Nonsolomamma

auguri passati

“tanta acqua!”
“sì, hai visto come piove?”
“mo’! côsa sono le cozze gratinate!”
“io mangio solo polipo”
“che faccio? do il polipo al bambino?”
“è pasqua”
“io vado a chiacchierare con quei signori al tavolo di fianco”
“no! tu stai qui con noi e mangi le tue orecchiette”
“chantelle avrà le unghie dipinte e ballerà sul cubo al ritmo della disco dance a cinque anni”
“chi è chantelle?”
“booone tine! mie tine bééélle”
“hai ragione, le polpettine sono proprio buone”
“chantelle è la figlia tamarra dello zio con l’orecchino al naso e della zia romana”
“io voglio chantelle. me la prendo anche con il glitter sugli occhi, gli stivaletti d’oro con i tacchetti e la disco dance incorporata. basta che mi facciate una nipotina”
“ma tu sei a dieta anche a pasqua? che tristona!”
“io sono integerrima dentro. e tristona fuori”
“ho mangiato troppo polipo. sto male”
“vita, hai assaggiato il dentice?”
“in guatemala pasquetta non esiste”
“io mahe”
“sì, dopo andiamo a vedere il mare, se smette di piovere”
“sai che dobbiamo salvare 200 donne?”
“chi deve salvare 200 donne?”
“io, cioè gandalf”
“mister i, avete giocato troppo ai videogiochi tu e gli hobbit mentre io non c’ero. ormai vivono in un mondo parallelo, di troll e di donne da salvare”
“amôre…”
“fatemi chantelle”
“cin cin. tanti auguri. buona pasqua”.

nonno A sta meglio e si sta riprendendo. elastigirl ha raggiunto mister i, gli hobbit, super w e mister brown, lo zio con l’orecchino al naso e la sua fidanzata romana, la zia matta e suo marito guatemalteco a bari. per pasqua sono andati al ristorante a monopoli, che è un posto bellissimo, oltre che un grande gioco.

auguri passati a tutti, che a bari significa auguri in ritardo, ma vale lo stesso.

86 thoughts on “auguri passati

  1. Buona pasquetta a tutti voi! Inclusa Chantelle che viste le aspettative diventerà come Lisa simpson: irrimediabilmente secchiona!

  2. Auguri passati anche da parte mia! Sono molto contenta che nonno A si stia riprendendo!
    Abbracci stretti a te e a tutta la ta famigliona (è addirittura più “ona” della mia! 🙂

    1. francesca, che mi hai ricordato… buone fatte feste!!!
      la vicina di mia madre me lo diceva sempre, mi sto sganasciando dalle risate!!! 🙂

  3. Massì, dai, passati o no, auguri anche a voi e a quella famiglia un po’ originali. Ma non hai ceduto nemmeno al ristorante?!?! Vuoi fare la modella?
    Roberta

  4. …lo sai no elasti che il sesso dei nascituri è legato solo ai cromosomi dell’uomo? In effetti se Mister I ci ha dato dentro con Y, magari lo zio scemo con l’orecchino al naso gioca X. 1 a 1 palla al centro e chantelle in arrivo. 🙂

  5. io sono una fan degli “auguri passati”, e da questo post evinco che sono una nostra peculiarità: quanto è bella la Puglia??? Auguri passati 🙂 io inizio a mandare messaggi domani…

  6. Quando non ci sono io a sollevare qualche innocente critica, queste si fermano a 17 commenti…. 🙂
    Rieccomi qua a ravvivare l’ambiente, contente? 🙂

    1. È bello vedere che nel 2012 c’è ancora qualcuno che non ha capito il concetto di web-community, che probabilmente dice che facebook è da sfigati, che verosimilmente giudica pieno di sè chi twittra e patetico chi legge i tweets e poi passa le ore a commentare, leggere e rileggere. Ma almeno hai comprato un libro di Elasti o sei quì a fare un free-ride?

