Nonsolomamma

auspici di fine estate

tra sette giorni elastigirl tornerà in redazione, tra quindici lo hobbit piccolo inizierà l’inserimento alla scuola materna, tra venti il grande andrà in prima elementare. mister incredible è partito per londra ieri inseguito da un furioso hobbit piccolo che gli gridava sulla porta "plendimi pel mano e poltami con te".
un languore malinconico di fine estate è calato sulla wisteria del salento ed elastigirl, per non farsi travolgere dall’ansia che ogni fine e ogni inizio portano con sè, pensa a quello che vorrebbe da oggi a natale.
1. un settembre tiepido e leggero come una carezza, che non faccia rimpiangere l’alienante, per quanto rassicurante, routine infradito-spiaggia-piazzetta dell’ultimo mese.
2. una maestra simpatica per lo hobbit grande, anzi due. di quelle capaci di lasciare tracce colorate nella memoria per sempre. di quelle che ridono e sgridano, raccontano storie indelebili e insegnano anche un po’ a vivere, di quelle che ti scuotono e ti capiscono ma non troppo, che ti ascoltano e si fanno ascoltare.
3. uno hobbit piccolo serenamente rassegnato, se non pacificato, di fronte alle partenze e agli arrivi di mister incredible. uno hobbit che prenda coscienza che presto smetterà di essere il piccolo e che questo riserverà anche inaspettate sorprese.
4. uno hobbit grande senza mal di pancia, mal di mamma, mal di scuola, disturbi di cui soffriva tremendamente elastigirl il primo anno di elementari. uno hobbit che scopra la magia di leggere un libro da solo e di scrivere le sue rime su carta, invece di lasciare volare via perle come "cavaliere-arciere, amore-sudore, non mi hai fatto male-faccia di maiale".
5. una gravidanza lieve che non fiacchi ogni resistenza perché una pancia abitata, due hobbit, un marito part time e un lavoro a tempo pieno richiedono parecchie risorse che elastigirl non è sicura di avere.
6. una valentina diolabenedica, baby sitter e colonna portante dell’elasti-vita, che, per il quarto anno, vegli sull’elasti-famiglia, nonostante il caos e nonostante il terzo nano maschio perché lei lo aveva detto subito che voleva una bimba e che era stufa di tutti questi piselli in casa.
7. un mister incredible che non fugga, in preda a improvvisi sconcerto, scoramento e paura, con una studentessa giamaicana.
8. un terzo hobbit che si affacci al mondo senza troppo dolore per nessuno e che spalanchi i suoi occhi nuovi e ignari sulla vita, ottimista e fiducioso.

PS se qualcuno volessere aggiungere qui sotto i propri auspici di fine estate casalinghi e privati, come quelli di elastigirl, o alti e universali, come quelli degli animi nobili, è caldamente invitato a farlo, senza remore o inibizioni.

215 pensieri riguardo “auspici di fine estate

  1. politica : Artù vs Max Hunter.

    Dovremmo tutti auspicare oltre che per il nostro “culo” qualcosa di positivo per il bene di tutti. Forse non lo abbiamo messo noi donne perchè va da sè che il NOSTRO mondo è la nostra famiglia, coloro che amiamo. Forse lo abbiamo evitato perchè ci sembra IRRAGGIUNGIBILE con il nano che abbiamo….
    MA, caro Max, ha ragione Nonno Artù : la politica incomincia da noi! la storia siamo noi… tutto inizia da UN uomo…
    la nostra società è il prodotto ultimo del NOSTRO modo di vivere e d’insegnare… e se non è accettabile e se non ci riconosciamo, allora NOI PER PRIMI non sappiamo chi siamo e dove andiamo. Qualsiasi cosa possiamo volere per il nostro futuro effettivamente in primis dovrebbe essere il BENE COMUNE.

    Un abbraccio a tutti e due! Renata 😉

  2. 1. che per la prima volta un piccolo cucciolo cresca dentro di me… l’abito premaman ce l’ho già addosso, mi manca soltanto l’inquilino.

