Nonsolomamma

dal giorno uno al giorno cinque

il giorno uno era sabato e non se ne è accorta, occupata com’era a buttarmi da scivoli psichedelici e psicotropi di un parco acquatico abbastanza trash ma irresistibile. il giorno due c’erano 20 amici intorno e si festeggiava il suo compleanno e lei, reduce da mesi di clausura e solitudine, mica si capacitava che potessero essere tutti lì, per lei. e che le volessero ancora bene. se ne è  accorta nel tardo pomeriggio ma era felice e ottimista e ha pensato “passerà”. il giorno tre si è un po’ agitata e poi è arrivato un messaggio che diceva “sarà una cosa lunga” ma ha continuato a sperare nelle meravigliose sorti e progressive della tecnologia. il giorno quattro ha avuto un mal di pancia e una gran secchezza delle fauci. non è riuscita a dormire e mentre realizzava che, in quel buco nero, c’erano finiti nove anni della sua vita privata e professionale, le veniva il mal di mare e le si increspavano la fronte e i capelli. il giorno cinque il suo blog era ancora al buio. c’è un disco rotto, un server francese che ha un ticket aperto ma evidentemente non se ne cura, tutto è fuori dal suo controllo e dalla sua comprensione e soffre di tachicardia. domani sarà il giorno del panico isterico, o magari delle bolle psicosomatiche. insomma, non vive tutto questo con il signorile distacco che vorrebbe. e aspetta e spera che gli ignoti problemi, prima o poi, si risolvano.

3 thoughts on “dal giorno uno al giorno cinque

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...