      1. Angelo santo, il problema non è Elasti – di cui come ho scritto più volte apprezzo la scrittura leggera e il senso dell’umorismo – e aggiungo che forse l’ho letta più di te, dato che seguo fedelmente anche la sua rubrica settimanale su D di Repubblica fin dalla prima uscita.

        Il problema di questo blog non è lei: siete voi commentatrici, con le vostre frasi banali, noiose, scontate, insignificanti e inutili, sempre orientate a osannarla e glorificarla neanche fosse chissà che eroina salvapatria.
        Un blog commentato solo da patetici leccapiedi è finto, fasullo, inconsistente.
        E siete voi a ridurlo così.

      2. “…Un blog commentato solo da patetici leccapiedi è finto, fasullo, inconsistente…”

        ed infatti tu, finto e fasullo, non ti limiti a leggere il post del giorno, ma leggi e commenti i commenti 😉

      3. Anonimo, ma sei in grado di capire quello che leggi? 🙂

        Ho scritto che “un blog commentato solo da patetici leccapiedi è finto, fasullo e inconsistente”.
        E purtroppo voi Affezionati Adoratori di Elasti, con la vostra malinconica piaggeria, lo avete reso così.

        Per fortuna ci sono io che tento di risollevare le tristi sorti di questo blog rifiutandomi di belare in coro col gregge ma esercitando il mio spirito critico e la capacità di pensare con la mia testa 🙂

  7. Ma sai che accidenti gliene frega a Elasti dei vostri servili auguri? Manco ha la più vaga idea di chi cavolo siate 🙂
    Ah, no… in realtà forse lo sa: siete quelle che con una dabbenaggine davvero patetica le hanno permesso di diventare famosa e fare i soldi 🙂 🙂 🙂

    1. E auguri passati anche a te cheuuova, no, scusa, cheppalle. Leggendo i tuoi commenti penso a te che appena arrivi in ufficio corri sulla pagina di Elasti per leggere, commentare, provocare, e mi viene in mente che se queste sono le soddisfazioni delle quali hai bisogno nella vita, allora di auguri ne hai proprio bisogno.

      1. Tesoro, mi pare che davanti al mio ci siano stati ben 17 commenti di sgallettate che fanno a gara per essere le prime a riuscire a farsi pubblicare 🙂
        Le soddisfazioni me le date voi, dimostrandomi ogni giorno quanto può essere limitato (e ipocrita, e falso, e bugiardo) l’universo delle donne 🙂

      2. Ah, ma dillo prima che sei uno sfigato al quale nessuna la dà e allora sei acido con tutte le donne! Ma forse dovresti cambiare il nick in cheppallinepiccinepiccine 🙂

      3. Chepalle, non sono d’accordo, le donne possono essere lungimiranti e intelligenti e ironiche e attente e curiose. Capaci di discutere, di mettersi in gioco, di litigare con passione e di fare la pace. E’ solo che qui in questo blog c’è stata una selezione naturale, dovuta al fatto che non si può esprimere un parere in contrasto con il sentire del coro o, peggio, con Elasti senza essere massacrate, accusate di essere senza uomini, senza figli, senza lavoro, divorate dall’invidia e troll di infima specie, insomma la feccia dell’umanità. E’ l’unico posto al mondo in cui istintivamente si sta dalla parte dei troll, per la compassione che suscitano, sembrano pezzi di carne gettati in una gabbia di leoni affamati. Così a poco a poco in moltissime hanno smesso di commentare ma non di leggere, perché Elasti conserva sempre il grande fascino della sua accattivante e fresca scrittura. Insomma lei non ha colpa alcuna delle reazioni che suscita (e che rappresentano un interessante fenomeno sociologico). Elasti scusami se questo è un OT (non so mai bene quando lo è)

      4. @laura È tipico di molti blog, prova a criticare Severgnini su Italians, succede la stessa cosa. Chi sceglie di seguire certi blog diventa a volte tifoso, parziale. La 27esima ora è diverso, ma lì non hai un “padrone di casa”.

