Nonsolomamma

domande senza risposte

“cos’è la vita?”
“la vita è quella in cui siamo dentro adesso. in cui camminiamo, ridiamo, mangiamo, ci facciamo la doccia, dormiamo e ci svegliamo”
“ah. ma la vita lo sa quando dobbiamo moRiRe?”
“non so, hobbit piccolo. credo di no. credo che nessuno sappia quando dobbiamo morire”
“nemmeno la vita?”
“direi di no. e comunque, anche se lo sapesse, non ce lo direbbe”
“be’. ovvio. la vita ha i suoi segReti”
“già”
“e mica ce li viene a diRe a noi”
“no, appunto”
“mamma…”
“sì?”
“sai sputaRe lontanissimo?”.

17 thoughts on “domande senza risposte

  1. cioe’: e’ un mito! chiudere con “sai sputare lontanissimo?” e’ proprio il modo migliore di chiudere certi momenti di esistenzialismo acuto! 😉
    almeno hai la certezza di non averlo turbato con le tue risposte..
    Claire

    1. come si fa? ci possono riuscire anche le femmine? 😉
      mio moroso fischia (senza dita) fortissimo e io fischio solo musica..
      Claire

      1. ci sono due metodi:
        1. ripieghi la lingua su se stessa e poi ci appoggi sopra pollice e indice uniti, come quando fai il gesto di “ok”;
        2. come sopra, poi avvicini gli indici e medi tra di loro e poi unisci le punte dei medi a formare un angolo acuto.

        è più facile a farsi che a dirsi 🙂
        e comunque mi manca ancora di imparare a rompere l’uovo con una mano!

  2. io sì. sono un campione. se è interessato comunica al nano che sono disponibile per lezioni pvt. sputare lontano è un diritto di ogni maschietto.

  3. Mio figlio (7 anni) è in una fase di domande difficilissime, il tema è “chi sono i cattivi di Batman”? Il fatto è che sono tantissimi e io ne conosco pochissimi e lui infierisce chiedendo chiedendo chiedendo ???

  4. Un pensiero affettuoso alle maestre che in questo momento pensano che avranno in classe a settembre bambini di prima elementare!

  5. sarà il periodo… mia figlia ha passato tutta la serata di ieri a fare domande (a volte incomprensibili, per cui ero anche tacciata di non capire nulla…) sui bambini, i genitori, la vita, la morte…

  6. Ciao! Io i “momenti di esistenzialismo acuto” come li chiama Claire, di solito li chiudo con “pol’essere” o “havisto” (hai visto), che van sempre bene.
    Ma da oggi adotterò la domanda “sai sputare lontano?”. E’ di grande effetto scenico! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...