rispetto la diversità da me, ci so stare al mondo, io!)

      1. Perchè a chi non è invidioso di stare a criticare gli altri (particolarmente sull’aspetto in cui uno è più debole) non gliene frega proprio niente!

  6. Carola e Iole, che poi è la stessa persona, non nuova a questo blog.
    Ci sono stati in passato episodi molto spiacevoli legati ai suoi interventi ossessivi, persecutori, insultanti e provocatori rivolti a me e agli elasti-lettori.
    con l’indirizzo IP 89.17.160.32, è in passato intervenuta come Cheppalle!, Mira, CUKI, Jersey, Sharlee, Alessia Nardini, Macy, Sarah, IL TROLL. è stata segnalata e bannata in vari siti, tra cui wikipedia come disturbatrice.
    Evidentemente inondare la rete di veleno è un’attività che la diverte parecchio. Il fatto che manifesti il suo malessere in questo modo, per giunta da un ufficio pubblico in orario di lavoro, non le fa onore.
    Riporto qui quanto scrittole in passato dal mio webmaster, in seguito ai suoi atteggiamenti persecutori, divenuti insostenibili, solo per evitare che infesti nuovamente questo blog con i suoi insulti gratuiti e fuori luogo.

    “Mi preme farle sapere, inoltre, che oggi ci sono servizi online che permettono di geolocalizzare la posizione di un IP, quindi pensare di essere totalmente anonimi è un grave errore. La Polizia Postale conoscendo un IP e incrociandolo con l’orario di connessione risale tranquillamente al pc connesso in quel momento, anche quando l’IP è dinamico.
    Io per il momento mi fermo qui:
    http://whatismyipaddress.com/ip/89.17.160.32
    http://www.lgnet.it/index.php?ip=89.17.160.32
    http://www.ip-adress.com/ip_tracer/89.17.160.32
    http://www.geoiptool.com/it/?IP=89.17.160.32

    Per concludere la metto al corrente che abbiamo installato un plugin in wordpress che permette di negare completamente l’accesso al sito ad un determinato IP”.

    Al prossimo commento sgradevole, consapevole di dove possono arrivare i suoi interventi ossessivi e debordanti, saremo costretti a bannarla”

    1. Ah, ah, ah! Che organizzazione da CIA! dunque siamo tutti spiati e riconoscibili?
      Riguardo a Carola, Iole, chepalle tc. etc, lascia correre e sii superiore. Ci siamo cascati tutti, ma dopo quello che hai scritto penso che il suo stile sarà perfettamente riconoscibile. Buon inizio nella nuova casa
      Ilaria

      1. A questo punto la curiosità di saperne di più sull’inquietante signora (?) della regione Veneto che si diverte a disturbare i siti degli altri in maniera sistematica e, a questo punto, anche banalmente ingenua è alle stelle. Ma so che tu sei una vera signora e, giustamente, non la soddisferai (la curiosità). Hai dato una bella lezione di civiltà e sana reattività che ti fanno onore.
        Ilaria

      2. elasti, hai fatto bene a mettere i puntini sulle “i” … è ora che questi esseri rancorosi capiscano che la rete non può nascondere la loro meschinità … senza essere un’adepta adorante, non vedo perché dovremmo accettare di essere sminuite noi commentatrici e giudicata in base ad un presunto aspetto fisico (ma che ne sappiamo noi? Elasti ha forse reportage fotografici all’ Angelina Jolie, che mettano in evidenza ogni sua singola cellula ???) Claudia ? che mi frega, a me che leggo con piacere le varie avventure, di vita quotidiana o meno, dell’aspetto fisico di Claudia ? insomma … che c’azzecca ? rilassatevi e andate altrove, thanks !!! antonella-quadri-mamma

      3. io l’avevo capito dal primo rigo che era la cara chepalle…stile riconoscibilissimo..e non ho nessun sistema di controllo!
        pensa che figura di m….
        una o uno che passa la vita a fare questo deve essere molto triste..
        molto

  7. mmmmhhhhh….. geloso dei fratelli? non credo…
    per me ha marcato il territorio nella casa nuova.
    e tu elasti prima di scrivere, la prossima volta, truccati!
    santa pazienza!!!
    :*

  8. Mi dispiace per l’ottanio.
    Però dai, di muri ottani è pieno il mondo, il muro ottano banana l’hai solo tu 🙂
    Mi chiedo: esiste uno yogurt color ottanio? 😀
    Un abbraccio.
    PS: Anche il mio bambino dice che “Papà lavora all’ombra poi aereo CADE a Milano”.

  9. che esseri che esistono……………………………………..mi riferisco a iole alias carola ,chepalle, ecc ecc……………. evidentemente nun cià niente da fà,solo rompere il ….al prossimo……………che pena…….
    Antonella

  10. Te lo dico? Secondo me è colpa degli occhi da triglia, la nomina a fidanzato, ha ragione il resto della famiglia a guardarvi con distacco.
    Come ha detto una volta un tuo lettore sei un po’ Circe (ami stregarli i tuoi uomini) ma anche un po’ Penelope.
    Siccome sei una super eroina saprai contenere i tuoi slanci amorosi verso il terzo, o almeno dargli un freno al momento opportuno.
    Mr I è un po’ algido : aspettare quasi tre anni per diventare amici mi sembra un periodo lunghino. La permanenza in UK l’ha plasmato.
    Te lo dico ? La cucina colore ottanio (petrolio?) andava schiarita e ci ha pensato “lui”.
    Te l’ho detto.

