Nonsolomamma

homo homini lupus

circa un mese e mezzo fa, elastigirl è andata da una nutrizionista per mettere ordine nel proprio caos alimentare e mentale. ha incontrato una professionista arguta e saggia che, cogliendo il disagio e l’entropia della paziente, si è camuffata da creatura amabile e comprensiva e le ha rivoluzionato la vita, le abitudini e la spesa. così da circa 45 giorni elastigirl beve due litri di acqua al giorno, non tocca caffè, latte, zuccherò, tè nero o salumi. mangia cinque volte, ben più di quanto facesse prima. ingerisce verdure di cui ignorava l’esistenza, si prepara mangiarini raffinatissimi ricchi di omega tre e vibrazioni positive. alterna pesce, legumi, carne bianca, formaggio e uova. consuma frutta di stagione e secca. ha fatto dell’integrale la sua bandiera. ha persino comprato i semi  misti al supermercato. e ha perso due chili e vari centimetri qui e lì. e complessivamente sta bene ed è contenta e si prende cura di sé che non fa mai male. certo, è una vita di privazioni e di disciplina: pochi grassi, niente dolci, niente cappuccio e brioche, niente salame o panna montata. e, secondo l’amabile dottoressa, durerà per sempre.
tuttavia c’è qualche luce in questo tunnel di rigore e stenti.
“hai diritto a un pasto libero a settimana”.
“cosa vuol dire libero?”
“vuol dire che sei libera”
“nel senso che posso mangiare quello che mi pare?”
“esatto”
“anche tre fette di torta?”
“sì. libera vuol dire libera”.
l’altra luce sono 20 grammi di cioccolato al giorno. fondente con oltre il 70% di cacao. “anche aromatizzato se ti piace”
“aromatizzato all’arancia per esempio?”
“per esempio”
“io la amo, dottoressa”.
e sarebbe tutto bello e gestibile e pure felice. se non fosse per lui. il ladro.
“chi ha rubato il mio cioccolato, maledetti???”
“madre, calmati”
“calmati un cavolo! mi privo di tutte le gioie della vita. mi resta solo il mio cioccolato. dov’è? voi avete il vostro. e poi comunque voi non vivete di stenti e privazioni. vi odio!”
“siamo i tuoi bambini, madre. non puoi fare così”
“schifosi! tirate fuori il MIO cioccolato”
“non so che fine abbia fatto”
“bugiardo! era qui! se non me lo restituite scateno l’inferno”.
lo aveva rubato lo hobbit grande, il predatore più temibile e vorace dell’elasti-casa. da quel giorno lei nasconde il suo cioccolato in posti sempre diversi e sempre nuovi e cova il suo sordo rancore verso la famiglia intera.

22 risposte a "homo homini lupus"

  1. Il pasto libero una volta a settimana è così liberatorio da riuscire a rispettare le condizioni infernali del programma rigido. Ci sono passata perdendo 7 chili in 3 mesi e sentendomi una ballerina. Anch’io avevo la gratificazione di 20 gr. Di cioccolato fondente. Penso che nessuno più ti toccherà il cioccolato cara la mia leggiadra

  2. come ti capisco…anch’io ho conosco il regime che descrivi e ho provato sul mio corpo quanto bene faccia….ma anche se sana e piena di energie mi sento triste…e non mi basta il pasto libero a settimana. alterno periodi talebani (in cui mio padre mi prende in giro dicendo che faccio una vita da malata – nel senso che mangio come in ospedale, secondo lui – per morire da sana) ad altri in cui sono decisamente più lasca. l’equilibrio è difficile da trovare. tanta solidarietà

  3. A me succede con la ricotta, che è il mio momento di gioia a colazione, spalmata sul pane tostato al mattino, prima di iniziare una giornata di dieta e privazioni. Quella ricottina, leggermente dolcificata con edulcorante, su quelle due fette di pane caldo e croccante è il mio modo per iniziare la giornata col sorriso. Un po’ perché io se non mangio al mattino potrei uccidere già di mio, un po’ perché è la coccola e il premio per la mia costanza (-30 andati e 15 ancora da andare)
    A volte però, senza dirmi nulla, marito la usa per fare la pasta per se e le pargole, senza lasciarmene nemmeno 40 grammi per il mattino dopo. L’amara sorpresa all’apertura del frigorifero è talmente dolorosa da farmi odiare il genere umano intero, specie se portatore di cromosoma Y, per almeno mezza giornata. è_é

  4. dei miei due ne ho uno che mi mangerebbe qualunque cosa, per fortuna non ama il fondente..temo la sua adolescenza perché se mangia cosi’ tanto a 8 anni, a 14 non oso pensare alla sua voracità 🤦‍♀️

  5. Ho seguito un regime alimentare che mi ha fatta perdere quei pochi chili che avevo in più, tanta verdura cruda ad ogni pranzo (io amo l’insalata) e tanta a cotta a cena che si digerisce meglio… Peccato che tutta quella verdura mangiata per compensare le quantità minime di carboidrati mi abbia svegliato la colite e tutti i disturbi ad essa legati… Niente più verdura, niente più integrale (che adoravo) e soprattutto niente più regime alimentare e ben tornati chili in più 🧐😡

  6. Conosco bene il mondo delle soavi nutrizioniste, la maggior parte delle quali infliggono regimi alimentari astrusi, cari, bizzarri. Certo che si perde peso, ma è obiettivamente impossibile seguirli a vita. Ma un po’ di buon senso che ci indirizzi a una semplice dieta calibrata, equilibrata, che qualsiasi medico di base ragionevole può indicare? Ma fino a qualche anno fa dov’erano tutti ‘sti nutrizionisti???

  7. Anche a casa nostra stesso problema di furti!
    Mio marito ha deciso che in cucina metterà una cassaforte con la combinazione, come quella che si trova negli armadi degli alberghi. E’ l’unica soluzione per evitare che i figli saccheggino impunemente il suo cioccolato.

  8. Tanti anni fa la menopausa mi ha bloccato il metabolismo.ho risolto eliminando per due anni pane,pasta,pizza e legumi.sono dimagrita e rinata.ogni tanto sgarro ma ho ridotto i quantitativi.non ho mai usato gli edulcoranti perche’ so che fanno malissimo.ho sostituito i dolci con fondente e mandorle.l ‘altro giorno il cane ha scovato e mangiato la mia riserva.grrrr grrrr.bacioni

  9. io ho 58 anni, peso 43kg, sto benone, mangio (probabilmente non molto) qualsiasi cosa.
    provate ‘sto cioccolato, che è buonissimo
    https://www.altromercato.it/it_it/prodotti/mangia-e-bevi/cioccolato-e-dolcezze/tavolette/cioccolato-mascao-fondente-extra-fave-di-cacao-bio.html
    oltre che equo, uno inizia per quello, e dopo scopre un mondo

    p.s. faccio probabilmente abbastanza attività fisica, giacchè sono diventata muratore in casa mia in ristrutturazione, ma mai pesato molto neanche prima… lavare i pavimenti, che so?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.