    2. che quella stupida automobile la smetta di succhiarci il sangue… che poi lo so che in realtà sono tutti soldi che vanno in tasca all’amante del mio amore (non si può spendere tanto per un auto, non ci sono altre spiegazioni)… soltanto magari per il prossimo mese la signora si accontenti di una cena, e non reclami un altra settimana in un resort 5 stelle!

    3. e la pace nel mondo, naturalmente…

  3. La città, spesso muta, da la possibilità di osservare volti ed espressioni e provare ad intuirne le emozioni. Questo blog, spesso senza volto, da la possibilità di leggere emozioni e provare ad intuire le espressioni. Un piccolo grande regalo in una calda giornata di fine agosto.

    Un bacio dalla mamma del tuo nipotino, piccolo grande nano Leo.

  4. Cara Renata, hai ragione.

    Ma qua, su questo blog, tanta gente (a mio modo di vedere) cerca un po’ di svago e serenità e anche, perchè no, un po’ di compagnia per affrontare momenti non del tutto sereni.

    Non credo quindi sia corretto “ammorbarlo” con politica che politica poi non è ma solo sfottò da stadio, molto arrabbiati al limite della paranoia 😉 !

    Volendo fare politica seria non mancano nè luoghi nè momenti giusti.

    Visione mia, beninteso 🙂 !

  5. ciao Elasti, ti leggo da moltissimo tempo ma questa è la prima volta che lascio un commento..
    mi sono letta i 154 messaggi che mi precedono tutto d’un fiato e mi sono commossa e ho pensato che in fondo i nostri sogni, le nostre paure e speranze e difficoltà si assomigliano un po’ tutti ed è bello trovare uno spazio in cui condividerli e sentirsi meno soli

    viviamo in tempi difficili, la crisi economica si trascina dietro una più profonda crisi sociale che, a mio parere, non ha colore politico
    siamo isolati, vogliono farci credere che non esiste più la solidarietà, che ognuno deve far per sè e basta… ma così nessuno rialza mai la testa, è solo insieme che si costruisce qualcosa e il tuo blog è un meraviglioso punto di riferimento per tante persone
    lo sproloquio è finito 😀

    ho un solo desiderio: che troviamo tutti ogni giorno la forza per tenere alta la testa e il cuore e lottare per le persone che amiamo e per le nostre idee

  6. vorrei il nano sempre cosi com’è: felice
    vorrei mia madre serena e senza pensieri
    vorrei un lavoro nuovo per il mio amore
    vorrei non aver paura
    vorrei trovare il coraggio di fare tante cose

  7. Vorrei riuscire a fare un po’ di chiarezza nel kaos che regna sempre nel mio cervello
    Vorrei riuscire ad elaborare un piccolo progetto per un futuro un po’ piú lungo dei soliti 3 mesi
    Vorrei innamorarmi, sentire le farfalle in pancia e il cuore in gola
    Vorrei essere un po’ meno scettica e credere un po’ di piú
    Vorrei avanzare nel mio percorso di piccola guerriera zen: respirare prima di parlare e “meno stress e piú farfalle”

    Sai che questo esercizio é proprio bello? Grazie elasti x averci dato la possibilitá di farlo 🙂

  8. Elasti questo post mi ha fatto commuovere tanto, sei una donna straordinaria, il tuo modo di scrivere arriva dritto al cuore….
    Grazie, il mio auspicio è di continuare a leggere le tue pillole di vita…..
    Sharon&G

  9. Esco da alcuni giorni molto difficili.

    Quello che vorrei è che il nostro futuro – tutti i nostri piccoli, ragazzi e giovani – facesse ancora rima con speranza…
    E vorrei che il mio futuro – miei figli – continuasse ad essere così consolante.

    Poi vorrei vedere un miracolo che si realizza… ma mi sa che non basta volerlo e io non so cos’altro poter fare.

    Un abbraccio Elasti. Con l’invidia che terzo che io non ho avuto il coraggio di convocare alla vita.

    P.S.: io in prima elementare adoravo la scuola perchè mi ero letteralmente innamorata della maestra. E ho ancora i suoi segni colorati nel cuore…
    kaishe

  10. -che i capi di stato non raccontino più palle, non rubino, non vadano con ragazzine giovani per poi querelare un giornale perchè non hanno il coraggio di dire la verità…per esempio

  11. visto che qui è come esprimer desideri al cadere delle stelle… vorrei non sentirmi così in colpa e continuare a rimuginare su bugie e cazzate dette e fatte quando ero una ragazzina immatura!!

