Nonsolomamma

il panda gigante

quando elastigirl era piccola, nonna J, che allora era solo la sua mamma, la portava alla festa dell'unità nei giardinetti del quartiere. era una festa piccola, senza lo stand delle braciole e lo spazio dibattiti, ma c'erano il gioco dei tappi, di cui al momento ricorda solo il sughero e il brivido dell'azzardo, e la lotteria a cui non si vinceva mai niente.
nonna j aveva un amico, anzi un compagno, come si diceva a quelle feste dell'unità. di lui nell'elasti-memoria si è perso il nome e molto altro ma sono rimaste una sagoma altissima, con i ricci, e una dichiarazione lapidaria: "io alle lotterie vinco sempre".
sedotta da quella sicumera, elastigirl lo sfidò. "allora compra un biglietto e vinci per me il primo premio, il panda gigante, l'orso che ogni bambina vorrebbe al suo fianco nei momenti difficili e anche in quelli facili". e indicò una spropositata bestia di peluche in alto a destra che la guardava con enormi e ottusi occhi di vetro. era morbido, avvolgente e soprattutto grande, così grande che da una porta ci sarebbe passato a stento, così grande che di pupazzi di pezza di quelle dimensioni non ne aveva mai visti, così grande da trasformarsi, dall'ambo alla cinquina, nella meraviglia delle meraviglie, nel più sublime oggetto del desiderio, nell'unica cosa per cui valesse la pena avere un'infanzia.
"te lo avevo detto che vinco sempre", disse il compagno senza nome e senza volto, quando chiamarono il numero 32, quello della vittoria e del panda gigante.
elastigirl tornò a casa in macchina perché a piedi la bestia non era trasportabile. fece quel breve tragitto sul sedile posteriore di una fiat 125 color blu, avvinghiata all'orso, felice, grata, stupefatta, stranita e incredula.
esattamente come si sente oggi, con un sindaco tutto nuovo e l'aliena vertigine della vittoria.

136 pensieri riguardo “il panda gigante

  1. @ cristinadiroma non so se ti riferisci a quello che ho scritto io, però mi sembra in ogni caso esagerato parlare di commenti rancorosi. ci sono persone, come me, purtroppo molto realiste. non destrose, ma solo realiste. chi amministra oggi – sia esso di centro destra o di centro sinistra – segue logiche spartitorie e di interesse che è davvero inutile negare e far finta non esistano. inoltre non essendoci in questo blog scritto "vade retro se non la pensate come me" penso che tutti abbiano diritto di esprimere le proprie idee/posizioni, sia chiama confronto democratico. sennò sai che palle stare in un posto dove tutti la pensano esattamente nello stesso modo.
    MarinaM

  2. @99…
    veramente il blog è "nonsolomamma" e quindi anche i lettori di centro-destra e pseudo-berlusconiani, hanno figli, hanno lavoro, hanno una famiglia… nonostante votino a destra,
    e magari ridono alle battute o ai racconti di elasti, e si rivedono nelle situazioni e nelle vicissitudini di elasti…
    finchè la politica viene trattata con serietà e senza cadere nell'insulto e nell'attacco va benissimo,
    oltretutto elasti dà un suo punto di vista con educazione e senza mai cadere nel volgare…
    sono i commenti che fanno cadere il livello della discussione sotto zero…
    per la presupponenza dei "vincitori" e per l'insulto facile…

    comunque gioite di questa trasformazione… evviva da lunedì il mondo è migliore…  basta crederci veramente e forse a forza di ripeterlo sarà così, auguri!

    saluti  fandinonsolomammaperplessa.

  3. @marina
    veramente mi riferivo in particolare al commento n. 28. Leggilo e dimmi se non ti sembra rancorso. Certo che in democrazia tutti hanno il diritto di dire cià che pensano in qualsiasi luogo, solo che a me non viene nemmeno in mente di frequentare blog dichiaratamente di destra, leghisti o berluscones….
    Comunque il mondo e tanto bello proprio perchè tanto vario…. e ad ognuno i suoi gusti!
    Da parte mia mi limito a mettere su FB, tanti commenti antiberlusca e soci. ma non vado su blog di segno contrario alle mie idee a metterli! Ma ripeto ognuno faccia come vuole, mi limitavo a dire che mi sembrava un cincinino strano
    Abbracci stretti a tutte/i (meno il 28 🙂
    CristinadiRoma

  4. Sai Elasti anche io non sentivo da tanto quella stretta piacevole alla bocca dello stomaco…. Almeno dal referendum sul divorzio e sull'aborto! Che bella la stretta della vittoria! Hurrah, come mi ha scritto ieri sul cell. una mia cara amica d'infanzia! E poi si andrà a votare anche per il nucleare ha detto oggi la cassazione! Che altro ci vuole per esser contente?
    Sempre CristinadiRoma

  5. Dio ci scampi dalle persone di sinistra che vogliono parlare solo con altre persone di sinistra e viceversa… che noia e tristezza sarebbe il mondo.. e tra l'altro senza dialogo  non si va da nessuna parte… nè a destra nè a sinistra!
    medita Marinadiroma….

