Nonsolomamma

andata

sabato.
ore 17,30
“ragazzi, siete troppo eccitati e molesti. se non vi date una calmata annulliamo la festa. chiaro?”
“sì papà”
“quanto manca? possiamo sederci sul balcone e guardare se gli invitati arrivano?”
“manca mezz’ora. no, non potete stare sul balcone fino alle 6. ve ne state qui tranquilli. perché paolo, che è anche lui festeggiato, riesce a mantenere un contegno mentre tu, hobbit grande, e tuo fratello che non c’entra ma ogni occasione è buona per agitarsi, siete isterici?”.

ore 18,05
nell’elasti-casa ci sono 16 bambini esagitati, tra i due e i nove anni, dieci femmine e sei maschi, puntuali come il big ben, e i quattro genitori dei due festeggiati. tutti corrono, urlano e si lanciano palloncini. qualcuno fa la lotta. altri si tolgono le calze e, a piedi nudi, si arrampicano sui muri come l’uomo ragno. elastigirl si ricorda improvvisamente dell’esistenza di un gas sedativo e un po’ narcotico, il protossido di azoto, usato da qualche dentista per stordire i bambini nervosi. si domanda chi e a che prezzo commercializzi bombole di quel miracoloso elisir. tuttavia tace e decide di non condividere con nessuno dei presenti l’incomprensibile reminiscenza delle lontane lezioni di chimica al liceo.

ore 18,15
“abbiamo moltissimi travestimenti e questi fantastici pennarelli per truccarsi. avete voglia di mascherarvi?”
“mpf. dobbiamo proprio?”, domanda una bimba con i capelli a spaghetto.
“io sono bravissima a pitturare facce. fatevi sotto”, grida un’altra con le gambe da fenicottero.
“io truccata vengo da schifo ma oggi voglio essere una mummia. poi al massimo avete uno struccante?”, domanda una piccoletta con le lentiggini.
“io voglio diventare un vampiro”
“io un licantropo”.

ore 19,00
“dov’è paolo?”
“è chiuso nello sgabuzzino con carlotta”
“fateli uscire immediatamente”
“non vogliono”
elastigirl impasta la pasta per le pizze e deglutisce.

ore 19,15
sono tutti in camera degli hobbit. al buio. chiacchierano seduti sui letti. con gli occhi grandi e i piedi scalzi e lunghi. a bassa voce, come chi si dice i segreti. complici. sono ragazzini.
“sono fantastici”
“ehi, mister incredible, che dici? non hai sempre detto che a te i bambini non piacciono? meno che mai quelli degli altri? ti stai rammollendo?”
“ho detto che sono fantastici e basta. adesso andiamo a infornare le pizze”

ore 19,30
la mamma del festeggiato paolo prepara un aperitivo: carote, olive e salame. nessuno degna di uno sguardo le carote. in compenso olive e salame non raggiungono nemmeno il tavolo di portata.

ore 20,00
pizza
non ci sono abbastanza sedie, il tavolo non basta per tutti, la pizza invece è tantissima, troppa. loro si siedono per terra in gruppetti. mangiano, bevono, chiacchierano. ridono. sono grandi.
“dove sono paolo e carlotta?”
“sono rimasti in camera. giocano ai rigori”

ore 20,45
torta, candeline, tanti auguri a voi. regali.
una bambina bionda con le trecce si avvicina a elastigirl che ha una maglietta bucata di mister incredible, un mollettone a domarle i capelli e lo sguardo spiritato della padrona di casa stressata.
“ehi, mamma dello hobbit, volevo dirti che hai una pettinatura bellissima”
“ehm… veramente è solo un mollettone. per giunta rosa. non è che…”
“stai benissimo. veramente. te lo volevo dire da prima”
“grazie. anche le tue trecce non sono niente male”
elastigirl decide che regalerà le chiavi di casa alle amiche femmine degli hobbit affinché entrino a piacimento a casa sua.

ore 21,00
“adesso si vede un film tutti insieme. ne abbiamo scelti tre. votate quello che preferite”.
c’è un litigio, un ammutinamento, una rissa, un’elezione irregolare, una decisione d’imperio. “si vede cattivissimo me”.
“dove sono paolo e carlotta?”
“boh. saranno in bagno”
“come boh? come in bagno????”
“ma nooo! sono qui. sul divano. tutto sotto controllo. tutt’okkei”.

ore 21,30
in casa qualcuno vede il film, qualcuno continua ad arrampicarsi sul muro come l’uomo ragno, qualcuno gioca a palla, qualcuno va in moto, qualcuno sta al buio in silenzio, qualcuno fa tutte queste cose insieme.
elastigirl si ricorda che manca ancora un’intera ora alla fine della festa, 60 minuti primi, 3.600 minuti secondi. e si sente poco bene.

ore 22,45
“allora? siete contenti? hobbit grande?”
“sì, ma è durata troppo poco”
“paolo?”
“non è nemmeno iniziata che già sono andati via tutti. però sì. è stato bello”
“paolo sta a dormire con noi?”
“sì, hobbit di mezzo”
“per sempre?”.