  12. Continuo a guardare su internet luoghi incantanti da visitare. Vorrei viaggiare molto e tornare con un occhio in più.

    La mia bimba grande, affettuosa e timida. Il mio piccolo iena, urlone e prendingiro. Vorrei essere per loro il meglio della mamma che posso essere.

    Il mio lavoro. Vorrei studiare una volta alla settimana, andare in biblioteca come ai tempi dell’università.

    Lo yoga. Vorrei fare la verticale e starci più di mezzo secondo magari.

    Gli amici, le amiche. Vorrei vederli molto, ma molto ma molto di più e fargli buone cenette da condividere in allegria.

    La casa. Vorrei comprare tante bellecose che me la facciano sentire mia e calda…magari cercando di evitare ikea cheaccidenti è sempre una così valida alternativa.

    I capelli. Vorrei non stressarmi a raccogliere quei 2000 che mi cadono ogni giorni ma ora forse li taglio così il problema non si pone.

    Vorrei stare bene con gli altri, vorrei tolleranza, apertura, sorrisi, sorprese, comprensione, aiuto, calma, vorrei fermarmi spesso a pensare e non fare sempre,correre e vedere i giorni passare troppo velocemente.

    ciao a tutti, ciao elasti
    giada

  13. vorrei non avere problemi di soldi
    vorrei che i casini inerenti ai lavori in casa si risolvessero
    vorrei che fagiolino che ho in pancia fosse femmina e sana
    vorrei un lavoro per la mia amica Anna e un fidanzato nuovo che non le metta le mani addosso
    vorrei andare a Cuba…(va beh, quest’ultima cosa è un tantino irrealixzabile al momento, ma è sempre stato il mio sogno…^__^

  14. vorrei un esame allo scritto frutti un diciotto ed all’orale un professore che vedendo che da due anni è il mio ultimo esame e scoprendo che ho la tesi pronta mi promuova senza troppi problemi.. vorrei un lavoro in cui la parola archivio polveroso sia bandita. e perchè no vorrei due genitori che anzichè rimpirmi di inutili regali di natale materiali mi facciano l’unico che veramente vorrei: accettare la mia compagna come tale e non semplicemente far finta che non esista..

  15. Vorrei il mio lavoro, insegnare, e vorrei, santo cielo, che non fosse ancora una volta precario;
    vorrei che alla materna la nana trovasse due brave maestre, che sappiano gestire 28 nani di età diverse;
    vorrei che mio marito lavorasse serenamente senza gli sbalzi terribili di quest’anno;
    vorrei un po’ di serenitè, di civiltà, di onestà;
    vorrei che il mio paese diventasse accogliente verso chi non è uguale alla maggioranza (per provenienza, scelte di vita, orientamento sessuale);
    vorrei un po’ di giustizia e vorrei la fine dell’indifferenza, perchèa veva ragione chi diceva che gli indifferenti vanno odiati, perchè non parteggiano;
    voglio continuare ad essere partigiana.
    PS
    Risparmiatemi le c***te sul politica sì/politica no, finchè vi illuderete di poter vivere a parte dalla polis e dalla società, continuerete ad essere la triste massa che siete.
    Lucia

  16. comunque mi hai dato un’idea per un post ….

    almeno scrivendoli i buoni proprositi, forse qualcuno riesco a mantenerlo!

    🙂

  17. Vorrei che l’inserimento alla materna della mia piccola avvenisse in modo sereno per lei.
    Vorrei trovare un nuovo lavoro, poichè non mi è stata perdonata la seconda maternità e so che al mio rientro non troverò un clima amichevole.

  18. Visto che tutto nasce da me (accidenti alla mia linguaccia :D) e siamo in ballo, balliamo (così imparo a farmi ca@@i miei :D) !

    Cara Lucia @168, non si tratta di politica sí/politica no, si tratta di Politica (P maiuscola) e di chi pensa di fare politica e invece scarica solo frustrazione.