    CICCIA

  6. Ricordiamoci di andare la referendum e di superare il quorum!!!
    Per una volta che abbiamo il diritto di esprimerci, non lasciamoci scappare questa opportunità!

    Buona giornata

    Jasminalladin sloggata

  7. @99 …….
    questo è un blog o è una setta?
    ti sei mai accorta che leggono e commentano anche
    le donne senza figli,
    le donne senza mariti,
    i mariti,
    gli uomini senza mogli,
    i figli,
    le nonne,
    i nonni,
    il mondo non era bello perchè vario?
    secondo la tua opinione sarebbe meglio mettere una sorta di tesseramento?

  8. @95 MammaAle: evidentemente viviamo in due Torino diverse, perchè nella mia si va a piedi ogni treperdue perchè l'inquinamento da polveri sottili tocca soglie da primato in Italia, mancano i posti nei nidi e finanche nelle scuole materne, c'è delinquenza, sporcizia, strade dissestate ai massimi storici, una metropolitana che fa ridere per estensione ed orari di apertura. E poi i turisti che vedo io invece del naso all'insù tengono gli occhi ben piantati per terra per non inciampare e una mano sul portafoglio per non essere borseggiati.
    E poi cosa vuol dire "negli ultimi anni"? Torino non ha un sindaco non di sinistra dal lontano 1975, con Picco della DC.
    E ancora: ma Napoli che cos'ha cambiato, visto che anche lì non vedono un sindaco che non sia di sinistra dal 1993???

    @99 CristinadiRoma: non mi ero accorta che il blog si chiamasse "nonsolomarxista" e che l'accesso fosse limitato per ideologia politica. Potrà sembrarti assurdo, ma si possono frequentare (e finanche, non ci crederai, APPREZZARE) persone con credi, fedi, culture differenti dai propri. Anche solo per scambiarsi delle idee e senza che nessuno, ovviamente, si senta in obbligo di cambiare l'altro.
    E anche i commenti, sempre a mio parere, ovviamente, dovrebbero idealmente ed intelligentemente seguire la linea di condotta della padrona di casa e pertanto semplicemente offrire garbatamente spunti di riflessione. Ho detto dovrebbero, ovviamente.

    MammaDiUno
     

  9. De Magistris è stato eletto con l'Idv ma non è espressione dei bassoliniani che per tanti anni hanno guidato città, provincia e regione.
    Se si fosse votato un anno fa, avrebbe di sicuro vinto Lettieri perché la gestione dei rifiuti da parte del Pd è stata un fisco: non per niente la regione e la provincia di Napoli sono passate al Pdl. Il guaio è che in questi ultimi anni abbiamo visto in azione anche il Presidente del Consiglio e cosa ne abbiamo ricavato? Si sono tenuti a Napoli inutili e dispendiosissimi Consigli dei Ministri, buoni solo a fini pubblicitari (vennero pulite a favor di telecamera SOLO le strade in cui passava Berlusconi), sono state approvate misure palliative, è stato promesso anni fa l'inceneritore ad Acerra che non è ancora attivo, è stato chiamato l'esercito per pulire le strade senza motivo (abbiamo operatori ecologici a sufficienza: il problema è dove depositare i rifiuti), abbiamo visto la rabbia degli austisti in fila da 19 ORE per depositare i rifiuti perché scavalcati dall'esercito a favor di TG1. Cosa avremmo dovuto fare: dare la fiducia a un partito che ha come coordinatore regionale COSENTINO? Un uomo colluso con i Casalesi che sullo schifo che periodicamente regna in città fanno affari d'oro?!
    Siamo stati descritti come una città corruttibile, in cui regnava il voto di scambio e invece abbiamo eletto un sindaco al di fuori delle logiche di partito (è indigesto al Pd campano e neppure nell'Idv lo amano molto). Non so cosa potrà fare ma sono sicura che sia stata la scelta migliore nella rosa propostaci perciò, sino a prova contraria, mi permetto di essere giubilante (ancora di più considerando la vittoria a Milano e quella per i referendum :D)! 
    Mi scuso per il post chilometrico e auguro buona giornata a tutti!
    Kez

  10. @ MarinaM

    nessun sindaco potra' "risolvere" o "salvare" la sua città, se questa non si salva prima da sola. Penso in particolare a Napoli per la quale un sociologo intervistato in tv, diceva – da napoletano – che il primo problema di Napoli è che i suoi cittadini si sono arresi al degrado e si comportano come bambini o adolescenti e aspettano che qualcuno arrivi da fuori e "risolva".

