Nonsolomamma

una pensioncina

ore 7 a.m.

"come stai?"

"uno schifo. ho la tosse e il raffreddore, la settimana scorsa ho avuto il virus intestinale dello hobbit piccolo e ho passato più tempo nei bagni dell'ufficio che alla mia scrivania. ultimamente ho vinto il turno di apertura in ufficio ed esco di casa alle 6,15. e forse pedalare nel buio umido dell'alba novembrina milanese per 40 minuti non è come andare alle terme. e questa notte non ho dormito"

"per colpa del microbbit?"

"no, per colpa della tosse"

"effettivamente hai un colorito tra il grigio e il verde"

"grazie. cof cof cof cof"

"perché non stai a casa oggi?"

"perché ho già fatto 11 mesi di maternità e mi sento in colpa"

"ho capito, ma se sei ridotta da buttare via è meglio che tu stia a casa. magari ti basta un giorno di sonno e solitudine a casa per riprenderti"

"avrei bisogno almeno di un weekend senza hobbit. magari in montagna. o anche al mare. ma anche una pensioncina a sesto san giovanni o a cinisello balsamo andrebbe benissimo. cof cof cof. vuoi venire con me? nella pensioncina di cinisello, intendo. cof cof. hai per caso un fazzolettino di carta?"

"guardati. secondo me hai pure la febbre. basta. oggi stai a casa"

"cof cof cof. tu dici?"

"sì"

elastigirl ha ubbidito a mister incredible che, eccezionalmente, questa settimana va a londra solo 24 ore. stamane, alle 8, bonificata la casa dagli hobbit, si è messa a letto e si è addormentata. mister incredible, credendola morta, l'ha svegliata alle 15. fornite le minime garanzie sulla sua esistenza in vita, ha dormito ancora un po'. ora sta un po' meglio ma il sogno della pensioncina a sesto san giovanni alberga ancora in lei.

56 risposte a "una pensioncina"

  1. In effetti proprio oggi con una collega si parlava dell'opportunità di rimanere a casa in caso di malanni, non tanto per il malato, quanto per i colleghi sani al lavoro… 😉

  2. Bella la pensioncina a Cinisello o a Sesto… posti incredibili che diventano romantici in un batter di ciglia pur di avere 48 ore (ma anche 24 eh?) in completa assenza bimbetti…. ahhhh, sano silenzio…

    Rimettiti e riguardati…

  3. IO dico sempre che sogno un week end a Campi Bisenzio, quindi ti capisco a pieno…
    coraggio!
    Un bacio
    Simona da Firenze (sotto il diluvio)

  4. Como. Como è un luogo perfetto per queste cose. A un'ora di trenino, che arriva proprio in riva al lago, ed è pieno di alberghi.
    Buon riposo…
    J.

  5. Se può consolarti,nel senso che sicuramente riuscirai ad andarci prima di me,il sogno della pensioncina (con un hobbit di 11 e una di 5) per me è ancora pura utopia.
    Baco bella Elasti.
    Rita

  6. Ho un’amica con figlie ventenni. Di tanto in tanto lei ed il marito “scappano” il sabato sera, prenotano un hotel del centro e vi si nascondono per 24 ore.. Fingono anche di essere turisti ed ordinano in inglese.. Hi hi hi.. Quando vivevo a Londra e sono venuti i miei a trovarci facemmo lo stesso… Venivano a trovare la nipote.. Noi gli lasciammo la nipote e ce ne andammo a dormire in albergo… Una botta di sonno… Dormimmo fino alle 11 indisturbati la mattina dopo 🙂 raccomando caldamente l esperienza..!

  7. hi hi io ho fatto lo stesso oggi……
    mi sono alzata un po' più volte di te Elasti, ma ….. CHE PACCHIA CHE PACCHIA CHE PACCHIA
    Aloha from Bari
    B

  8. … ma la richiesta per fare il part time è finita nel dimenticatoio ??  … secondo me sarebbe la tua salvezza, splendida elasti …  Prova a sondare il terreno …

  9. Mi chiedo sempre perché tu vada in ufficio in bicicletta. Non credo che l'aria che respiri sia molto pulita. Non lo era trent'anni fa, quando ho lasciato Milano, e non penso che, nel tempo, sia migliorata. Forse usi una mascherina filtrante? Sarei molto curiosa di saperlo. Dove abito io, in un paesino arrampicato su una collina, i pullman del servizio pubblico sono rari come mosche bianche e quindi bisogna spostarsi con i mezzi propri ma, almeno, l'aria non è inquinata.
    Comunque in questi giorni sono raffreddata anch'io, ahimè.
    Guarisci presto!
    Antonella

  10. Una pensioncina a Nichelino o a Vinovo….anche solo per una notte, la sogno da un'anno e mezzo ormai!! Esosa e spendacciona che sono!!

