Nonsolomamma

di neve, di matera e di erode

“mia nonna fu tra le 20.000 persone che, per volere di de gasperi e della sua legge speciale per lo sfollamento dei sassi del 1952, abbandonarono le proprie case, in cambio di un indennizzo, e si trasferirono in uno dei nuovi quartieri di matera”, racconta la guida che ha i ricci, gli stivali di gomma e un grande amore per la sua città.
“lei oggi ride pensando che c’è gente disposta a pagare per dormire dentro i sassi. e ride pensando a me che mi guadagno da vivere accompagnando in giro questi strani e dissennato turisti tanto interessati a luoghi da cui lei era fuggita perché rappresentavano la miseria in cui un tempo si era costretti a vivere. ‘sono proprio speciali, quei tuoi turisti…’ mi prende in giro mia nonna che proprio non si capacita di certe follie”.

“ehi, hobbit piccolo detto sneddu, cosa ti è piaciuto di più di questi due giorni a matera?”
“la stanza dell’albergo dentro una grotta, la tempesta di neve, la neve, mangiare la neve, i fiocchi di neve, il presepe vivente che finisce con san giuseppe, la madonna, gesù bambino, i vestiti dei re magi e la bambina vicino a me che dice… sai cos’ha detto la bambina accanto a me quando ha visto la fine del presepe vivente?”
“no. che cos’ha detto?”
“ha detto: gesù, io ti stimo”.

“e a te, hobbit di mezzo? cosa è piaciuto di matera?”
“la neve. tantissimo la neve. dormire in una grotta, poi le cisterne e la storia dei bambini che, siccome erano piccoli e passavano dai buchi stretti, venivano usati per pulirle… quella storia mi ha fatto andare fuori di testa. allora mi sono immaginato un episodio di supernatural in cui lo spirito di una bambina morta mentre lavorava in una cisterna, torna per vendicarsi dei signori ormai vecchi che la obbligavano a calarsi in quel freddo umido e quel buio…”
“tu sei pazzissimo… per non parlare del fatto che sei andato in giro per tutta la città con i guanti da portiere…”
“ognuno si scalda con quello che ama… e comunque mi è piaciuta molto anche la casa-grotta dove abitavano in dieci insieme agli animali e i piccoli li facevano dormire dentro i cassetti perché non c’era spazio. a proposito, perché non infiliamo anche a noi sneddu dentro un cassetto la notte? poi lo chiudiamo e ce ne dimentichiamo! e, ovvio, mi è piaciuto il dès-natalès”
“cos’è il dès-natalès?”
“il presepe vivente”
“ah. si chiama dies natalis che in latino vuol dire giorno di natale”
“va be’, è uguale. peccato però che lo hobbit grande non sia venuto… doveva proprio ammalarsi prima di partire??? ci saremmo divertiti tantissimo con quella neve, ci saremmo massacrati con quella neve pazzesca…”

“e a te, mister i, cosa è piaciuto di più?”
“mi è piaciuto tutto ma soprattutto i peperoni cruschi e stare con voi”
“in quest’ordine?”
“ovvio. e a te?”
“a me è piaciuta matera sotto lo neve che sembra di stare dentro game of thrones in prossimità di winterfell o della barriera. mi è piaciuta tantissimo la chiesa ipogea che era stata trasformata per metà in casa. poi mi ha fatto molto ridere quando, durante la presentazione del libro, ho detto che mia suocera viene da matera ed è partito l’applauso. mi sono piaciuti i due meravigliosi pazzi che si sono inventati un posto di co-living, co-working, co-dreaming, co-cooking, co-tutto che uno vorrebbe entrarci e non uscirci più. mi è piaciuto tutto – a parte il freddo, i piedi congelati e i peperoni cruschi – ma più di tutto…”
“cosa?”
“più di tutto erode del presente vivente. che a un certo punto ha fatto ciao con la mano a sneddu e sneddu ha chiesto: “ma quello non è il re che uccideva i bambini?” “proprio lui!” gli ho risposto. “allora è meglio che andiamo via”, ha detto. e siamo andati mentre erode continuava a salutarlo. forse nella prossima vita sarò erode che saluta i bambini nel presepe vivente. sarebbe una bella nemesi per una mamma di tre maschi, non trovi?”.

19 thoughts on “di neve, di matera e di erode

  1. Matera è bellissima e c’è quest’aria malinconica tra i sassi… alla fine delle nostre passeggiate abbiamo seguito il video presso la casa Noha del Fai. Mi piacerebbe rivederla con la neve, ma immagino il freddo!

  2. Bella la chiesa ipogea
    e bella la casa-grotta
    soprattutto utile
    quando la guida ci concesse di rimanere lì finché non smise un acquazzone improvviso, così violento, da trasformare le stradine tra i sassi, in un torrente impraticabile in pochissimo tempo.
    Anche il mio grande, allora decenne rimase colpito dall’uso dei cassetti…povero fratello settenne ignaro!
    Se non erro, la vostra prima volta a Matera, è stata da “fidanzati” l’anno scorso…
    Vi auguro la prossima con la famiglia al completo!
    Un abbraccio

  3. La vostra guida si chiamava Eleonora? Se è la stessa che ci ha fatto scoprire i sassi qualche anno fa, è davvero bravissima. Preparata e appassionata, ci ha trasmesso l’atmosfera antica dei sassi

      1. Scusa Elasti,mi indicheresti l’albergo dove siete stati voi(se è consigliabile) e dove poter eventualmente reperire la guida Eleonora (anche in privato se qui non si può)?
        Te lo chiedo perchè sto pensando di andare qualche giorno a Matera con i miei 2 figli (11 e 17 + me-mamma single 🙂 ) per Pasqua e vorrei pianificare bene, per non farli annoiare o perderci le cose più fighe 😉
        Grazie

  4. Peperoni cruschi FOR EVER!!! Solidarietà con mister i. ! Scoperti a Matera 5 anni fa, sono diventati ingrediente indispensabile per sale aromatico che faccio e regalo a Natale! L’anno scorso li ho trovati in fondo in fondo al Salento ….

  5. Le mie nane, ai tempi della scuola dell’infanzia sostenevano che Erode si chiamasse “re Lode” e venisse da “Palestrina” (paese in provincia di Roma) e che fosse tanto cattivo “pensa mamma è più cattivo di quello nero di Star Wars”. Alla fine Gesu nasceva e tutti cantavano “nastro del ciel”. Il Natale visto e raccontato dai bambini è meraviglioso!

  6. Mio marito era Baldassarre… Il re magio con la barba ed Eleonora la conosco di persona ed è fantastica…Grazie grazie grazie…leggere questo della mia città mi da veramente tanto bene al cuore 😍

  7. Allora c’eri anche tu il 5/01, mi sembrava di averti visto, ma poi non c’era il terzo hobbit e non ero sicura. Spero che sia guarito! Matera è bellissima, anche mio figlio si è divertito tantissimo a dormire in una grotta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...