    Ad esempio, senza offesa, tu parli di civiltà e poi di odio giustificato, parli di tolleranza (accoglienza) e poi disprezzi le tristi masse.

    È questa la polis che hai in mente ?

    Questa è roba da stadio (o da circolo), permettimi, la polis é ben altro !

    Ma non sei sola, ahinoi, la rabbia e la frustrazione che trapela da te e da tanti altri è ormai l’unica cosa che si percepisce a sinistra.

    E a cosa porta questa rabbia e questo sistematico disprezzo per chi non la pensa in un certo modo lo si vede, sempre più, ad ogni tornata elettorale.
    Forse le masse saranno anche tristi come dici te, ma fesse di no di sicuro 😉 !

    Chi semina vento raccoglie tempesta cara Lucia 🙂 e avanti cosí e berlusconi o chi per lui te lo ritroverai finché campi !

  19. Guarda Max Hunter io non t’avevo neppure letto, mi aspettavo le solite reazioni tutto qui, quindi magari esci un po’ dal centro del mondo 😉
    Ti sono grata per la lezione sulla polis, ne avevo bisogno… non sono frustrata, sono arrabbiata, credo di averne diritto e che la rabbia sia il motore di molti aspetti della lotta, questo non vuol dire che io non sappia poi mediare nelle mie scelte di voto e di vita… ma questi sono affari miei ben poco interessanti.
    Grazie per la tempestucola nel bicchier d’acqua, mossa da una buona dose di superbia direi… altro peccatuccio della sinistra che analizzi così profondamente e sapientemente… Berlusconi ce lo ritroveremo finchè campiamo, perchè siamo una massa che accetta qualsiasi cosa e guarda solo al suo orticello, non credo proprio che la responsabilità sia mia (avercelo questo potere)
    I miei rispetti
    Lucia

  20. – vorrei che la mia tarzy accetti volentieri il nido e per questo non cambi e sia sempre felice e serena!
    – vorrei accettare volentieri anch’io il nido senza sentirmi in colpa o centrifugarmi la mente con paranoie del tipo “il mio ruolo di matre sarà sostituito dall’educatrice che passerà più tempo con la mia piccola”
    – vorrei che il ritorno al lavoro sia meno traumatico e faticoso del previsto e le mie colleghe posino i pugnali
    – vorrei… vorrei… vorrei tante cose ma non si può volere tutto!!!!
    MitikaBebba

  21. ARTU’

    Mi rivolgo a Lucia e a Max Hunter.

    Lucia certamente Berlusconi mi sopravviverà, intanto perchè è più giovane di me, poi ha più denaro per curarsi e dopo le sforbiciate date da mr B. alla Medicina Pubblica, non ho chances, per ultimo lui tiene molto più alla vita di me. Ma trovo doveroso osteggiarlo in ogni modo possibile proprio perchè sono del parere che il suo modo di governare sia deleterio per il nostro Paese e per quasi tutti i suoi abitanti. Parafrasando Camilleri, mi sembrano pertinenti i due seguenti versi:

    No non fatel governare
    ma mandatelo a ranare.

    Caro Max Hunter, trovo che ha fatto benissimo a creale l’occasione di questa nostra lieve polemica. Sono del parere che non vi siano sedi in cui non si debba parlare di politica, e su questo dissentiamo, ma io finchè avrò le dita delle mani per intervenire sul blog di elastigirl farò interventi politici, sempre che trovi uno spunto, e mi dispiace di fare cosa a lei non gradita. Lei però dopo aver manifestato il suo dissenso entri nel merito di cosa ho scritto e ci ragioni sopra, esattamente come faccio quando qualcuno dice frasi contrarie al mio modo di pensare. Sempre mi chiedo se non ho esagerato, se posso o non posso dire frasi che feriscono qualcuno, ecc.. Il guaio è che pur facendo veramente questi esami di coscienza, non riesco a darmi torto: sappia, caro amico, che anche nonna J. mi biasima e sostiene che sono un inveterato testone; come vede è in buona compagnia.