    Io alla bici per ora ho rinunciato, giace in garage in attesa della tardiva primavera torinese, a farmi beccare accidenti assortiti ci pensano già i microbi che mi portano a casa i due nani!
    Buona guarigione.

    Ale

  11. Dai vieni in Alto Adige, abbiamo un sacco di belle pensioncine con le camere in legno, i piumoni caldi, la zona benessere annessa. Ti farebbe bene un bel bagno di fieno, una sauna bio, dei trattamenti al pino mugo… ok, smetto di indurti in tentazione, ma se hai bisogno di indirizzi ecc… ti mando la mia mail nella posta privata di Facebook :))))
    ciao ciao da Bolzano
    Rosanna

  12. Menomale che OGNI TANTO c'è lui a casa ….
    altrimenti Elasti chissà come ti ridurresti!
    Quindi statte a casa bambina, e riguardati, come diceva la mi nonnaaaaaaa!

    Mimì

  13. io sognavo la stessa cosa dichiarando ad amici e parenti sbigottiti  di voler prenotare in un noto motel sulla paullese. mi avevano raccontato che c'era anche l'idromassaggio e la mia immaginazione si incendiava al pensiero di farmi 8 ore continuative di sonno da sola. ho detto tutto. ma ora  preferirei anch'io l'alto adige. ad un certo punto si esce dal tunnel. il momento della ripresa lo ricordo come tra i più duri della storia nanesca. forza e coraggio.

  14. L'anno scorso, più o meno di questi tempi, decisi di concedermi il mio primo week-end di libertà in sei anni. Venezia. Amici. Mostre. Ombre… Si abbatté la più copiosa ed imprevista nevicata della storia, che congelò tutte le Frecce rosse e d'argento, compresa la mia. Ho vissuto l'ebrezza del tragitto Torino-Bologna e ritorno tra magliette, canottiere e mutande degli stewards di bordo, che, disperati, cercavano di raccogliere la neve entrata dalle porte bloccate su "OPEN". Per un totale di circa 10 ore di punizione divina…
    Quest'anno ho sfidato di nuovo lo status quo, regalandomi il primo week-end da sola con mio marito in sette anni. Verona. Concerto di Peter Gabriel all'Arena. Meteo saldamente dalla nostra parte. Eppure… Eppure la nemesi esiste. E mi ha inviato il più tempestivo virus abbia mai conosciuto: solo febbre, ma a 40° e, precisamente, dalle 19.30 alle 8.30 del giorno dopo, dieci minuti prima che il treno del rientro partisse…
    Una pensioncina a Pinerolo (nel mio caso), ora che mi ci fai pensare, potrebbe essere la scelta giusta… Sembra un luogo sicuro, caldo, innocuo… Ci penserò il prossimo autunno… Oppure cambio stagione…
    Ce

  15. ARTU'

    Cara Elastigirl,
    non nego affatto che la pensioncina di Cinisello Balsamo sia quanto di meglio al mondo per rilassarsi, dormire senza rumori di treni, tram, autobus, moto e auto rumorose, strilloni di giornali, bambini urlanti ecc., tuttavia dimentichi sempre che il castello di artù è il luogo del riposo totale, dei rumori naturali, e tieni conto che qui non ci sono elefanti che barriscono, leoni che ruggiscono. lupi che ululano, ma solo il cip cip di uccellini educati da vecchio maestro di belle maniere per animali che si trova ancora al castello, ed è l'ultimo al mondo.
    Quante volte ti ho detto che se vuoi un po' di solitudine quieta e rilassante, non solo puoi venire al castello, ma DEVI.
    Sei proprio una zuccona a non telefonarmi e dirmi solo con quale west-express della linea Milano-Torino arrivi nella ridente stazione di Rimoldia, e tu troverai un mezzo a prenderti.
    Ricordatelo, è tutto così veloce, e si realizza in un momento.

    ciao cara elasti e a presto

    artù

  16. beh pensioncina no, ma letto in cameretta è tutto tuo, anche uno per mister incredible…
    La bimba ns è una sola e femmina: puoi sopravvivere in camera con lei?
    Ha 14 mesi e SEMBRA che non si svegli più di notte

  17. Vorrei un castello e un re artù così ospitale anch'io…
    Posso augurarti di non guarire tanto presto, così te ne puoi stare un altro paio di giorni a letto? O sono perfida?
    Carol

  18.  Caro ARTU',
    sono convinta che elastigirl sarebbe felicissima di saltare sul primo mezzo di trasporto disponibile diretto verso la tua stupefacente e fiabesca dimora.
    il problema credo sia sempre, ahimé, l'ostacolo che le impedisce di rilassarsi anche tra le sue (probabilmente più contenute e meno amene se viste sotto il profilo paesaggistico ed architettonico) mura domestiche. credo che potrebbe essere un'idea la proposta di un pacchetto "all-inclusive": le serve anche qualcuno/a che si prenda cura della beneamata prole, tutta insieme, nessun hobbit escluso…
    o mi sbaglio?
    PS: se per caso le avanzasse qualche stanza e se decidesse di inaugurare uno spazio ricreativo per i pargoli e, chissà, magari decidesse di avviare uno spazio dedicato ad altri "ospiti", avrebbe già trovato una nuova cliente (ovvimaente con l'allegata famiglia)!
    Tanti tanti saluti,
    Arianna19

  19. ma scusa, com'è sta storia che tuo marito ti chiede un resoconto della notte? Ma lui dove dorme??? Vuoi dire che quando non è a londra trova  il modo di passare la notte come se non fosse a casa? Salute!

