Nonsolomamma

l’ospite

se ti invitano in tivvù assurgi per qualche ora al prestigioso rango di ospite.
l’ospite che interviene in una trasmissione del sabato mattina presto deve essere a roma non più tardi delle 20 del venerdì.
l’ospite, se viene da milano ed è incinta, prende il volo delle 19, pieno di signori in giacca e cravatta che si alzano in piedi e dicono "prego passi avanti, prego si sieda, prego siete in due" e ridono compiaciuti della loro galanteria e della crescita del tasso di natalità nostrano, felici di tornare in una città come roma dopo una settimana di lavoro in una città come milano.
all’arrivo l’ospite è attesa da una macchina, guidata da un autista che viene dai monti dell’abruzzo ed è a roma da 20 anni. "signorì non faccia sforzi! signorì mi dia ‘a bborsa. signorì se sui monti dell’abbruzzo ce fosse lavoro io non sarei qua a impazzì ner traffico del grande raccordo. signorì sta comoda?". l’ospite inizia a pensare che il mondo è un posto fantastico, popolato da persone fantastiche e vorrebbe chiedere all’autista di portarla a cena a casa sua, dove, ha appena saputo, ci sono due bambine piccole e una moglie lucana che questa sera prepara i panzerotti.
invece l’ospite viene depositata in un albergo convenzionato con la tivvù dove le viene assegnata la camera 404 con una tappezzeria a righe rosso cardinalizio e una moquette rosa antico.
l’ospite, se ha fame, ha diritto di cenare in un ristorante, sempre convenzionato, non lontano.
lei non ha mai cenato da sola in un ristorante, ma non capita tutti i giorni di essere ospite in tivvù, e soprattutto ha fame e una passione maniacale per le puntarelle con l’acciuga che a milano non esistono.
al ristorante ci sono le tovaglie a quadretti sempre rosso cardinalizio, le foto di marylin monroe e di totò alle pareti, la televisione che trasmette un documentario sull’inizio della seconda guerra mondiale e un barboncino che si chiama gengis khan a passeggio sotto i tavoli. non ci sono le puntarelle, ma una filiforme cameriera rumena con un ipnotico accento borgataro. 
la mattina seguente l’ospite ha la sveglia alle 6,10 e un’automobile di sotto alle 6,40 che però arriva in ritardo. l’ospite sta per addormentarsi all’ingresso dell’albergo ma poi trova al suo fianco sul sedile posteriore dell’auto un altro ospite, molto irritato perché deve andare in onda dopo 20 minuti.
"perché fai l’ospite?"
"perché parlo di mike bongiorno"
"ah"
"e tu? per parlare del bambino nella pancia?"
"non esattamente. per parlare di mamme incasinate. ho un blog"
"tutte le madri al primo figlio hanno un blog"
"io sono al terzo figlio"
"ah"
"che fai nella vita a parte l’ospite?"
"il critico"
"ah"
"tu? fai la casalinga?"
"no, la giornalista finanziaria"
"ah".
il silenzio cala tra gli ospiti sul sedile posteriore.
arrivati a saxa rubra l’ospite maschio critico viene risucchiato dalla macchina televisiva. l’ospite femmina incinta viene scambiata per la moglie dell’ospite maschio e messa a sedere su un predellino.
"può aspettare qui suo marito. se vuole vederlo in diretta lì c’è una televisione".
"veramente…"
"mi scusi ma adesso non abbiamo tempo".
quando la macchina infernale capisce che la tizia incinta sul predellino non è la moglie dell’ospite ma ospite ella stessa, risucchia pure lei.
"te trucco poco perché sennò me sembri un pajaccetto", le dice la truccatrice.
"così hai tre maschi e manco una zucchina?", le dice il parrucchiere.
"zucchina?"
"io le bimbette femmine le chiamo zucchine"
"allora io non ho zucchine"
"manco io, mannaggia. che famo? stiriamo?"
"faccia quello che crede. ho un rapporto difficile con i miei capelli"
"stiriamo".
poi arriva josefa idem, alta, bionda e meravigliosa.
"piacere, mi chiamo sefi. sono felice di incontrarti e di essere ospite insieme a te"
e l’ospite incinta, che si sente una ranocchia di fronte a un levriero, scopre che la normalità, nel senso più alto e nobile, sta dove meno te l’aspetti. persino dietro al sorriso disarmante e disarmato di una campionessa del mondo.