    Cordiali saluti a entrambi e a rileggerci.

    artù

  22. Pure la mia Marty sta per iniziare la prima…Brrr pauuurrraaaa

    Lei è così dversa da suo fratello, e non si sa ancora chi saranno le maestre, o la maestra…

    uffiii

    Hei, ma io non lo sapevo mica del terzo Hobbit!!

    Congratulazioni piccola!!

  23. Elasti…. mi piace un sacco questa cosa dei buoni auspici…. tu hai buttato l’amo io lo pesco con tutta la mia voglia di migliorare con ottimismo qualche cosina nella mia vita!
    – vorrei avere la panza abitata da un terzo hobbit con la garanzia che sia un maschietto, dopo due femminucce;
    – vorrei che mia figlia iniziasse l’ultimo anno delle elementari senza troppi problemi e con la sua voglia di mettersi alla prova e di conoscere;
    – vorrei una bambina piccola che dimenticasse capricci e nervosismo;
    – vorrei mio marito più sereno e distaccato dai problemi lavorativi;
    – vorrei un piccolo lavoro part time;
    – vorrei ….. felicità e finalmente un’amica un pò speciale su cui contare;
    – vorrei all’infinito leggere il tuo blog, che è una pausa serena, quasi un auto-terapia alla felicità sdrammatizzando i problemi quotidiani perché sapere di non essere sola è già un aiuto.

    Poi basta…. fino a Natale può bastare!
    O no?

  24. Caro Artù apprendo, anche se una postilla in un post mi aveva tratto in inganno, di non essere io il “fomentatore” 😀 !
    E questo mi fa solo piacere.

    Chiudo pertando il nostro confronto (che non chiamerei polemica) dicendo che non entro nel merito (e sul quale potrei anche essere, in taluni casi, del tutto d’accordo con te) perché come dicevo non é questo il luogo che ritengo deputato e perché il rischio di trovare “arrabbiati” da web (che tali, a mio parere, sempre saranno, qualunque cosa succeda) e derivare quindi su sbiaditi slogan o peggio sul flame é altamente probabile (e questo non mi farebbe piacere essendo ospite in casa di Elasti).

    Sarebbe comunque un piacere proseguire in privato la nostra chiaccherata.

    Vedo che mi dai del lei e invece io insisto col tu 🙂 !
    Forse ci separano un po’ d’anni (nemmeno troppi, forse) ma mi farebbe piacere se anche tu usassi nei miei confronti la prima persona singolare, perché questo é un contesto informale, senza gerarchie e dove le rughe, se ci sono, non si vedono :).
    E talvolta questo aiuta a vedere le persone per quello che realmente sono, al di lá delle apparenze 🙂 !

  25. 1) vorrei passare il test che si frappone tra me e il mio sogno di sproloquiare in una cabina d’interpretazione, magari all’Ue, magari all’Onu, ma m basterebbe che ci fossero un paio di cuffie e un microfono.
    2) vorrei riuscire a laurearmi entro marzo, senza eccessivi sconvolgimenti vari & eventuali
    3) vorrei dimenticare un paio di occhi azzurri che mi perseguitano da due anni, e godermi la fantastica amicizia costruita giorno per giorno con il proprietario dei suddetti senza sentirmi una stupida.
    4) vorrei fare pace con l’unica ragazza a cui abbia mai detto “ti amo” e che adesso x uno stupido equivoco mi odia.
    5) vorrei poter parlare molto di più con mia madre. Presentarle il mio mondo, prima o poi.Ma temo mi toccherà aspettare.
    6) vorrei espatriare, giusto il tempo per far sparire il Nano da tutti i tg/giornali italiani & esteri.
    7) vorrei avere molte, molte meno paranoie.
    Miss KInney

  26. Max il lei di Artù è una forma di rispetto, che se uno è abituato ad usarlo abitualemente con persone che non conosce, non ha niente a che fare con le rughe o l’età.

    A volte mi domando cosa ci sia di male nel lei che da fastidio.

    Ma ho idea che andremo fuori tema.
    Guarda te il caso, io che mando fuori tema…cosa mai vista!

    (Ah Elasti quanto hanno festeggiato i piccoli interisti, perché lo hobbitt piccolo non si è fatto deviare da Valentina, vero?)