    Per quello sono contenta per il voto: è un segnale che si è smesso di credere nell'Uomo della Provvidenza, del miliardario che rivolta l'Italia come un calzino e la fa girare giusta. Vuol dire che si torna finalmente a fare politica, ed è una cosa sana, fare politica.

    E sono doppiamente contenta perché credo che abbiamo schivato – di pochissimo – il rischio che Berlusconi comprasse i voti in Parlamento per diventare Presidente. Trovo intollerabile essere rappresentata da un piacione che fa il pagliaccio rendendosi ridicolo ad ogni incontro internazionale. Possiamo avere tutti i problemi del mondo, ma perdere anche quel minimo senso del decoro, è troppo.

  11. No,  # 108 MammadiUno, non viviamo in due Torino diverse, viviamo in una città che ha tutti i difetti di quasiasi altra metropoli italiana, ma che negli anni passati, a tutto questo sommava anche la "tristezza", l'essere grigia e rinchiusa nel suo essere solo, per tutti "la città della Fiat", una città della quale non si sentiva mai parlare ai TG nazionali, buttata là, nel lontano ovest, dove nessuno si ricordava nemmeno che esisteva.

    E' vero, le amministrazioni qui sone senpre state di sinistra, al massimo di centro, è ovvio che essere di sinistra non implica essere per forza dei politici capaci e dei buoni amministratori, ma negli ultimi 10 anni le cose sono cambiate e tanto e chi dice il contrario lo fa solo per spirito di contraddizione.

    La mano sul portafoglio la si tiene anche a Roma con Alemanno e a Milano con la Moratti, non viviamo in un paesino sul cucuzzolo di una amena collinetta monferrina!

    La metropolitana per quanto limitata, è una mano santa, io non potrei più farne a meno! (ovvio che bisogna lavorarci o abitarci vicino!)

    Non cerchiamo solo e sempre la polemica distruttiva, se l'ex sindaco fosse stato della Lega e avesse fatto le stesse cose, io gli leverei comunque tanto di cappello!!

    MammaAle

  12. Non mi sembrava di essere stata scorretta, violenta o poco educata: Volevo solo stigmatizzare il commento n. 28 che mi sembrava non avesse nulla di educato e corretto e poi dire semplicemente la mia, che spero non vi abbia offeso.
    Io mi confronto più o meno quotidianamente con persone di idee opposte alle mie e fintanto che che la discussione resta sul supercivile nulla di ridire: mi considererei cretina se escludessi dalla mia vita persone che non la pensano come me! Parlavo solo di un blog, che pur essendo chiaramente aperto a tutti mi sembrava conenesse nelle sue linee un certo tipo di idee. Sui blog non sono molto brava a discutere, preferisco il vis-a-vis e comunque se involontariamente ho offeso qualcuno/a me ne scuso e fin da ora prometto che non accadrà più e che mi limiterò ad esporre le mie idee senza cercare la discussione. Va bene così? Un abbraccio stretto a tutte
    CristinadiRoma

  13. Anch'io penso sempre che Elasti ricorda tanto Brunella Gasperini, che adoro, e ringrazio la lettrice di sopra per averla ricordata ancora una volta!
    Fleur

  14. mah…io vivo in una regione amministrata dal centrosinistra da anni e siccome non sono molte potete immaginare quale sia. è vero, in media probabilmente la qualità della vita e la gestione della cosa pubblica è migliore che in altre parti in italia. però vorrei dirvi che le spartizioni del potere, gli amici degli amici, i soldi buttati un po' a vanvera ma che cadono sempre nel posto giusto, i posti di lavoro assicurati in cambio dei voti, ecc. ci sono anche qui. dappertutto. per cui, non so, speriamo non siano lucciole…invece che lanterne
    io non riesco ad essere così gioiosa. però sono contenta per voi, per noi.
    ele