    2. Laura ha perfettamente ragione.

      Solo che non credo affatto che Elasti non abbia responsabilità alcuna per la deriva servile che hanno preso le sue commentatrici, creature semplici del tutto acritiche, a cui basta potersi sentire “parte del gruppo delle fedelissime”, confondersi nella massa informe che non richiede individualità nè tantomeno originalità.

      Elasti in questo ci sguazza, eccome! 🙂

      Difatti non risponde mai a chi la critica: quando nel suo blog si solleva la voce fuori dal coro sparisce completamente, non replica, non obietta, non contesta… perchè deve continuare a recitare la parte dell’ilare e semprelieta Pollyanna (dio che tristezza) che sorride a tutti e a tutti vuole bene.
      Tanto ci pensano le sue vestali a difenderla e ad aumentare il numero di commenti, portando il suo blog in testa fra quelli più frequentati 🙂

      1. Ulteriore dimostrazione di quanto le donne siano quasi sempre dotate di robusti paraocchi: quando una persona osa sollevare una critica alle donne o è un uomo, oppure è una donna che scopa poco 😦
        Che mancanza di fantasia, e che orizzonti limitati, santo cielo…

      2. E allora vedi che ho ragione io a definirla paracula! Altro che se ci sguazza: con quell’aria da santerellina prende per il naso tutte queste donnine semplici. Però anche tu, cheppalle, deciditi: o la stimi o (come sarei tentata di dedurre da queste tue ultime eloquenti dichiarazioni) non la stimi.

      3. cheppalle che persona da poco che sei. Forse per invidia vuoi cercare di rendere questo posto meno piacevole da leggere, o forse sei un paladino della giustizia che vuol far ravvedere tutte le lettrici acritiche ed adoranti (ma chi te lo ha chiesto??) forse hai sensi di colpa perché al posto di lavorare navighi diverse volte al giorno per commentare anziché fare quello per cui ti pagano. Vuoi salvare il mondo da chi lo vede come pollyanna? Vuoi redimere le vestali e fargli abbandonare Elasti e lo svago che offre loro? Hai invidia che sapresti scrivere cose migliori ma nessuno leggerebbe i tuoi libri o verrebbe sul tuo blog? A me fai così tanta pena. Ti compatisco, devi aver avuto un’infanzia difficile ed oggi una vita da poco.

      4. Elisa, santo cielo, che replica da donnetta… 🙂
        Sei il solito prodotto del qualunquismo imperante nelle classi culturalmente fragili: chi osa criticare il Dio di turno (che può essere Berlusconi come Elasti) è mosso soltanto da livore, gelosia e invidia e – ultima trovata – ha avuto un’infanzia infelice 🙂
        Ma credi di potermi demolire con così poco?
        Mi fai proprio tenerezza…. 🙂

      5. Anonimo Critico, apprezzo che tu abbia precisato meglio il tuo nick 🙂

        Chiariamo un punto fondamentale: io apprezzo Elasti PER COME SCRIVE, non certo come persona!

        Mi piace molto la sua scrittura lieve e divertente, le frasi buffe, la capacità di dipingere davvero piccoli quadri con le parole… Mi piace la sua capacità di descrivere in maniera originale e ironica i suoi bambini e le piccole avventure di ogni giorno.

        Mentre non sopporto la sua falsa modestia, la sua finta timidezza, la sua dolcezza artefatta, e soprattutto il suo autopromuoversi continuamente, il vantarsi (chissà perchè poi) di conoscenze stravaganti (notato che lei non frequenta mai commessi dei supermercati, operai in cassa integrazione, benzinai o addetti alle pulizie, ma soltanto economisti, artisti, antropologi, fisici nucleari, primari ospedalieri e aristrocratici più o meno altolocati?) 🙂

      6. non si può demolire il nulla, quindi tranquillo che non mi interessa demolirti. provo sinceramente pena per te. sei figlio di quei comunisti come Turigliatto che pur di votare contro hanno fatto salire al governo Berlusconi.