  20. ARTU'

    Mi ha fatto molto piacere leggere i suggerimenti di alcuni appartenenti all'elasti-popolo.
    Sono suggerimenti diversi ma tutti dimostrano preoccupazione per la stanchezza di elastigirl, e leggo tutto ciò una manifestazione di reale afffetto per la medesima.
    Ora sto vedendo cosa fare senza sconvolgere la vita dei due hobbits ,  le loro abitudini stabilite dalle altre volte che sono venuti a castello.
    Penso che domani saprò cosa fare.
    Grazie a tutti e cordiali saluti.

    artù

  21. lo scorso weekend io e Ashton abbiamo lasciato i tre hobbit e ci siamo rilassati con un bel bagno turco, sauna, idromassaggio e spalmatura di burro caldo in un centro benessere , dove , pur anche con qualche senso di colpa, abbiamo passato l'intero weekend ….SOLI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Naturalmente ripeteremo l'esperienza!
    Life

  22. Gentilissimo principe Artù,
    mentre Elasti medita sul Suo invito, vorrei approfittare della Sua ospitalità nel Suo castello per questo fine settimana. Quindi La pregherei di mandare la carrozza alla stazione di Rimoldia: io sarò lì, senza marito e senza hobbit. Non vedo l'ora…
    Con ossequio,
    Antonella

  23. ARTU'

    Cara Antonella,
    io sono un castellano e questo è fuor di dubbio, ma sono contento dei capelli che ho in testa, della mia altezza espressa in centimetri e ho già una moglie che amo molto.
    Grazie, e se pensa che sia bene che ci si incontri, allora facciamolo su questo blog.
    cordiali saluti.

    artù

  24. Ciao Elasti, sono a casa con la febbre pure io. Ieri sera non bastava una montagna di coperte per scaldarmi, ma MR X e' comunque andato a vedere la partita dal suo amico. Fortuna che con me c'e' Valentina, ora nominata anche lei Diolabenedica. La cosa piu' bella e' che il nano piu' piccolo 3 anni ha voluto andare col papa'. Ma gli altri 2 (8 puffetta, 6 brontolo) devono andare a scuola e quindi sono dovuti rimanere. ore 21.30 tutti a nanna, ed era già tardi. Ore 23 torna MR X e nano piccolo e' ancora sveglio….. il calcio fa proprio male, avrei scommesso che si sarebbe addormentato alla prima curva già all'andata.

    Stamattina tutti a scuola, MR X come al solito sotto le coperte fino alle 7.30, quindi mi sono trascinata a preparare colazione, dirigere il traffico, del tipo dai vestiti, su lavati viso e denti, mangia, pettinati, e poi scarpe, giubbo cartella e via. i tre nani pronti e lui seraficamente appare con la cravatta da annodare, cintura da chiudere. sono le 07.50 la campanella suona alle 07.55, per fortuna abitiamo vicini.

    Insomma per MR X, come dice una mia amica, portare i bambini a scuola significa solo traghettarli dalla porta di casa al cancello di scuola, ignorando completamente come arrivino fino alla porta di casa.

    Non abbandonare la bici anche se l'aria non e' delle migliori, perchè chi crede che dove abita lui non lo sia inquinata si sta solo illudendo, invece del puzzo degli scarichi a loro arriva altro, magari inodore ma comunque non ci si salva da nessuna parte.

    anch'io vado in bici, ho meno strada ma porto pure i nani, a volte pure loro in autonomia con la bici, ma se fa troppo freddo e non vogliono la bici, vanno a piedi e io li seguo in bici.

    In bocca al lupo per tutto  Micaela (Mestrino-Pd)

  25. Mi sa che andare in bici non sia più una passeggiata di salute da nessuna parte. In realtà ci avveleniamo con qualsiasi mezzo di trasporto, compresi i piedi, però credo che in bici di litri d'aria se ne processino molti di più.
    P.s. non ho niente contro le bici, anzi mi piacciono.

  26. @41

    ho visto il sito, è un posto bellissimo!!!!
    da roma un po' lontano ma…chissà!
    mi ispira molto per capodanno…chiamerò!

    stefania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.