Nonsolomamma

niente di più

su un divano rosso, gli hobbit guardano con grande e inspiegabile, anzi spiegabile perché sono maschi, diletto “continuavano a chiamarlo trinità” con bud spencer e terence hill. elastigirl è accanto a loro, sullo stesso divano rosso in cui si sgomita un po’. e li guarda, con le loro teste rapate post pidocchi: marines in libera uscita cinematografica. e pensa che quei tre – il grande composto e assorto, il medio, irrequieto e logorroico, il piccolo, spaparanzato tra gli altri due, intimamente convinto di essere padrone dell’universo – sono sfaccimissimi, come direbbe mister incredible.
e pensa anche che in un momento così, con bud e terence vestiti da frati, con il sole che tramonta tardi e fa allegria, la radio dimenticata accesa in cucina, non ci sono moltissime cose che desidera, oltre a quelle che ha già.
a parte naturalmente la sconfitta dei peli superflui, un rapporto un po’ più sereno con il cibo e in particolare con il cioccolato che non tocca da un anno e più e l’astinenza è ormai cronica, un maggiore equilibrio, la capacità di non perdersi e non disperdersi, un periodo di almeno sette giorni consecutivi senza lavorare, scrivere, sentirsi in dovere di produrre qualcosa, un po’ di primavera seria, un paio di sandali con il tacco e il talento di camminarci comoda e disinvolta, il tempo per leggere un libro senza interruzioni endogene e esogene, una disponibilità maggiore verso ciò che esula dai doveri familiari e professionali, uno smalto per le unghie, blu, la possibilità di guardarsi da fuori, senza accanimento, l’assenza di inquietudine, la presenza di tante, tantissime idee. ma queste sono inezie.

ps di servizio.
elastigirl domenica 19 maggio sarà a spazio k a milano, in via spalato 11, con cristina donà, per questa cosa qui.

60 thoughts on “niente di più

    1. È sull'”a prescindere da tutto il contorno” che casca l’asino. Soprattutto se questo contorno è un uragano che ti squassa la vita.
      Qualche giorno fa il mio compagno mi ha detto “certo che nostro figlio è uno spettacolo. A parte quando urla come un’aquila, fa la cacca a mitraglia, si sveglia dodici volte in sei ore, si ammala, ti strappa ciocche di capelli e poi ride diabolico. Ma senza stavamo male?”
      🙂

  1. confermo su tutta la linea! a me succede quando Mini e Micro si abbracciano perchè in quell’istante si amano (l’istante dopo si menano). è pura estasi…salvo l’elenco di cui sopra che sottoscrivo.

  2. Bello lo smalto blu, l’ho preso e ho cercato di mettermelo cercando di sentirmi studentessa universitaria single e senza pensieri(tipo dopo un esame). E ‘ durato il tempo di due unghie…poi mi sono saltate addosso in due ed e’ finita la magia…la famiglia ti assorbe, il lavoro ti assorbe. Ma siamo noi in fondo che scegliamo di vivere così e siamo felici dell’una e dell’altro e che senza siamo solo vittime del tempo libero e del non sapere come impiegarlo.

  3. per quanto trovo splendido tutto ciò che ti circonda … che faticaccia tentare di restare equilibrati con tutti questi splendidi desideri … auguri 😉

  4. Non mangi cioccolata da un anno??!! Complimenti, io non ce la farei mai ma proprio mai…massimo tre o quattro giorni e poi ci ricasco…impossibile resistere alla cioccolata, e’il mio punto debole. Comunque adesso sto mangiando della panna cotta col caramello…eh eh!

    1. io …x amore..ho smesso di fumare quasi un anno fa e…da allora..non riesco + a mangiare la nutella o cioccolato fondente che adoravo…mi sa che mi sono “riappropriata ” dei sapori che il fumo in qualche modo confondeva e…weee ragazze la nutella è veramente disgustosa….e me ne dispiace proprio tanto perchè ci passavo delle seratine….