    ^_^

  27. quanti buoni auspici, mi cimetto anch’io con i miei.
    1. che finalmente mi possa sentire stabile nella nuova casa che è nella nuova città che sta nel nuovo stato.
    2. che finalmente possa lavorare essendo pagata facendo quello che mi piace, chè lo faccio con passione e anche abbastanza bene.
    3. che possa crearmi una nuova vita sociale nella nuova città
    4. che i progetti della vita privata finalmente vadano come dovrebbero andare.
    Ecco fatto, molto liberatorio 🙂

  28. ARTU’

    Caro Max Hunter,
    grazie per l’ultimo messaggio, e mi farebbe molto piacere se ci potessimo scrivere i n privato.
    Io non sono molto capace di usare il computer, e questo blog è il solo a cui sono in grado di intervenire per ovvi motivi.
    Vorrei sapere come faccio a contattarla sul suo blog ? quale è la sigla, nome o chessò altro per connettermi ?
    Se non ritiene opportuno svelare a tutti la chiave d’ingresso del suo blog perchè non usare il “nonsolomamma” come tramite ?
    Per questo dovrò prima essere autorizzato appunto da nonsolomamma !

    Pe quanto concerne il “tu” devo confessare che mi resta molto difficile darlo, e non per snobberia o per oscuri motivi, ma perchè in tutta la mia vita ho sempre usato il “lei” salvo che con i parenti o gli amici, molto amici. Ma facciamo una cosa lei continui a darmi del “tu” e io cercherò di abituarmi a fare altrettanto, ma temo che nei primi tempi farò dei grandi pasticci.
    Le manderò un messaggio di quqando dare il via a questa “operazione cocomero”.

    Molti cordiali saluti artù

  29. ARTU’

    Per il 142.

    Ieri quando ho letto il suo intervento mi è venuto di scriverle un messaggio, ma, le confesso di non essere stato in grado di dirle qualcosa di non stereotipato e ovvio.
    Lei è in una situazione in cui ho sempre avuto il terrore di trovarmi nel corso della mia vita fino ad ora: le confesso che se mi dicessero che mi trovo in quella situazione mi preoccuperei solo di non soffrire fisicamente. Ma bella forza sono vecchio, la mia vita sta avvicinandosi al termine anche indipendentemente dalla malattie.

    La cosa che le auguro di tutto cuore, oltre ovviamente ad una completa guarigione, è di raggiungere una totale serenità interiore che le consenta di lottare contro il male, nell’ambito delle possibilità, o comunque di vedere il mondo – che è stato patrigno con lei – sotto l’aspetto più favorevole.
    Si tratta di una sforzo non da poco, ma vale la pena di provarci.

    Con molti saluti affettuosi

    artù

  30. So che passerò ancora per quella che fa politica (e magari anche per la frustrata) ma chi se ne frega: mi auguro che i colleghi precari rimasti senza lavoro che stanno occupando i provveditorati di tutta Italia, soprattutto al sud, e quelli che stanno facendo lo sciopero della fame a Palermo, nonchè la coppia di quarantenni che ha minacciato di buttarsi dalla finestra al provveditorato di Caserta vincano la loro battaglia per un lavoro e per non perdere tutti gli anni di fatica e specializzazione.
    Mi auguro altresì che la mistra Gelmini soffra di un’insopportabile ulcera che non le faccia passare un buon autunno.
    Lucia

  31. La mia vita è piena e felice come mai prima!
    Vorrei un piccolo lavoro part time
    Vorrei che il desiderio di un terzo bimbo si concretizzasse in un vero desiderio
    Vorrei che l’inserimento al nido e l’inizio della scuola elementare dei miei bimbi avvenisse nella maniera più serena possibile
    Vorrei avere una giornata di 30 ore
    Vorrei dimagrire di almeno 7 chili

  32. Cara Elasti, non ce la faccio a leggere tutti i commenti, considerato che li leggo dal telefono, ma la loro poderosa mole dimostra come ci sia voglia di pensare, desiderare, discutere, confontarsi. Io mi identifico in molti dei commentatori, ma la cosa bella e’ vedere che i blog come i tuoi sono assolutamente trasversali, letti da persone diverse che magari non hanno niente da dire riguardo alle cerette nei paesi sperduti del Salento (senza offesa) ma che invece colgono al volo la possibilitá di esprimersi sul proprio futuro e di quello dello strano paese che abitiamo. Quand’è così mi piace molto più che leggere scontati commenti di semplice apprezzamento. Allora torna presto dal Salento e continua così, con i tuoi occhi sul mondo lievi ma non così ingenui come sembrerebbe.