      7. @ckepalle rispondo solo alle tue osservazioni di elasti come persona, io davvero la trovo una come noi, e per quando riguarda le persone che frequenta, non è vero che parla solo di persone di un certo livello, in un post ad esempio racconto’ la storia della signora che gli ”teneva la casa”, ed è stato un post che elogiava di come donne cosi’ fossero risolute e piene di risorse che dava dritte a lei ed alla mamma per tutto. Elasti è una di noi , ecco perche’ la amiamo. ora se il suo ceto sociale e culturale è alto è normale che frequenta chi frequenta….insomma che palle ci hai fatto davvero 2 p!!! 🙂

  8. Leggo questo blog come un documento di vita ma soprattutto come un prodotto letterario. Amo molto certi pezzi unici, ma soprattutto mi divertono i parlati: d’ufficio, a tavola con la famiglia grande, con quella piccola, con le amiche. Vorrei che ce ne fossero di più, perché poi la vita è anche questo chiacchiericcio.

  9. perchè? c’è qualche problema se i bambini mangiano polipo? Ai miei è sempre piaciuto molto, non sapevo ci fossero controindicazioni…
    La dieta al ristorante è peggio che a casa!

    1. ah si, dieta al ristorante!
      se riesci, dico io. solitamente tapploino spazza nell’ordine: grissini, cestino del pane, 1/2 litro di acqua, e questo senza aver ancora ordinato.
      poi abbocca a dx e sx perché, nonostante abbia scelto lui stesso cosa mangiare, poi vuole provare cosa hanno gli altri.
      Tappetta, PER ORA, si limita a “ciucciare” la crosticina dle pane con i suoi quattro denti e mezzo. ma promette bene, oh se promete bene!!!

  10. Ho un ristorante, per me Pasqua e Pasquetta sono oggi. Passo alla cassa e ritiro tutti gli auguri passati, vecchi di un giorno e provo a riposarmi… anche mio papà è all’ospedale… speriamo che si riprenda

  11. Auguri anche a te Elasti!
    e a tutti i tuoi commentatori troll e non!
    …..posso essere odiosamente pedante?
    …scusami non resisto…..
    Polipo è usato erroneamente, il termine corretto è polpo.
    Ok l’ho detto.
    Auguri

  12. Non ci credo che fossi a dieta pure a Pasqua! Ma come fai? In teoria anch’io avrei dovuto tenermi un po’ e invece…mi sono fatta corrompere a suon di costine, pasta al forno, colomba e gelato! Oh me misera, me tapina

  13. Nonho ben capito chi ha il problema di dare il polpo da mangiare al figlio, ma la mia Marmocchia grande all’età di 1 anno e 10 mesi se lo sbafava patate ed olive comprese! ( con enorme soddisfazione del cuoco)

  14. Per dimostrare a @chepalle di essere acuta e intelligente nonchè dotata di autonomia di giudizio, dovrei demolire Elasti? Ho capito bene? E’ questo l’indicatore che misura il mio q.i. e il mio grado libertà di pensiero? Ma per favore…

  15. Gli auguri passati me li prendo volentieri..
    mi fa piacere che tuo papà stia meglio..
    e non meravigliarti di alcuni commenti che stavo leggendo qua e la:è nella logica delle cose..oltre al fatto che non si può piacere a tutti..
    a me piaci molto.
    E stimo la tua originalità, il modo in cui descrivi le cose, l’abilità e la non abilità di adattarti a certe cose..

