Nonsolomamma

i figli, come si fanno

questa sera, a tavola, mangiando pasta al ragù.

“io so come si fanno i figli”

“sul serio, hobbit piccolo? tu sai come si fanno i bambini? e come?”

“non ho detto che so come si fanno i bambini. ho detto che so come si fanno i figli”

“ah. e come si fanno i figli?”

“lo vuoi sapele?”

“sì, mi piacerebbe?”

“lo vuoi sapele sapele?”

“certo che sì!”

“allola: si plende l’aspilapolvele, si accende. poi si fa vluuuuuuu vluuuuuuu dappeltutto. e si fa un figlio”

“posso rivedere un secondo solo il movimento di braccia che devi fare con l’aspirapolvere ché non ho visto bene?”

“così: vluuuuuuuu vluuuuuuuu. e si fa il figlio”

“ah”

“capito adesso?”

“perfettamente. grazie”.

 

ps di servizio. domani, venerdì 15 novembre, alle 2030, elastigirl sarà a spresiano (treviso) nella chiesetta dei giuseppini a parlare di elasti-mondi, nell’ambito della rassegna novembre rosa organizzata dall’assessorato politiche sociali e pari opportunità del comune di spresiano. se qualcuno fosse nei paraggi e avesse voglia di venire, lei ne sarà felice.

49 thoughts on “i figli, come si fanno

  1. Ulteriori delucidazioni sul movimento delle braccia fatto dall’hobbit per mimare l’atto di fare i figli, please. Dimmi che non e’ lo stesso che si fa per suonare il clacson, ti prego, se no muoio dal ridere!!!

  2. Mia figlia, verso i tre anni e mezzo, rigorosamente la sera mentre, stravolti dalla stanchezza, apparecchiamo per cena: -Mamma, come entrano i bambini nella pancia?- Ma dico io, chiedermi semplicemente come nascono no, che mi ero anche preparata?!?

    1. Chissa’ perche’:
      1) ti placcano sempre in momenti in cui la lucidita’ e la stanchezza sono inversamente proporzionali in favore della seconda;
      2) l’ingresso ha un’attrattiva rispetto all’uscita

      1. estamos esperandole. Noi, insomma, l’aspettiamo e lo diciamo in tutte le lingue!… e di ciò siamo felici. Lia Rossetto (l’assessora)

  3. Ma santo cielo, ‘na robina, anche un piccolo meeting, uno sputo, un salutino a Castellammare di Stabia mai? Sempre a mille miglia di distanza? E non è che sono sedentaria, è che proprio è troppo. Anche Roma va bene, via, 200 km li posso fare.

  4. ma dove trovi tutta questa energia? andare in giro per l’Italia, fare interviste, presentazioni, e poi a casa seguire gli hobbit… sono in totale ammirazione!

  5. Eh, la domanda … Ma allora come hanno fatto i bambini a entrarci, nella pancia? Arriva, prima o dopo quella più classica. Ed è vero, qui di solito ci troviamo impreparati… Quando me l’ha posta il mio grande (si fa per dire)… Dopo che la sua amichetta 7enne, in auto bella tranquilla, gli aveva appena spiegato con calma e oggettività ‘da dove escono i bambini’… Ecco, forse per lo shock… Ho risposto che gliel’avrebbe spiegato papi…

  6. All’ape coi fiori ci arrivo. Alla cicogna pure. All’aspirapolvere faccio fatica. Da chi l’ha sentita? (Tra l’altro torno adesso dall’ultimo film di Zalone in cui interpreta un rappresentante di aspirapolveri, ho riso parecchio. La storia di tuo figlio l’avrebbe sicuramente inserita da qualche parte)

  7. Noi per ora abbiamo arginato il problema con una spiegazione vera ma “generica”! Più che altro 2G era interessata all’uscita dalla pancia, dato che lei è nata con cesareo e la sorellina con parto vaginale. Averle spiegato che la cicatrice è un sorriso che mi ricorda la sua nascita, l’ha molto aiutata ;). Certo per qualche settimana raccontava a tutti che la sorella sarebbe uscita dalla vagina perché: “non c’è mica una porta nella pancia della mamma”…poi dopo poco l’interessa è svanito, per fortuna 😉

    1. Che bella questa cosa del sorriso, se mai la mia piccolina si interesserà della cosa le risponderò anch’io così…è dolcissimo. Speriamo che anch’io riesca ad avere il prossimo/a con parto vaginale, mi piacerebbe molto!! un salutone

  8. ma tu sei riuscita a restar seria? No perchè i miei (giustamente) si offendono se anche solo sorrido ad uscite di questo tipo…ma come si fa a star seri…

  9. Qui Spresiano!!! Donne mamme accorrete ! La chiesetta – sconsacrata- dei Giuseppini è vicino alla biblioteca di Spresiano ! Vi aspettiamo ! Lisa

  10. Il mio quasi treenne guardando il pancione prima mi ha chiesto: “mamma quando esplode la pancia che esce il fatellino?”
    Mi sembra meglio l’aspirapolvere!

  11. il mio piccolo di tre anni (e-mezzo-quasi-quattro, ci tiene a specificare) chiede da un po’ un fratellino. L’altro giorno la zia di mio marito gli ha detto candida “di a mamma e papa’ di comprartene uno”. Lui seccatisimo “ma no! ne voglio uno vero, di quelli che ci sono nella pancia!!!!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...