  5. Elasti, ma perchè ti vuoi torturare cosi’ tanto a non mangiare il cioccolato??? cioè nemmeno un po’ pochissimo? un bacione:-*

  6. Mi spiace per il rapporto complicato con il cibo, ma forse sei donna e un po’ va bene cosi’… Bud Spencer e T. Hill me li sono goduti da bimba e adesso li subisco saltuariamente in casa di amici ma immagino che quando hai figli tuoi sia tutto molto piu’ bello, anche le scazzottate. Un augurio per i tuoi desideri

  7. Mannaggiaaaaa domenica vorrei davvero esserci!!!! Ma la scuola materna del mio primo ha organizzato la gita di fine anno e… vuoi che me la perda?!? Spero ci sarà presto una prossima volta.

  8. sono andata sul sito di domenica:
    perchè la specifica “madri e figlie”?
    è un discorso al femminile?
    dopo anni dipendente cacaoinomane, il mio corpo lo rifiuta con l’intolleranza al nichel di cui il cacao è ricco… purtroppo non lo rifiuta la mente, ancora… mi faccio certe sniffate di nutella, apro il barattolo, sniffo e lo richiudo… però mi dura di più!!!

  9. Ma hai sviluppato un’allergia al cioccolato Elasti? Non posso immaginare 1 ANNO di astinenza.

    @ francesca # 15 La sniffata alla Nutella è un’immagine più potente del mega-barattolo di Nanni Moretti !

  10. Ciao; guai se ci fosse uno stato di “soddisfazione” e serenità totale… quello che hai provato ieri era un momento di questi, altrettanto contenta di sapere che di cose che vuoi fare ce ne sono ancora tantissime….
    Grazie

    Claudio

    P.S.: domenica ci sarò, “accoppiata originale” con Cristina Donà, sarà sicuramente interessante e divertente

  11. Io sono te… a rovescio. Dispongo di tutte le inezie immaginabili e possibili ma per ora sono sola su quel divano. Se però per caso hai voglia di venire a rovistare fra i miei smalti, sei la benvenuta 🙂

  12. Sono andata anche io sul sito linkato ed è apparsa una foto……e così quello è il divano rosso sul quale si sgomita per guardare la tv? Anche a me capita di guardare i miei tre maschi ed essere grata alla vita: di solito avviene quando loro già dormono, vado a dargli l’ultimo bacio prima di andare a letto e li ammiro così sereni e belli, avvolti nei loro sogni….
    Ale3

  13. Mannaggiatte elasti ma un giorno farai qualcosa di mattina cosi che una tua grupie come me possa venire a sentirti? Io nel pomeridiano del weekend lavoro seeeempre…. :((

    1. Anch’io, la tua groupie tedesca. Credi nella teoria del mondo piccolo? Nel nostro caso sono meno di sei gradi di separazione. Sono andata a scuola con Valentina Kastlunger, co-fondatrice di ZONA K.

  14. uffa però! questo week end portiamo le bimbe a vedere Venezia (forse sotto la pioggia)!! e siete praticamente dietro casa miaaaaa!!
    sai che non si capisce a che ora è il vostro intervento?
    in bocca al lupo
    mammagatta

  15. no elasti. senza cioccolato non si può…;)
    se proprio hai decisio di farne a meno, per mantenere un certo equilibrio universale mi offro di sostituirti nel tuo compito sociale…la mangerò io per te!!!

    PS quanta ne “vorresti”mangiare? 😛

  16. …Bud Spencer e socio a casa mia sono sempre andati fortissimo, non passano mai nemmeno ora che i figli sono oltre i 16 anni e le risate più grosse sono sempre, da anni, per i…..rumori diciamo “biologici”!!!!! (figlip+figlia+babbo)
    Ma in zona Firenze non vieni mai????

  17. Ti invidio. Nel tuo elenco manca “un uomo un po’ più presente”.
    Il mio manca da casa quanto e più del tuo, e nel mio elenco ci sarebbe stato…

  18. e Mister I in pianta stabile in Italia non lo metti????
    Che lasciasse finalmente Janet e stesse solo con voi!!! ahah
    Un abbraccio!!!