224 thoughts on “andata

    1. Questo è decisamente il commento più intelligente di tutto il post. Davvero, non sono ironica (anche perchè ho pensato anche io a quella scena).

  1. beh,giornatina impegnativa devo dire!brava,mi hai fatto venire in mente l’esistenza del protossido d’azoto..quasi quasi lo ordino x i vicini di casa……….

  2. Joyful e chepalle! sono la stessa persona, che poi è quella che scriveva spacciandosi per tre colleghe.

    PS pubblicare l’indirizzo IP non è reato, anche perché non è possibile fare l’equazione utenza = persona

    1. sono *joyful* e non sono cheppalle
      ma evidentemente in questo blog si pensa che soltanto un’unica persona possa non essere d’accordo con la massa
      non posso più accedere con il mio nick *joyful* e i miei commenti precedenti sono stati cancellati, con un gesto che si può solo definire fascista
      sarà un mio personale impegno sputtanare la signora claudia de lillo in ogni occasione e in ogni spazio possibile

      1. Ho letto il forum su al femminile, ma di che libro parlate? Sono curiosa ti prego mi racconti la storia del libro?

      2. parlando con loro ho scoperto che il libro citato è una raccolta di aneddoti scritti nel corso di due o tre anni dalle varie frequentatrici del forum
        è rimasto a livello di bozza
        ma c’è chi sostiene che claudia de lillo, a suo tempo frequentatrice del forum, si sia appropriata di interi brani per inserirli nel SUO libro
        in pratica la odiano
        secondo me a ragione

  3. certo che, fra tutte quante, avete un sacco di tempo libero, contando che il grosso delle ‘discussioni’ si sviluppa in orario d’ufficio…

  4. sono *joyful* e voglio dire alla tenutaria di questo blog che è una persona inqualificabile
    cancellare i miei commenti solo perchè ho osato criticarla è un atteggiamento fascista e indegno
    mi farà molto piacere andare su altri blog e raccontare come la signora claudia de lillo gestisce il suo

  5. che schifo
    evidentemente non sono riusciti a individuare l’ip del computer di cheppalle perchè forse ha un firewall o è un pc aziendale o che so io
    ora pensano che io *joyful* sia la stessa persona ma siccome il mio computer non è minimamente protetto se la prendono con me e cancellano i miei commenti
    è una cosa disgustosa e la dice lunga su che razza di persona sia claudia de lillo

      1. mi viene da vomitare
        ma non ha grande importanza
        almeno ho capito che razza di squallore si nasconde tra le pieghe di questo blog

  6. Jes, joyful o quale delle tue multiple personalità stia leggendo ora: a ripijate!!
    Che poi si vede che sei cheppalle! in un patetico tentativo di farti rispondere dalla De Lillo tramite le tue accuse gratuite e l’insulto di chiamarla fascista conoscendo le sue idee politiche. Tanto non attacca!
    Fatti curare per questo tuo bisogno d’attenzione.

      1. a proposito
        visto che mi confondete con cheppalle, come mai i suoi commenti non sono stati cancellati e i miei sì?
        se fossimo la stessa persona dovrebbero venire cancellati tutti, no?

    1. non sono interessata alla tua opinione su di me
      non ti conosco e quindi per me sei zero
      quello che mi interessa è informare chi frequenta questo blog di chi è veramente la “signora” che lo gestisce

  7. pare che anonimissima avesse ragione
    nel forum al femminile ce l’hanno tutti con claudia de lillo
    evidentemente le accuse che le vengono mosse hanno parecchio fondamento
    bene
    io farò di tutto per dare il mio contributo

  8. Evviva evviva evviva! Evviva la festa hobbit, evviva elasti sopporta stoicamente, ma scusate da mo che lo dicevo evviva l’ingresso del bannamento rompipalle. Fascista? Era ora! Lo suggerivo da secoli ed cosa buona e giusta. Meglio tardi che mai, tanto chi sa cosa è il fascismo certo non si confonde le idee.

