Nonsolomamma

13

ehi tu, sì dico proprio a te che ti dai un sacco di arie. tu che sei l’apripista, privilegiato e vittima, che ti godi tutte le prime volte e paghi tutti i nostri errori di genitori impreparati.
ciao tu, ruvido, sfuggente, ragazzino e uomo, che sai essere irresistibile e detestabile negli stessi cinque minuti, che puoi sedurre un momento e respingere quello successivo, che mi incanti e mi esasperi cento volte dentro il medesimo giorno.
ehi tu, che pronunci parole bellissime e hai pensieri acuti, che hai un udito finissimo e senti ogni cosa, che mi capisci con solo uno sguardo, che sei capace di ironia e accoglienza e intuito.
ehi tu, che sei possessivo e geloso, che dici che ti imbarazziamo anche quando facciamo i normali, che fai finta di bastarti ma, appena entri in casa la prima domanda è: “dov’è la mamma?” con quel tono perentorio e preoccupato e con quel vocione… ma come è possibile che ti sia venuto un vocione così? quando è successo? forse una notte, mentre dormivo.
ciao tu, spalle larghe, petto in fuori, braccia da grande, alto più di me, che mi abbracci, in quel tuo modo virile e spigoloso, e domandi: “perché sei così piccola, mamma?”.
ciao tu, che hai il talento di far uscire tutti dai gangheri, me per prima. che hai spine da riccio, che ti irriti, che rispondi male ai tuoi fratelli, che fai giochi scemi e alla fine qualcuno si fa male e non sei mai tu.
ehi tu, capace di enorme tenerezza e di sottile, esasperante arroganza, aggrovigliato, arguto, perspicace, maturo e bambino.
ehi, tu, che quando siamo da soli parliamo moltissimo e ci capiamo e discutiamo ma non litighiamo mai. che ogni tanto ci fai disperare ma di te siamo orgogliosissimi.
ehi, tu, che sembra che tu sappia già tutto, che niente ti possa stupire, che sia superiore ma poi, quando non ti guardiamo, si vede benissimo che sei felice di essere dove sei.
ciao tu, che oggi, per il mio compleanno, a pranzo, per tutti i miei amici, hai fatto il pane. ed era buonissimo anche se, mentre impastavi eri così nervoso e saputello che nemmeno ti si poteva rivolgere la parola.
tu che parli con i grandi come un grande e io ti guardo, come dicevi da piccolo, con faccia d’amore.
ciao tu, ragazzo che giochi a pallanuoto, ti cali il cappuccio in testa e rispondi a monosillabi.
tu che mi fai il solletico e i massaggi alla testa e mi fai ridere.
tu che sei un po’ grande e un po’ no, che ieri hai compiuto 13 anni e quando ti volevo sbaciucchiare per farti gli auguri hai risposto “va bene madre, però adesso può bastare” ma io lo so che eri contento.
ehi tu, tanti auguri.
sappi che io ti voglio bene sempre, anche quando tiri fuori le spine e ti dico che sei insopportabile. sappi che è così che ti voglio e mi piaci, non diverso.
buon compleanno, hobbit grande.

la tua mamma

18 thoughts on “13

  1. Uddio…13 anni. Che impressione, concordo.
    Ora aspetto il 29 Dicembre, per il compleanno numero 7 del microhobbit, che poi sarebbe l’hobbit piccolo.
    Tanti auguri anche ad Elasti per i tuoi quaranta hm….cinque? anni.
    I tuoi post mi fanno sentire tanto bene, grazie

  2. Esistono degli umani preparati a fare i genitori? Si sbaglia meno con i successivi al primo? Io continuo ad avere nuovi inciampi con i miei figli, ma una cosa che continuo a chiedergli è di cercarsi senza paura e di donarsi. Auguri Claudia, i maschi di casa ti amano assai ma te lo meriti.

  3. “Sappi che è così che ti voglio e mi piaci, non diverso ” credo sia la cosa più bella che un figlio possa sentirsi dire con amore dalla sua mamma…e giù le lacrime!

  4. Auguri ad entrambi,ma soprattutto a te,che hai il dono (e la responsabilità) di un figlio così “bello”, che non è più un bambino,ma non è ancora un uomo…Non sarà facile accompagnarlo nel suo cammino…ma sarà bellissimo

  5. La tua capacità di esprimere l’amore materno in tutte le sue sfaccettature mi fa molta invidia.
    Tutte lo proviamo, difficile tirarlo fuori.

  6. Ogni tanto penso a quando sarà il ns momento, per me e la mia grande, che grande non è perché ha 6anni scarsi…che ci amiamo alla follia,ci capiamo solo a guardarci,ci abbracciamo e coccoliamo e litighiamo come solo i veri innamorati sanno fare. Chissà che adolescenza ci aspetta…chissà se saremo capaci di non perderci…

  7. Auguri hobbit grande. E auguri a te, mamma di un bambino così grande, che da come lo descrivi mi sembra il mio, e mi vengono un po’ le lacrime per la bellezza spaventosa di questo loro crescerci tra le mani.

  8. Auguri hobbit grande !! Anch’io ne ho uno in casa della tua eta’ e ogni volta che la tua mamma scrive, mi fa venire le lacrime perché sembra parli un po’ anche del mio…possibile che siate cosi’ simili alla vostra eta’?? Anche il mio ha messo un vocione…mi fa quasi impressione sentirlo…..ma resterete sempre i nostri bambini….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...