ps grazie all’intervento e al lavoro di brix a cui va l’elasti-gratitudine, il video è qui, sul suo sito:
www.tizianapannunzio.it/DOWNLOAD/Sabato%20%26%20Domenica%20estate.mov

120 pensieri riguardo “l’ospite

  1. ma perchè il parrucchiere i maschi li chiama maschi e le femmine zucchine?
    si ringrazia josefa per l’iniezione di normalità che ha saputo darti col suo sorriso.

  2. elasti sei stata mitica, mi sono alzata presto solo x vedere te e la tua pancia abitata (che non si vede neanke tanto).

    baci da roma

    Robby

  3. per quanto riguarda la pancia abitata, in realtà si vede eccome. è che quella poltroncina era una specie di trappola mortale che, se non stavi attenta, ti risucchiava come le sabbie mobili. quindi, per evitare di essere inghiottiti, bisognava stare tutti tesi, un po’ rincagnati. per questo la pancia si è appallattolata su se stessa e ha fatto finta di essere più piccola di quello che è.

  4. Lo ammetto, sono esterofilo, ma non per questo dico che un’ospite italiana, di quel calibro, non credo si sarebbe presa la briga di leggere il tuo blog e arrivare “preparata” come lo era lei 😉 !

    Il critico “simpatico” chi era ?
    Cosí tanto per sapere se é uno di quelli noti che si riempie la bocca di eguaglianza, diritti delle donne, ecc.

  5. Inanzitutto un ringraziamento a brix che ha messo l’ospitata in rete.

    Elasti, mi sembra che sia stata molto piacevole quest’esperienza, no?
    Josefa è stata molto carina e gentile ed anche i presentatori, per una volta, non mi sono sembrati terrorizzati da internet e pieni di pregiudizi

  6. Allora, messo la sveglia la mattina per vederti, e devo dire che ce l’ho fatta…ancora non ci credo ma ce l’ho fatta sul serio! Ok, ora hai una voce, e un viso…fantastico! ^_^
    Josefa è stata inaspettatamente (non trucidatemi, ma non me l’aspettavo) come dire…solidale! Non posso dire la stessa cosa dei del presentatore..cavoli, poteva almeno dare un’occhiata al “nostro” elasti blog…sì, perchè visitandolo ogni giorno, lo sentiamo un po’ anche nostro, la nostra casetta! E lui invece a pensare che si facesse propaganda di pannolini! ^_____^
    Tzk!L’unico neo….è che è durato troppo poco, non ti meritavano Elasti! ^_^
    (ps: mai scritto commento più lungo!)
    Cia

  7. mi unisco al commento #17 di Cia, certo che si potevano almeno documentare sugli ospiti e perdere 5 minuti x visitare il tuo blog, lo ha fatto Josefa che penso abbia molti + impegni di loro … ho avuto una ulteriore conferma che non guardare questi programmi è cosa buona e giusta..
    Bibi

  8. Hmmm… essendo romana mi stranisce il termine “zucchina”, che da queste parti usiamo come “fancuilla dalle facoltà mentali da verificare”. Insomma, la paRucchiera – co na ERE sola – me parla un romano diverZo??? Mah, forse è n’impressione…. 🙂
    Wonderland

  9. Concordo, i conduttori (o chi per loro) potevano dare un’occhiata al tuo favoloso blog…certo che c’hanno fatto una figura -_-!!!
    Cmq Elasti, tu e Josefa eravate entrambe simpaticissime ^_^!!!
    Un mega saluto da Genova da Carrie83 😀

  10. ho messo la sveglia apposta per vedere te e i tuoi capelli a “carciofo”….ma niente, deduco che i parrucchieri romani son troppo bravi!!