  15. @fleur (commento 113)
    In rete c’è un bellissimo sito dedicato alla Brunella. Su Facebook cìè un nostro blog sempre a lei dedicato. Sai che alcuni membri del fanclub sono addirittura andati in visita alla villetta sul lago (vedi Siamo in famiglia) e sono stati ricevuti dal nipote di Brunella che ha fatto visitare la casa, il giardino, la darsena dei cigni, ecc.ecc. Io non son potuta andare, ma spero tanto di riuscirci quest’anno. Su FB sono in contatto con la promipote di Brunella, attuale proprietaria della villetta e quindi….
    Elasti, scusa di questa intromissione, ma altrimenti non sapevo proprio come contattare Fleur: Spero non ti dispiaccia se ho usato il mezzo per uso personale.
    Un abbraccio stretto
    CristinadiRoma

  16. @ Close scusa se sarà brutale: tu hai delle posizioni meravigliosamente idealiste ed impossibili. oggi il Sindaco è per legge padrone e signore assoluto, può fare esattamente quello che gli pare, te lo dico perché seguo da anni – troppi, nun ne posso più – la politica locale e ne ho viste di ogni a sinistra e a destra. anzi ho chiuso adesso una telefonata con il Sindaco della mia città e quindi leggerti mi ha fatto sorridere.

    quello che mi dispiace di questa discussione è che alla fine ne vengo fuori io con una immagine distorta. non sono berlusconiana,ancora rido se penso alla faccia di Obama quando il lider maximo l'ha preso da parte per parlargli dei magistrati. ma non sento di avere nulla in comune con il Pd e tutti gli altri. perché il magna magna è da tutte le parti, la logica delle spartizioni anche e le persone squallide pure.

    una volta ero molto molto Verde, noi in Regione abbiamo avuto dei Verdi che si sono venduti l'anima per una poltrona di assessore. mi viene ancora da vomitare se ci penso.  

    MarinaM

  17. Ai pro e ai contro dico che non vale la pena investire dei sentimenti
    di gioia o di odio, per i politici che ci ritroviamo.
    Non meritano nessun tipo di ns.considerazione, solo
    indifferenza.
    E tu Elasti, non perdere la tua verginita' intellettuale, schierandoti
    da una parte. Non ti buttare via cosi'.
    Bruno

  18. @ Close ma non hai scritto che una città  "nessun sindaco potra' "risolvere" o "salvare" la sua città, se questa non si salva prima da sola"?

    secondo me è una beata speranza/illusione. il sindaco se ha le palle fa quello che gli pare, se le palle non le ha fa quello che gli dice la coalizione. in etrambi i casi ha quasi potere di vita o di morte. per legge.
    il Sindaco della mia città ha deciso per questioni di vile denaro un intervento urbanistico assurdo e lo farà anche se la città è quasi tutta contro (non sono contro alcuni stimati costruttori), altro che ci salviamo da soli.

    MarinaM 

    sesecondo me è una bea
     

  19. @116 ma vuoi dire che la mitica casetta sul lago a San Mamette Valsolda esiste davvero??? ci voglio andare in pellegrinaggio!
    io la Gasperini l'ho conosciuta, letterariamente parlando, con "Io&loro". Ma il "siamo in famiglia" di cui parli tu narra della stessa famiglia?
    Ed è vero, Elasti la ricorda molto!
    ciao a tutte
    Isa(giasel)

  20. Alla de lillibus manca il Bu, l'automobile svampita cui fare pat pat, due figlie, e il marito della Gasperini era MOLTO diverso, nei romanzi, di come non appaia il famoso economista marxista leninista pugliese, anchise della situazione

  21. @123 La volletta rossa sul lago esiste davvero! Siamo in famiglia raccoglie 4 romanzi (i seguiti di loro ed io). Vero che mancano la macchina pat pat, il Bu e certo il marxista di Elasti è molto diverso dal Mino della Bruinella, ma la mano leggera e spiritosa con cui entrambe descrivono le loro problematiche familiari sono molto paragonabili.
    Scusa 124, cerco di chiudere le tapparelle, ma una risposta a isa mi sembrava dovuta! 🙂
    Abbracci stretti a tutte

  22. Mi pare che ci sia un malinteso… intendevo dire che secondo me l'occasione creata da questo voto è stato l'abbandonare l'idea di delegare il futuro ad un singolo personaggio che avrebbe cambiato tutto. Trovo che di fondo la fede nel "messia" (sia esso Berlusconi… o Grillo), sia un atteggiamento fatalista e "sfascista" che porta solo disastri: se questo "messia" poi non cambia tutto, ci si adagia sul degrado inevitabile. E seconda cosa: un sindaco che lavora bene lo trovi solo dove i ristoratori ti presentano regolare fattura, gli infermieri sono gentili, i professori non arrivano in ritardo ecc. Il tuo assessore si è lasciato corrompere da un contesto corrotto, dal "così fan tutti": quale contesto ha prodotto Adenauer, e quale Masaniello? Comunque per chiarire: sono così idealista sul futuro dell'Italia che con mio marito stiamo preparandoci ad emigrare. Con questo voto penso che si sia evitato l'apice del ridicolo di avere Berlusconi presidente della Repubblica, ma siccome dubito che l'Italia cambierà la propria natura familista e amorale, vorrei respirare un'aria diversa.