    I.

  33. Ciao Elasti,
    per questo autunno che arriva vorrei soprattutto:
    che la mia bimba di 10 anni vivesse più serenemente il suo ultimo anno di elementari;
    che il mio compagno condivida di più i momenti difficili;
    che il mio quasi prossimo nuovo lavoro mi lasci spazio di tempo e mentale per non crollare la sera arrabiata ed insonne;
    che vincessi la lotta con la pigrizia e la stanchezza per una piscina o uno yoga una volta alla settimana;
    che mia madre affronti meglio le dinamiche del marito e del figlio problematici;
    che le amiche resistano ancora a sopportare me ed io loro;
    più bonarietà e meno livore tra i colleghi.
    buon proseguimento!

  34. Caro Artú, il mio blog non é cifrato né richiede password per accedervi, semplicemente richiede un’utenza registrata (che si puó creare anche usando un’email fittizia, ovvero del tutto anonimamente. In tal caso peró l’utenza creata dura una settimana e poi autodistrugge, tipo mission impossible :D) per scrivere (per leggere nessun problema, aperto a tutti, salvo eventuali sezioni riservate).

    Ma credo che la buona e ormai “vecchia” email possa fungere senza problemi al “nostro” scopo 🙂 !

    Crarne una usa e getta, qualora si voglia evitare ogni rischio, é abbastanza facile e anche se sei in rapporti non eccelsi con ‘ste diavolerie moderne 😀 ritengo che con l’ausilio delle due donne brillanti alle quali puoi chiedere consulenza (Elasti e la di lei genitrice :D) non sarebbe un problema 🙂 !

    Non c’é fretta intanto, non abbiamo slogan da urlarci in faccia prima che scadano ma solo una chiaccherata da fare :).

  35. – So che in questo periodo di crisi è già molto avere un lavoro ma io vorrei proprio tanto, da qui a Natale (se fosse tra pochi giorni ancora meglio… sognare non fa mai male)
    trovare un lavoro creativo che mi possa dare le soddisfazioni che non so neanche cosa siano, visto che ho a che fare ogni giorno con i numeri che io odio con tutto il cuore.
    – Vorrei avere più intraprendenza per poter realizzare quanto sopra
    – Vorrei che mia figlia di 7 anni riuscisse ad aprirsi di più con gli altri bambini per poter vivere più “allegramente”
    – Vorrei che il rapporto con mio marito ritornasse quello dei primi tempi

    Alla fine però non so neanche se è giusto desiderare altro da quello che ho, visto che la salute è la cosa più importante, e per me non è retorica
    Un bacio a Elasti

  36. ARTU’

    Per il n° 193

    Non voglio passare per un rompiscatole che parla, parla di qualunque cosa atteggiandosi a saggio a tutto campo.
    Le auguro di tutto cuore che si realizzino i suoi desideri, ma sull’ultimo che ha espresso le devo dire che in genere ci si sposa felici, felici di vivere insieme per realizzare un progetto di vita (anche se non lo chiamiamo così però di questo si tratta) insieme.
    Poi vengo no i figli/o, si entra nevessariamente in una routine e ciascuno dei coniugi trascorre la vita, con i suoi desideri, le sue emozioni, ecc.. Se i due mutano il loro modo di essere, manifestarsi, amarsi, insomma convivere, tutto procede bene, ma se uno dei due si rammarica che l’altro sia cambiato, allora attenzione perchè i rapporto potrebbe deteriorarsi. Ho vissuto parecchi anni fa tutto questo, e non ho fatto l’unica cosa allora necessaria, cioè parlare con l’altro e dire e dirsi tutto, senza pietà verso se stessi e verso il coniuge. Nel 99.99% dei casi le cose aggiustano, in caso contrario si rompe un qualcosa che era già rovinato, ma si è ancora in tempo a ricrearsi qualcosa di nuovo.

