Nonsolomamma

anti-stress

stasera, in cucina, prima di cena.
“ciao, elasti. che stai facendo?”
“ehi, ciao eliza. sto preparando la cena. mangi con noi?”
“non so… forse no, anzi sì. non so. posso fare qualcosa?”
“se vuoi, puoi apparecchiare. ma… che ti succede?”
“niente. niente. no, niente. tu hai mai chiesto soldi a qualcuno per l’università? o per un master? o per un corso post universitario? hai mai dovuto convincere qualcuno che sei la migliore? che meriti veramente i suoi soldi? hai mai scritto una lettera in cui devi spiegare perché bisogna investire in te?”
“no, veramente no. in italia, almeno quando studiavo io, non era una pratica molto comune chiedere alle aziende un finanziamento”
“ah. invece in america è una cosa comunissima. e io lo sto facendo ora per un corso fantastico a cui mi hanno accettata da settembre. il problema è che la scadenza per fare domanda è tra pochissimi giorni e io… io non sono capace di fare queste cose. mi agito. mi agito. vedi come sono agitata? tremo tutta!”
“forse dovresti staccare un po’. è tutto il pomeriggio che sei chiusa nella tua stanza. magari dopo cena puoi andare a farti due passi”
“idea geniale! farò due passi”
“oppure berti una camomilla”
“grandioso! berrò anche una camomilla”
“e farti un bagno caldo, magari con un po’ di musica di sottofondo…”
“fantastico suggerimento. farò tutto. devo assolutamente smettere di tremare e riacquisire lucidità. agitata. sono troppo agitata. questo è il mio problema”.

poi elastigirl, gli hobbit ed eliza si sono seduti a tavola. e lei, alla fine della cena, come se niente fosse, si è appiccicata un cucchiaino alla punta del naso. gli hobbit, ammirati, l’hanno  imitata. poi lei se ne è appiccicato uno al mento, poi alle guance e poi ha chiesto se c’erano altri cucchiani e ha promesso che li avrebbe lavati lei a mano, subito dopo, ma che era veramente necessario averne un gran numero. così lei e gli hobbit si sono appesi cucchiaini ovunque, leccandoli o alitandoci sopra per farli aderire alla faccia, e hanno riso come pazzi, camminando in giro per casa come zombie metallici. ed elastigirl ha fatto un raccapricciante filmino che i quattro zombie hanno visto e rivisto, compiacendosi dei loro virtuosismi.
“non tremo più”, ha annunciato eliza dopo l’attività serale. “non ho nemmeno più bisogno di fare una passeggiata, o di una camomilla, o di un bagno caldo. grazie. mi ha fatto proprio bene cenare tutti insieme”, ha dichiarato, prima di tornare in camera sua a chiedere finanziamenti.

ps di servizio. elastigirl domenica 17 marzo, alle 13 sarà a roma, per AMREF, insieme a concita de gregorio, fiorella mannoia, clara sereni, paola soriga e chiara valerio, all’auditorium parco della musica, nell’ambito del festival libri come, per l’incontro la mia africa. informazioni qui. se qualche elasti-lettore vorrà passare, lei ne sarà più che felice.

25 thoughts on “anti-stress

  1. e’ bella questa cosa, che un po’ della follia che abbiamo tutti, se opportunamente impiegata :-), aiuta a vivere meglio…
    grazie dell’info di roma, se posso passo di lì e ti vengo finalmente a salutare, visto che ti conosco da 4 anni…

  2. da provare anche buccia d’arancia tagliata a mo’ di dentiera e infilata sotto il labbro… effetto monster e risate garantiti!

  3. sono assolutamente ammirata dalle podezze di eliza e degli hobbit.
    poi volevo dire: è ammissibile solo perchè è per una buona e giusta causa ma sennò questa cosa di andarti a cacciare in un conciliabolo di femmine che sono la proiezione di tutti i tuoi modelli di “donna” mancati : Concita (aridaje) bella, astuta e coraggiosa e ienissima quando serve ; Mannoia !! (con quei capelli rossi che ce l’hai menata 30 anni che nella prossima vita vuoi nascere rossa, alta, diafana ed esperta si yoga..) e tutte le altre , sulla stessa china: sei proprio recidiva…:) 🙂 🙂
    almeno mettiti le scarpe con la stella marina per difenderti. che diamine 🙂 🙂

  4. Università = preparazione di figure professionali…per certe cose siamo proprio un altro mondo!
    Comunque la storia dei cucchiaini è fantastica, terapeutica come tutte le cose che fanno felici i bambini…stasera ci provo! com’era?..leccare e poi alitare?

    1. purtroppo ho una permanenza ridotta ai minimi termini causa hobbit che mi aspettano a milano. arrivo col treno alle 12 e riparto alle 4 ma se vieni lì un caffè ce lo prendiamo sicuro!

  5. Eliza mi porta indietro nel tempo…Nostalgici ed amati mesi da au-pair. Occhio che se si innamora della vostra famiglia forse deciderá di rimanere in Italia, come ho fatto io mettendo radici in Spagna.
    E pensare che ora probabilmente toccherá a me scegliere una au-pair:-DD

  6. Io pure avevo un anti-stress.
    Mi attaccavo una coda di pelo finto ai passanti dei pantaloni e me la accarezzavo. Poi però questo “bisogno di coda” aveva preso il sopravvento e…insomma è stata dura farcela senza la coda attaccata dietro!

  7. Sto rosicando assai molto più perchè io vivo a Roma ma domenica lavoro! Dovrò consolarmi pensando che la parte migliore di te la abbiamo ogni giorno .. che in fondo so già che hai la erre moscia, e che mentre sarai lì con le altre, anche io farò la mia parte per un mondo migliore.

  8. noooooooooooo mannaggia quanto mi dispiace che nel rimettermi in pari dei post che non ho letto nella mia assenza, mi sono perso questo in cui dicevi di venire a roma!!! uff… è dalla presentazione del primo libro (in quel giorno di pioggia in cui sono arrivato completamente zuppo) in che aspettavo un’altra occasione 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...