  23. che tenerezza. Mi vengono in mente i miei colleghi, tutti felici come Pasque per la vittoria di Pisapia, colla maglietta arancione, a suonare la lingua di Menelik e  a sventolare la bandiera per strada. Un grande giulebbe, insomma. Poi, quando arriva il ragazzo pakistano che ci consegna il pranzo, tutti lì a darsi di gomito dicendo "ma quanto puzza?" "ma come è conciato?" "no, parlaci tu, io non voglio averci niente a che fare", "ma che italiano parla?" e via dicendo.
    L'assoluta mancanza di coerenza tra la teoria e la pratica in chi è di sinistra mi ha sempre lasciato piena di attonito stupore. 

    hasta siempre. 

  24. @Bruno #121: non vale la pena? i politici meritano indifferenza? ma sì certo, lasciamoli fare! cosa vuoi mai che sia? si aumentano da soli lo stipendio, hanno benefit che non riusciamo nemmeno a contare e noi dovremmo disinteressarcene???
    Mi dispiace mio caro… la nostra indifferenza, la nostra sopportazione, il nostro adagiarci, ha contribuito a farci arrivare da soli fin dove siamo ora. Se invece di lasciarli fare, di inchinarci, di toglierci il cappello come siamo sempre abituati a fare di fronte ad un certo tipo di "autorità" (vuoi un politico, un assessore, vuoi un medico luminare, vuoi chicchessia), avessimo preteso il rispetto dei nostri diritti di cittadino senza aver paura di essere in errore, forse le cose sarebbero diverse!
    Una volta i furbi facevano poca strada, ora gli abbiamo permesso di costruirsi la 3^ corsia di sorpasso.

    Questo blog è bello perchè è vario, perchè come dice Clacdm #107 qui ci siamo tutti, perchè le discussioni seppur accese fanno bene! E quando leggo qualcuno che si lamenta di quando Elasti "sconfina" in argomenti hot come la politica, mi viene da ridere e poi mi girano un pò le palle, perchè va bene che i racconti sono patinati, ma non è che Elasti vive nel mondo della Pimpa, la politica e tutto quello che le ruota intorno governa ed indirizza le nostre vite nel mondo del lavoro e fuori (part-time, asili, scuole, etc.).

    La vera onestà intellettuale sta nel dire le proprie opinioni (non quelle riportate) a testa alta.

    Peace & Love, adesso rimbocchiamoci tutti le maniche, a sx e a dx che la strada è lunga e la china è ripida.

  25. C'è chi il panda lo ha vinto su un'altra ruota, dove l'ha portata la vita… eppure lunedì seguiva con trepidazione i risultati di quella città in cui non tornerà a essere residente, ma che ancora malgrado tutto è un poco sua, con gioia e trepidazione!

  26. cristina e fleur – viva elasti e brunella – sono contenta che anche gente giovane come voi la conosca – per il resto, sono una "giovane" pensionata, ho praticamente tutti i libri di brunella (letti e riletti), seguo Elasti da quando ho trovato la pubblicità del suo libro su Donna Moderna e mi sono subito regalata il secondo – ogni tanto scrivo su questo blog e … terribile ma vero.. sono di destra … aiuto!! non odiatemi – ho tanti amici, di tutte le idee politiche (anche un simpaticissimo anarchico) – ci rispettiamo, discutiamo, ci arrabbiamo – niente rancori o ripicche ragazzi – auguri ai vincitori e ricordiamoci soprattutto che siamo tutti italiani – naturalmente io andrò a votare al referendum e, nonostante le mie idee (soprattutto per le mie idee di libertà) voterò quattro SI – ilde 

  27. @132
    Non so Fleur, ma io sono una giovincella di quasi 63 anni, in pensione dal 2004…… che OO la pensione….. che OO l’età, ma che bello che si siano persone come la nostra Elasti e come era la cara Brunella!

  28. @134 – evviva! ti batto di un anno – ci vediamo sul blog di Brunella (che ho trovato) – Elasti, ti voglio bene – ilde

  29. evviva il panda gigante!!! e speriamo sia vero segno di cambiamento per tutta l'italia! froza milano e forza pisapia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.