    1. allora come mai sono stati cancellati solo i miei commenti e altri molto più velenosi no?
      certo che è proprio un bello spazio questo
      sono ammessi soltanto commenti positivi e complimenti
      alla faccia della libertà di pensiero

  9. copio qui il testo della mail che ho inviato all’indirizzo della “signora” claudia de lillo / elasti:

    sono la commentatrice del suo blog che si era firmata *joyful*
    vorrei una spiegazione del fatto che i miei commenti sono stati cancellati e
    l’accesso al suo blog è stato inibito al nick *joyful*
    forse lei non riesce ad accettare critiche negative e cerca di far scomparire
    chi le fa?
    non pensa che cancellare commenti non graditi sia un atteggiamento fascista?
    qualcuna delle sue sostenitrici afferma che io e una commentatrice ben più
    tagliente di me chiamata chepalle siamo la stessa persona: le basta questo
    sospetto per togliermi la parola?
    e come mai allora non ha cancellato anche i commenti di chepalle, molto più
    cattivi dei miei?
    trovo disgustoso il suo atteggiamento e penso che lei sia una persona meschina
    e ipocrita
    c’è chi ha detto che lei è una fasulla scopiazzatrice che saccheggia vari
    forum e spaccia idee altrui per proprie: non so se sia vero, ma una cosa posso
    prometterle, che in ogni spazio possibile racconterò quello che ha fatto e
    metterò in guardia i frequentatori su di lei
    si vergogni

    naturalmente ho firmato con il mio nome e cognome
    attendo una risposta
    se non mi verrà data avrò l’ennesima conferma della bassezza della persona che voi tanto apprezzate
    e con questo vi saluto
    mi fate tutte schifo

  10. Ahah i commenti sono esilaranti XD
    Io domani avrei un esame universitario, ma adesso DEVO andare a leggere il forum ALF per vedere quali cavolate possano essersi inventate 🙂

    1. beh, io ci ho dato un’ occhiata e devo dire che sta montando un bel pieno…ma quanto livore!!!
      non si può limitarsi a prendere un blog per quel che è ovvero il diario di qualcuno, online certo, quindi alla mercé di tutti, ma pur sempre di qualcun’altro? se ti piace leggi, se ti fa schifo passa oltre ,ma farne una battaglia personale… mi pare si ecceda, in un senso e nell’altro.

  11. Ma in pratica le scrittrici di questo libro sul ALF non ne erano proprio a conoscenza del libro di Elasti e di cosa ha raccontato. Gliel’hai detto tu qualche ora fa, jes. È ironico che tu riesca a dire che un libro è un plagio di un altro libro che tu neanche hai letto 😀 Se ti pare fascista il comportamento di una che cancella commenti maleducati dal proprio blog personale, come ti pare quello di una che infama una persona che non conosce, sulla base del nulla mascherato da niente?
    La copertina ovviamente non l’ha disegnata lei…

  12. Spero solo che ai 3 hobbit, un giorno, restino i racconti scritti dalla loro mamma, senza tutti questi commenti, specchio della, per me incomprensibile, complessita’ di questi ultimi anni. Ho un libro
    di racconti di mio nonno Rodolfo in cui narrava
    storie ispirate alla sua famiglia. Erano letture per i bambini delle elementari. Per me e’ sempre stato un bene prezioso per capire meglio la mia famiglia e me stessa.

  13. Con tutto il rispetto per Jes, *Joyful* o chi altro sia attualmente in guerra sanguinosa con la De Lillo, IO SONO UN’ALTRA PERSONA (e soprattutto un’altra cosa) 🙂

    Non ho bisogno di nascondermi dietro altri nick per dire quello che penso e mi permetto di farvi riflettere su una straordinaria e incredibile possibilità: che oltre a me ci sia anche qualcun altro che non adora la De Lillo 🙂

    1. Io non l’ho mai adorata…
      ma prima che diventasse prevedibile e scontata mi piaceva leggerla…
      diciamo che adesso come adesso questo blog è l’ennesima strategia di market(t)ing di una casa editrice…

  14. Ragazze, e mamme, papà, nonni e tutti i lettori del blog, sta diventando impossibile leggere i commenti al blog, con tutti questi acidi commenti ai commenti (non al blog). Per cui nessuno di noi s’azzarda più a condividere qualche cosa di personale, che siano idee, avvenimenti, sentimenti, che vadano al di là di qualche complimento e poco altro nel timore di venire azzannati da chi non gradisce e non ha trova migliore occupazione al suo tempo.
    Vi propongo di non postare nessun commento al blog per 2 settimane. O magari anche per un mese…. tra poco si apre la sarabanda di fine anno di saggi, recite, feste, pizzate e papà, mamme, nonni e nonni hanno molte possibilità si occupare al meglio il loro preziosissimo tempo. Leggiamo il blog e poi: muti! Che dite, lo facciamo? Ci riusciamo?
    Un abbraccio a tutti
    Mela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...