  11. li ho contate: risposte al commento sulla severità (sculacciata si, sculacciata no) che potevano far nascere un’interessante e costruttiva discussione sui diversi metodi educativi > 7 (più quelche mommento qua e la)
    – risposte al commento sull’estetica (de lillo bella vs de lillo brutta, è lecito dirle che è brutta vs non è lecito dirle che brutta) > 30!!!
    come ci ha definite Iole? mammette italiote? beh! ha perfettamente ragione!
    ma Elasti! è veramente questo il blog che volevi? ok zero insulti, ma anche zero discussione! è un po’ di tempo che i commenti sono diventati illeggibili, solo urletti di giubilo e corse all’anch’io anch’io… ci siamo perse i “prima!” ma non è che il livello si sia comunque alzato!
    dimmi Elasti! è questa la tua casa? il posto che volevi?

  12. Non sono riuscita a leggere tutti i commenti, troppi, ma ho potuto notare la polemica sull’aspetto fisico. Volevo solo aggiungere questo:
    E’ inutile che ci indigniamo guardando “Il corpo delle donne”, che ci lamentiamo della Gruber ennesima vittima del botox e del bisturi, che ce la prendiamo con il berlusconismo televisivo che ci ha propinato e ci propina donne giovanissime o rifatte come Moira Orfei, è inutile che ci scagliamo contro la cultura da Uomini e donne che mette al primo posto, per le donne, la bellezza, e poi la disponibilità a spogliarsi, e poi, molto, molto dopo, altri attributi un po’ differenti, come la capacità di utilizzare i congiuntivi.
    E’ inutile che invochiamo una moratoria sulle tette sbattute addosso come un’arma di distrazione di massa, e che ci domandiamo come mai le donne in tv dopo una certa età o spariscono o si presentano plastificate.
    E’ inutile, se poi siamo capaci di discutere ancora della bellezza/bruttezza in questo modo osceno.
    Io sono contenta che le presentazioni di libri, comparsate in tv ecc ogni tanto le facciano anche donne comuni!!
    Elasti fisicamente non è brutta, e non è bella, è come la nostra collega o vicina di casa, come noi stesse o la tabaccaia all’angolo, è normale. Né più, né meno.
    A forza di guardare pin up o tristissime sirene cinquantenni chirurgicamente modificate non sappiamo più riconoscere la normalità, se un volto viene incorniciato dal riquadro della tv deve essere finto, o sennò ci sembra brutto. Ma cosa hanno fatto al nostro gusto, alla nostra percezione della realtà? Questo sì che è lavaggio del cervello.
    A me le donne normali piacciono, mi fanno sentire a casa.
    E comunque anche solo il fatto di fare della sua bellezza un argomento di discussione e di critica ci fa rientrare nei meccanismi malati sopra descritti. Come quando Berlusconi cerca di ridicolizzare la Bindi prendendosela con il suo aspetto.
    Il fatto che sia una donna a riproporre questo atteggiamento da caverna (tutto italiano, tra l’altro) è sconcertante. Ma non mi sorprende. Sono le donne a perpetuare con maggiore accanimento certi stereotipi, purtroppo.

  13. Che tipi formidabili che sono, ‘sti piccoletti…Sanno che sei arrabbiata eppure ci provano a fare la pace.
    Elasti io credo che avesse già capito tutto e fosse pronto a chiederti scusa …a me quella vocina piccola che ti chiama nel buio mi ha fatto un buco dentro.
    Pace fatta adesso? ; D

  14. Anonimo 66: Infatti quando non arrivavano i troll le discussioni riuscivano molto meglio, ma per qualche ragione, immagino per via della sua popolarità, questo blog attira diverse persone che hanno qualche conto da regolare con la maternità. Le note sulla presunta bruttezza dell’autrice e sull'”annientamento da maternità” delle commentatrici fanno parte dello stesso registro insultante che non dà critiche ma cerca lo scontro. Caso mai mi leggesse la dipendente della Regione Veneto che bombarda questo blog fino ad autorispondersi da sola per creare flames: quello che stai facendo non è così tanto normale, se ti vuoi un po’ di bene, alza la cornetta e chiedi aiuto…

    1. ciao, sono l’anonima 66
      la mia perplessità però non era tanto per il troll quanto per le risposte, tutte pronte a rispondere ad un troll ma (quasi) nessuno a mettersi in discussione sui meteodi educativi.
      il troll ha dato il via ma poi siamo NOI commentatori che decidiamo a quale discussione partecipare.

      1. Questo è vero, anche se per esperienza noto che le provocazioni del troll sono quelle che monopolizzano le discussioni in thread inutili – ma succede in tutti blog e forum.

  15. cara elasti, una nota personale…. sto combattendo una battaglia difficile, di quelle per cui ci vuole una buona dose di coraggio, di quelle durante le quali ti senti dire che non ne vale la pena o, peggio, che non sei abbastanza brava così che ti viene il dubbio che tu non sia legittimata a difendere i tuoi sacrosanti diritti… scusa lo sfogo, questa nota era solo per dire che la tua reazione mi ha aiutato a riappropiarmi di una sana assertività !

  16. Avevo già visitato il tuo blog tempo fà e oggi a verissimo parlando di blogspot hanno menzionato il tuo facendo vedere la home page. Lo sapevi già ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...