    Forse davvero sono andato troppo oltre nel mettere il naso in fatti non miei, ma sono passato attraverso una esperienza molto dolorosa per me e per la mia ex moglie, e se posso in qualche modo contribuire ad altri di vivere le stesse cose, sono contento.

    In bocca al lupo.

    artù

  37. ciao…per me non vorrei niente …ho già tutto quello di cui ho bisogno…due figli che mi stressano ma dei quali non farei mai a meno, un marito al quale ogni tanto tirerei le orecchie ma senza il quale non mi godrei la vita, un lavoro che come tutti amo e odio a fasi alterne, amicizie quanto basta e problemi un giorno si e uno no giusto per non perdere l’abitudine…. auguro invece a chi ha qualche forte desiderio di realizzarlo pienamente e con soddisfazione e poi di goderselo fino in fondo!

  38. Vorrei che mia cognata che’ stata lasciata anni fa da mio cognato con un bimba di 6 anni e un’altra in pancia trovi finalmente serenita’ con il nuovo compagno
    Vorrei che mio fratello, da sempre orso ma adesso ancora di più da quando e’ malato gravemente ed e’ stato lasciato dalla moglie, senza lavoro a 45 anni (tornato a casa dalla mamma ottantenne) trovi la forza di reagire all’a vita.
    Vorrei che mia madre, da sempre attenta solo a mio fratello e adesso ancora di più da quando lui e’ tornato a casa fosse anche una nonna per i miei figli, che ignora.
    Vorrei che tutti e due smettessero di vedere in me il nemico solo perché ho un lavoro, una famiglia e una vita, anche a costo di grandi ansie e paure.
    Voi tutte mamme che avete nonne e zii affettuosi e presenti, tenereveli stretti, perché e’ assurdo, ma non e’ scontato che vi vogliano bene.
    Infine vorrei essere una mamma migliore della mia, anche se non ho conosciuto l’infanzia, la tenerezza, la cura e l’attenzione.
    Julia

  39. appena tornata dalle vacanze, tempo di bilanci e propositi, questo è un invito troppo, appunto, invitante per non coglierlo.

    e allora:

    vorrei passare l’esame di ammissione per quella scuola di specializzazione post universitaria a cui tengo tantissimo, un sogno di sempre che si avvererebbe (pure ultima, ma vorrei passarlo!)

    vorrei avere un po’ più di chiarezza sul fronte lavorativo e, perchè no, anche una retribuzione (è chiedere troppo, oggidì?)

    vorrei che il nostro amore possa continuare così, che i nostri progetti possano cominciare a realizzarsi, mantenendo quei meravigliosi voli di fantasia che rendono tutto magico, vorrei vederlo sempre felice, vorrei che trovasse la sua strada

    vorrei che tutte le persone che amo fossero felici felici felici in modo assurdo

    ma sopratttutto

    vorrei riuscire a superare definitivamente certi impasse che ora mi limitano la vita, vorrei tornare quella che ero un tempo ma con la consapevolezza che ho oggi, vorrei perdere fino all’ultimo grammo di questa paura che mi soffoca, vorrei guardare veramente la vita in modo positivo, (quasi) sempre.

    chiedo troppo?

  40. …vorrei….

    …che il professore mi firmi finalmente la tesi;

    …che mia mamma si senta finalmente e realmente felice;

    …che il lavoro che ricomincia fra una settimana mi consenta di essere completamente autonoma, che a 24 anni non sempre capita..ma ne avrei tanta voglia;

    …che l’amore mio e del mio Patato ci dia il coraggio di costruire giorno dopo giorno una vita insieme;

    …che l’autunno e l’inverno non mi portino un malanno a settimana, come l’anno prossimo…e soprattutto che i malanni non me li attacchino i miei allievi!!!!

    …ok, per ora può bastare.
    Buoni “Vorrei” e Buona Estate a tutti

    Francesca

  41. Vorrei… “mettere nella pancia” una bella fratellina “piccolapiccola” per la mia intrepida bimba..
    Sara’ dura, ma che grande voglia di pancia abitata!
    bacio grande grande, C.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.