Nonsolomamma

inizi

“il fatto è che io avrei bisogno ancora di qualche giorno”
“be’, hai fatto tre mesi di vacanze. a me sembrano più che sufficienti”
“no. non sono sufficienti perché a me, per esempio, oggi non sembra domenica. la domenica non esiste più quando sei in vacanza. quindi domani non è lunedì. perché non esiste nemmeno il lunedì”
“capisco. quindi come possiamo fare?”
“non so. e poi c’è un altro problema”
“quale?”
“i passi falsi i primi giorni di scuola, quelli che ti marchiano per sempre”
“ma tu sei in quinta. le maestre ormai ti conoscono, nei tuoi pregi e nei tuoi difetti: sanno che sei molto bravo ma anche molto stordito”
“già. ma loro i miei difetti non li apprezzano”
“è il loro lavoro correggerti quando sbagli o quando esageri con la storditaggine. lo facciamo ance papà ed io, no?”
“umpf. basterebbe anche solo una settimana di vacanza in più…”

“perché domani usciamo prima da scuola?”
“perché i primi giorni vogliono farvi riabituare piano piano a stare in classe”
“lo fanno contro lo shock”
“più o meno… ti sembra una buona idea, hobbit piccolo detto sneddu?”
“mi sembra un’idea media”

“come ti senti, hobbit grande?”
“per cosa, madre?”
“per l’inizio della scuola domani”
“alla grande”
“non sei agitato?”
“zero. il segreto con le ragazze e nella vita sono spalle larghe, forti e sicure. mai un’esitazione. capito, madre?”
“perfettamente”.

anche per elastigirl domani sarà un primo giorno. il primo giorno di radio all’alba, per il terzo anno consecutivo. e anche lei teme i passi falsi e lo shock. sulle spalle larghe ha qualche limite costituzionale ma continua a lavorarci.
e poi ha paura della sveglia. già. perché le 420 del mattino, anche se le conosci già o forse proprio per questo, non smettono mai di scardinarti il sonno, l’equilibrio e il senno.
però a un certo punto la paura passa, come a scuola.

16 thoughts on “inizi

  1. Elasti! Come ti capisco!
    Domani mattina ricomincio anche io. Sveglia: 4.42….
    Qui abbiamo anche un “penultimo” primo giorno di scuola della “piccola”: ‘Mamma e se non ce la facessi?!’
    E giovedì il grande parte verso il primo giorno da universitario: viene a studiare su a Milano da Roma.
    Anche qui si rischiano passi falsi, shock vari e…. si cercano spalle larghe in più oltre a quelle in dotazione!!!
    In bocca al lupo a te e a tutti quanti!

  2. Mi spiace per la levataccia e che siano finite le vacanze ma tanti radioascoltatori come me sono molto contenti che ricominci Caterpillar am. Buon lavoro!

  3. Noi abbiamo ricominciato la scorsa settimana: è dura ma si sopravvive. Bisogna riprendere tutti i riti del periodo lavorativo e lo si fa con affetto, come quando si incontra un caro amico che non si vede da tempo

  4. Io la penso esattamente come il medio. Ci vorrebbe un’altra settimana ancora. Il ritorno a scuola l’ho sempre vissuto male, come il ritorno al lavoro. Poi, certo, ci si abitua di nuovo, però quei giorni scanditi dalla lentezza, dalla piacevolezza del dolce far niente…è così dura accettare che siano passati, sigh.

    p.s. io sono rientrata il 18 agosto ma ancora non mi sono abituata.

  5. 4e35… basterebbero le 4 e 45, ma mi prendo dieci minuti in più per riuscire a svegliarmi bene.
    E lavoro vicino casa… se penso a quei miei colleghi che si alzano quel quarto d’ora o anche mezz’ora prima… mi spiace per loro.
    Ecco.

    Però non è tutti i giorni.

    Anche se a volte si lavora anche Sabato e Domenica… e mi piace.
    Sì… mi piace!
    Specialmente ora che un po’ ho ingranato.
    Devo migliorare ancora, ma va meglio di sei mesi fa.

    ^_^

  6. Ciao Elasi!
    Premetto non ne capisco niente di radio e figli e mariti ma di una cosa me ne intendo bene: il sonno.
    Ne sono una grande praticante e una perenne sofferente. Ho imparato però che non importa quanto si dorme, se poco o tanto. Il segreto è svegliarsi al momento giusto, cioè svegliarsi nel momento in cui il nostro sonno è più leggero.
    Esistono molte app per telefono e tablet oppure i famosi braccialetti (sempre da collegare al telefono) che monitorano il nostro sonno e ci fanno suonare la sveglia al momento giusto (imposti l’ora e l’app fa suonare la sveglia nel momento più opportuno nell’arco di mezz’ora).
    Paradossalmente 10 minuti di sonno in meno potrebbero essere la nostra salvezza conto il sonno….
    Io uso sleep cycle, perfetto!
    Bianca

    1. Funziona anche contro il sonno trascinato da due anni e più di risvegli continui per figlia isterica? Cioè, ci si può sentire riposate anche se in tutta la notte si è dormito al massimo un’ora di fila? Dimmi di si….

  7. Conosco bene la paura di 420. Lavoro per un’ azienda 24/7 qui a Londra. Alle sei, si arrivano, assomigliandoThe Walking Dead. Impossibile dormire bene prima di questo turno. Ci sono troppo da fare durante la notte. No, non sono un vampiro. Recentemente ho passato GCSE Italiano con un voto Aa. Grazie in gran parte al tuo blog, che è per me extra-curriculare lettura. Grazie mille, NSM a spin-offs educativi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...