Nonsolomamma

marìotereso e la pancia adatta

tunf tunf tunf
"che stai facendo, nano? la smetti di dare calci al muro?"
"ma ho li pedi nudi e non spocco" (= ti faccio notare che ho avuto l’accortezza di denudarmi i piedi prima di infierire contro la parete della cucina, al fine di non lordare il muro che, del resto, ho già provveduto in passato a insozzare a dovere)
"non mi interessa che tu abbia i piedi nudi. non si danno i calci al muro"
"ma è la casa di malìoteleso" (= il muro non è un semplice muro, bensì la dimora del mio amico immaginario marìotereso. e se tento di demolirlo a suon di pedate avrò i miei buoni motivi)
"a maggior ragione: se marìotereso è in casa in questo momento gli stai dando molto fastidio. quindi finiscila"
"malìoteleso è in casa con sua mollie"
"ah. marìotereso oltre ad avere un papà – benedetto come il papa – e una mamma – lucia come la manzoniana mondella – che lo trascurano e lo mollano regolarmente nella nostra famiglia, ha pure una moglie? e come si chiama questa moglie?"
"come si deve chiamale? maliatelesa, no?"
"naturale, come si deve chiamare se no?"
"che poi è la mamma di mattina e benedetta, le bambine che ho in panza" (= mariateresa, moglie di marìotereso, altro non è che la madre naturale e legittima di martina e benedetta, le bambine che io porto in grembo, figlie, sempre legittime e naturali, di marìotereso che mi ha chiesto il favore di covarle al posto loro)
"scusa nano, e perché martina e benedetta non stanno nella pancia di mariateresa ma nella tua?"
"zelto, pelké maliatelesa non ha la panza adatta"
"e tu invece hai pancia adatta per farci crescere le due gemelle?"
"zelto, io vado in pissina, senti ke muccoletti" (= certamente. ti ricordo che io frequento il corso di nuoto baby alla piscina comunale vicino a casa. e per questo sono dotato di muscoli addominali di tutto rispetto. senti che tonicità e che vigore!).

48 risposte a "marìotereso e la pancia adatta"

  1. dovrei prendere esempio dal nanetto.. sportivo e generoso (è un secolo che non vado in piscina.. potrei fare la boa!).
    ciao mammina.. non commento quasi mai, ma ogni tanto.. ci vuole, un grazie per i tuoi post tenerissimi e divertenti e.. reali
    🙂

  2. A proposito di nuoto….. come va il tuo pavimento pelvico? In gravidanza io ho fatto un corso assolutamente laico e prosaico all ‘accadueò se ti può servire. Baci e grazie!

    Così

  3. Grande Elasti-nano !
    Il Pippo invece oggi mi ha detto che lui ha i moccoletti .
    Altra roba: colore bianco-giallastro, viscosità media, presenza di filamenti molli.
    Meglio i muccoletti, decisamente.

    Mimì

  4.  ok, confesso che farei pazzie per i muccoletti del piccolo !!! 

    scherzo, ovviamente !! e pensare che avevo deciso di andare in piscina martedi scorso e il venerdi precedente c`e` stata alluvione !!! argggg e si ke c`era acqua dappertutto qui a cork ….. 

    baci eli da cork

  5. E che domande, pure tu: come volevi si chiamasse la moglie di Marìotereso !?!
    Hahahahahaha MI TI COOOOOO !!!!!  Ricordi quando parlava soltanto a monosillabi o con 5 o 6 parole ?
    Non lo rimpiango per niente quel tempo hahahahaa

    JACOPO

  6. ufff!!! queste domande scontate!!!!
    1) e come doveva chiamrasi la moglie di Mariotereso??!!
    con un marito che possiede un nome così bello… non poteva che essere altrimenti!!!
    2) …elasti… ma non ti accorgi nemmeno che ha dei muscoletti così perfetti?? te lo deve dire lui????
    ..aaaa queste mamme!!!
    Elena

  7. A quanto pare hobbit di mezzo (eh, si, è ora di cominciare ad abituarsi che hobbit piccolo fra un po’ è un’altro, o lo chiamerai, che so, hobbit mini, hobbit tre, hobbit piccolissimo?) ha trovato un modo sano ed economico per adeguarsi all’imminente spodestamento da cucciolo di casa.

    Forse è il caso, a suo tempo, di fargli notare che lui è nell’invidiabilissima posizione del voltagabbana: potrà fare il grade con numero tre e il piccolo con numero uno, e sono sicura che se ne approfitterà da matti a suo vantaggio. Beware piccolo hobbit.

    Che bello un bambino che sa bastare a sé stesso come lui (con alcune coccole dalla mamma, of course).
    Mammamsterdam

  8. ARTU’

    Curioso, ma qualcosa di simile è avvenuta con mio figlio, quando andava all’asilo.
    Un giorno venne a casa e raccontò che avevano fatto un ngioco nuovo, con filo di lana e due ferri; il gioco consisteva a intrecciare il filo di lana a fare un tessuto a tubo. Gli hanno insegnato a fare la calza. La mia ex moglie ha chiesto al piccolo "ma a fare questo nuovo gioco erano più bravi i maschi o le femmine ?", e lui con l’aria sbalordita rispose "i maschi naturalmente, sai le femmine non sono brave a giocare".  Era un’altra generazione e ora hobbettino è più precoce, ma la struttura del ragionamento è sempre la stessa,  " i maschi fanno tutto meglio, anche la gravidanza ! "

    arrivederci

    artù

  9. me lo posso portare a casa il nano piccolo! in queste giornate uggiose le risate che mi provoca leggere di lui sono un ottimo anti depressivo!

    curiosissima anche io di sapere cosa non combinerà il terzo nano. ma come lo chiamerai?
    c’è il nano grande ed il nano piccolo.
    il terzo???

    🙂
    suso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.