    Le puntarelle a Roma si trovano in inverno pieno…vieni a cena da me che te le faccio trovare!

  11. Aspettavo con ansia un tuo post dopo la trasmissione… finalmente eccolo!
    E ho anche visto il video… non voglio ripetere quello che hanno detto le altre (condivido tutto) ma tu sei eccezionale, hai la ERRE come la mia e parli come la mia migliore amica… mi sembra di conoscerti davvero!

    Complimentissimi!!!
    Tobina
    (vado a stirare…)

  12. Non posso che essere d’accordo con n. 17 e n. 19. In tutto. Ho riacceso dopo settimane la tele SOLO per vedere te.
    Propaganda alle marche di pannolini, puah!
    Ciao ciao
    Eleonora di Bologna

  13. Tu sei stata, come al solito, troppo forte e Iosefa (un mito !), ti ha fatto pure una bella pubblicità 😀
    Dovresti venire a Roma ancora più spesso perchè i tuoi post “capitali” sono strepitosi !!!
    Un bacione enorme e…. speriamo il “pisellino” si trasformi magicamente in “zucchina” (bisogna sempre credere nei miracoli ;-D)

    JACOPO

  14. Ma quanto sei carina!! E la pancia non si vede, hai poco da dire della sedia … io a sei mesi sembravo già una piccola mongolfiera, fossi stata io si sarebbe visto eccome!!!

    I due presentatori erano davvero due zucche vuote, il maschio in particolare meritava un premio per la demenza!!

    /graz

  15. Anch’io c’ero a vederti!!!!!!:))) Sei stata spontanea serena e solare, come è il tuo blog!!!!Mitica!!!!un bacione grande!
    Sharon&G.

  16. bell’intervista, anche a me è piaciuta molto sefa e tu hai un viso splendido, nonostante la levataccia e il trucco leggero!!
    ch

  17. Certo che l’ambiente televisivo delude sempre… però vuoi mettere? “Claudia De Lillo – scrittrice”!
    Ottima Elasti, ti seguo da quando mia moglie ha l’elastilibro e ci rendi la vita ancora più divertente con i nostri tue pupattoli. Grazie!

  18. …eeeh grande Elasti! Certo che il critico è un grande uomo!!! A furia di criticare il resto del mondo ha perso la misura di se stesso! Qualcuno dovrebbe spiegargli che le casalinghe non sono esseri unicellulari, prive di neuroni, che fluttuano per casa con straccio e scopa!!! Io ci ho pure fatto un post sull’ipotetico curriculum di una casalinga e sono venute fuori una serie di competenze che il signor critico non si sogna nemmeno! Del resto la vita è così: c’è chi agisce e chi guarda…e critica! Un abbraccio, Daniela

  19. Non conoscevo il programma e se non era per il tuo post non ti avrei vista sabato. Anche a me il levriero è piaciuto e poi si era informata sull’ospite al suo fianco… il presentatore non sapeva nemmeno di cosa trattasse il blog. Forse se chiedeva alla moglie, trimamma, sarebbe andata meglio.
    Tu stavi benissimo, altro che capelli a carciofo!

  20. ho visto il video, perché a quell’ora ero a scuola di mia figlia.
    È stato bello vederti. Condivido tutti i commenti. I presentatori erano in due, almeno uno poteva leggere il tuo blog, almeno una piccola sbirciatina per rendersi conto di cosa trattava, che per fortuna non sono consigli sui pannolini!
    Peccato, io volevo vederti con il pancione in bella mostra!
    Un abbraccio.

Rispondi a moma75 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.