  19. Bud e Terence sono stati, insieme agli Elio e le storie tese, faro, sollazzo, gaudio e passione della mia infanzia-adolescenza-vita. Attualmente siamo focalizzati, per quanto riguarda i primi due, su “porgi l’altra guancia”(che consiglio). Buone visioni e buon divertimento!

  20. Spero che l’astinenza da cioccolato da un anno non sia prodotto influenza di Daniel. Perché anche lui lo fa, ed è una cosa che proprio non capisco. Contenimento sì, astensione mai 🙂

  21. Ultimamentre lo penso solo mentre dormono nei lettini come due angioletti…ammetto che qui riesco a sentirmi ”meno sola”, abbiamo tutte periodacci, lo so, passera’….

  22. Leggo sempre con piacere e curiosità quello che scrivi e a volte mi stupisce vedere quante cose possano avere in comune donne diversissime che neanche si conoscono.
    Non sono di Milano ma ho comunque guardato l’evento cui parteciperai. Vorrei chiederti se “Puliamo il linguaggio” è uno scherzo, è ironico o è una cosa seria. Prima di aver capito di cosa si tratti mi astengo da ogni commento.

    1. Dato il contesto in cui è inserito lo interpreto come un intervento ironico in cui si mostra come il nostro linguaggio tradisce il maschilismo corrente. Ma ovviamente attendo conferme dai presenti in sala.

  23. Ehm… “Sfaccimmissimi”… Siamo tutti adulti, qui, vero…?! o.0 Cmq: i western della coppia Spencer-Hill sono storia della cinematografia italiana, eh! Mica pizza e fichi! 😛

    L.

  24. Niente di più.
    L’elenco delle cose inutili: fisicaccio, sapere camminare sui tacchi, tocchi e ritocchi. Anche Elasti non è indenne a questi richiami, ma se la nonna ha sempre detto che l’aspetto fisico non è importante, chi glielo può avere messo in testa che con il fisico non ci siamo?
    La pubblicità? La mamma Jane?
    Comunque questo è un male comune, poche donne si sentono belle.Con il tempo si scopre che non basta . Ma allora qual’è il traguardo, non esiste.Si sposta tutte le volte che si raggiunge una meta. Tutto inutile allora, solo parole, tante parole che riempiono i vuoti.
    Ma dove è finita zauberei?

  25. Ottime, umane e sanissime considerazioni! Anch’io pensavo cose più o meno simili, qualche settimana fa, mentre spignattavo la cena ed ascoltavo le chiacchiere cinguettanti del mio piccolo e le risposte condiscendenti del grande… Oltre che un marito un po’ più a casa e forse qualche kg in meno…. Non desideravo altro. Nel frattempo sono successe un po’ di cose, ma mi rafforzano solo nelle considerazioni che facevo quella sera scaldando il sugo!

  26. Cara Elasti,al pensiero che non tocchi il cioccolato da più di un anno pur avendolo,immagino, sempre in caso,mi preoccupo.Come mi preoccupa il tuo scrivere di un rapporto poco sereno con il cibo:sembra una richiesta di aiuto….Avere così tanto autocontrollo sul cibo e quindi su se stessi mi fa paura.mi raccomando,attenta a non cadere in certi baratri può essere molto pericoloso.
    Se ne hai bisogno fatti aiutare
    con affetto

  27. Dibattito di oggi pomeriggio molto carino (forse dovevano esserci bimbi un pò più grandi), e tu e Cristina siete state davvero brave, peccato per i tempi stretti, era sicuramente un argomento da ampliare!
    Il commento di mia figlia settenne è stato “mamma ma hai sentito quel signore?? Ha insultato tutte le donne, non se ne rende conto??”
    L’ironia non è ancora arrivata a casa nostra…

  28. avrei voluto esserci, al dibattito.
    invece ero a fare la coda al temporary shop degli 1D con la mia undicenne…
    questioni di priorità!!
    me ne fate un resoconto, pls?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...