  16. Signori/e, è proprio la macchinetta del caffè aziendale globalizzata. Solo che De Lillo fa bene il suo mestiere, cioè scrive bene, è di gradevole lettura. E’ un po’ come Donna Letizia di oggi.Mia zia faceva la domestica e leggeva Grazie e Donna Letizia in particolare. Allora come oggi c’è un immedesimarsi verso l’alto, in un personaggio che ci piacerebbe interpretare e al quale assomigliamo in parte, solo in parte e nel pratico ( numero di figli, ufficio, mariti più o meno presenti, guai con la salute dei genitori).Sapete, io la uso come vocabolario virtuale per tradurre le mie giovani colleghe ..tutte elasti in erba apparentemente famigliacentrate.Ma ci sono altri Blog che sicuramente conoscerete , se volete una minestra diversa e scambiare idee di altro genere, tipo quello della Lipperini o il corpo delle donne e via di questo passo.C’è veramente di tutto in questa pentola e dopo un po’ tutto stanca.Poi è vero che attorno ad un personaggio pubblico si crea sempre un coro di fan osannanti, pare stia nel meccanismo dei gruppi umani attorno ad un Leader:nulla di riprovevovele , basta essere consci del Gorilla che c’è in noi.E’ vero, De lillo non risponde se non in casi estremi, ma un po’banalotti lo siamo, che deve rispondere? Provate a contraddire ad esempio, anche con argomentazioni, Lipperini…OH se vi risponde!!

  17. MA SBAGLIO O SPESSO SU QUESTO BLOG C’E’ UN PO’ DI ACIDITA’ E FRUSTRAZIONE NEI COMMENTI…?RAGAZZI E’ PASQUA. ALMENO FATE FINTA O SE NO CHI VI OBBLIGA AD APRIRLO IL PC?FATEVI NA PASSEGGIATA COI VOSTRI FAMILIARI O CHIUNQUE SIA O GUARDATEVI LE STELLE O SEMPLICEMENTE LEGGETEVI L’ELENCO TELEFONICO!

    1. Per il pranzo di Pas2qua?
      Nooooooooo
      A casa mia:
      colazione pasquale alle 10.00 del mattino (marito e figlio con caffe’, uovo sodo, qualche fettina di salame e ciambellone casalingo e io con caffè e ciambellone
      A pranzo fettuccine al ragù e arista di maiale all’arancia e zuppa inglese.
      A cena nulla per nessuno (/ancora in digestione 🙂

      1. oh, la colazione di pasqua alla romana!!! l’ho imposta al milanese che, obtorto collo, ci si è adattato 🙂
        stessa ora e pari pari alla tua 😀

      2. @ brix
        Non sei la sola!
        Pensa che il figlio medio, quello che vive in prov. di Brescia (poverino!) l’ha portata li anche lui. E ora non solo lui e la moglie, ma anche la cognata, il cognato e i suoceri si sono abituati alla colazione pasquale alla romana……. hihihi, noi romani portiamo sempre dappertutto la civiltà (anche quella culinaria)

        @ Anonimo
        Quando sarai così simpatico/a di dirci chi sei, potrei anche invitrti! Noi romani siamo molto molto ospitali!

      3. beh, non è che non apprezzi la cucina milanese… ma ci sono cose della cucina romana (tipo la carbonara fatta-come-cristo-comanda) che se li lasciassi fare a loro chi sa che contaminazioni (eresie!) tirerebbero fuori 😀

  18. Anni fa sono stata a monopoli, quello che ricordo…sono dei pasticcini di pasta di mandorle assolutamente divini e indimenticabili, ne ho anche presi da congelare e si conservarono alla perfezione!

  19. AH! Hai mangaito a Monopoli??? E’ la mia seconda casa…mio marito è originario di Monopoli!!!! Careina davvero e il mare è insuperabile, avete mangiato dove??? A “Lido Bianco”???

    AUGURI Sempre con più ritardo!!!

  20. Me li prendo tutti fino in fondo, chissenefrega se passati,
    mi ci avvolgo proprio come una coperta (che con il tempo che fa qui, è necessaria), auguri anche a voi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...