Nonsolomamma

una faccia da graal

da quest’anno gli hobbit da accompagnare la mattina alla scuola elementare sono due. il percorso casa-scuola dura tra i 15 e i 20 minuti. 15-20 minuti in cui si cammina, a volte si corre, spesso di discutono temi alti, metafisici e filosofici, in cui si sviscerano i grandi interrogativi dell’uomo, come il senso della vita, la lotta perenne tra il bene e il male, la superiorità della crema della centrale del latte alla vaniglia rispetto a quella al cioccolato.
stamane, ore 8,10.
“mamma, ma non possiamo prendere la macchina?”
“no! si va a piedi. si prende la macchina solo se c’è il diluvio universale. c’è il diluvio universale stamattina?”
“no, però il papà…”
“non mi interessa cosa fa il papà. con lui potete andare pure in deltaplano a scuola. con me si cammina. ci fa solo bene…”
“mpf!”
“sapete che una volta, in un mercato in uganda, una bambina mi ha vista – avrà avuto due o tre anni – ed è scoppiata a piangere terrorizzata? urlava come una matta, poverina. sono dovuta andare via velocissima – le facevo paura, perché sono bianca. noi abbiamo l’uomo nero e loro hanno l’uomo bianco, a spaventare i bambini. buffo, no?”
“mamma…”
“dimmi. dimmi e intanto acceleriamo ché è tardi”
“ma tu… sei il santo graal?”
“…”
“perché ridi?”
“no, nulla. non me lo aveva mai chiesto nessuno. ebbene sì, sono io. come hai fatto a scoprirmi?”
“hai la faccia da santo graal”
“mamma, guarda che lui manco lo sa cos’è il santo graal!”
“sì che lo so! è la coppa dove ha bevuto gesù nell’ultima cena!”
“accidenti. e chi te lo ha insegnato?”
“la maestra”
“ah, però! e secondo te io sarei una coppa…”
“una coppa con i poteri magici… ma perché tutti la cercano e nessuno la trova?”
“perché non esiste veramente. è una leggenda”
“da qualche parte avrà pur bevuto gesù, no?”
“sì, certo. ma è probabile che quella coppa un giorno si sia rotta, non credi?”
“un po’ come la mia tazza dell’inter, quella che uso tutte le mattina a colazione. metti che divento un profeta…”
“un profeta? tu, hobbit grande? con quei capelli a casco di banana?”
“sì. io divento un profeta e la mia tazza dell’inter diventa il nuovo santo graal. poi un giorno litigo con lo hobbit di mezzo e lui per la rabbia mi spacca la tazza e, con la scopa, tu butti i cocci in pattumiera. però tutti, nei secoli dei secoli, continuano a cercare il santo graal dell’inter, anche se in realtà è finito nella spazzatura grazie a mio fratello, detto il pazzo. capito, hobbit di mezzo, come funziona il santo graal?”
“io non ho parole…”
“io ho capito perfettamente”
“va be’, mi sa che dobbiamo correre perché tra un minuto aprono i cancelli. dai, veloci”
“mamma…”
“eh?”
“posso farti un’altra domanda mentre corriamo?”
“basta che sia facile e non c’entri con il santo graal”
“ma dio… era straniero? straniero tipo… dell’uganda?”.

PS di servizio.
mercoledì 10 ottobre alle 18, elastigirl parteciperà alla presentazione del libro “bambini e basta” di irene bernardini alla feltrinelli di piazza duomo, a milano.

66 thoughts on “una faccia da graal

  1. sì, fa religione perché in quella scuola hanno una maestra di religione super brava che insegna loro milioni di cose, ben oltre e ben diverse dal mero catechismo. quindi abbiamo deciso di fargliela fare.

    1. In effetti religione a scuola non è e non dovrebbe essere catechismo, anzi. Se poi ci sono dei prof in gamba è un’occasione culturale da non perdere.

      1. @girandolaprecaria

        prima di parlare informati: religione a scuola NON DEVE essere catechismo, nè tantomeno lo prevede il programma. Sono gli insegnanti che fanno catechismo in classe quelli che esulano dal programma ministeriale!

      2. @fran mi sembra che conoscenze come:
        – Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini.
        – Gesù di Nazaret, l’Emmanuele “Dio con noi”.
        – La Chiesa, comunità dei cristiani aperta a tutti i popoli.
        L’origine del mondo e dell’uomo nel cristianesimo e nelle altre religioni.
        – Gesù, il Messia, compimento delle promesse di Dio.
        – La preghiera, espressione di religiosità.
        – La festa della Pasqua.
        – La Chiesa, il suo credo e la sua missione.

        siano proprio argomenti di catechismo.
        Ho tratto dal programma per le scuole elementari, nell’intesa firmata dal ministro Moratti: http://www.ufficioirc.diocesipa.it/?nw=1&idp=83

        Poi che nelle scuole si faccia ognuno un po’ come gli pare, è un’altra questione.
        Anche a scuola da noi era l’ora in cui “si parla dei problemi di noi ragazzi e se hai bisogno, la prof ti fa ripassare”.
        Si trattava comunque di insegnamento di religione cattolica con insegnante scelta dalla diocesi.

    2. E così siete stati accalappiati anche voi! E sotto ad accrescere il potere dei seguaci del …povero… che disse “il mio regno non é di questo mondo” e anche” va’, vendi tutto ciò che hai e seguimi” ecc. ecc.

  2. Qui le lezioni iniziano alle 8:15, ma la scuola apre alle 07:00 e se li lasci prima delle 07:30 gli danno anche la colazione… eppur anche noi arriviamo sempre sul filo di lana… 🙂

      1. ma allora non sei ad amsterdam ma in italia? dal nick pensavo fossi un’espatriata…
        oppure è il mitico “braccino corto” degli olandesi?

      1. Poverino cosa? il calcio è esecrabile, ma molto meglio essere interista che fan del milan, puah!! (juventino, peggio ancora!) bravo hobbettino…. 😀

  3. beh secondo don brown potresti essere proprio tu il santo graal in persona. nn è che l’hm ha già letto il codice da vinci? 🙂

  4. La spiegazione del santo graal dell’inter che va in pezzi è fantastica!
    Mi torna in mente la battuta: Pisapia ha a casa il santo graal e lo usa per metterci gli spazzolini da denti.
    Certo che… sono tutti così scafati i bambini? Noi alla loro età credevamo alla fatina dei denti…

    1. io e i miei fratelli, intorno ai miei 8 anni la fatina dei denti ce l’eravamo mangiata a colazione da un pezzo.

      mi ricordo che una volta trovai sul comodino una moneta da 100 lire invece delle soltite 50 e andai a lasciarne 50 di resto sul cassettone di mamma.

      1. va bé, era un po’ metaforico, neanch’io credevo alla fatina dei denti, ma in generale ad altre cose sì…

  5. “Vi segnalo un’ottima raccolta di lettera tipo, in inglese, utile per notificare il proprio dissenso nei confronti di installazioni di WiFi.
    In particolare:
    – un modulo di NON CONSENSO da parte dei genitori al fatto che il figlio usi computer wireless
    – un documento rivolto al medico in cui sono riportati dichiarazioni di varie università e ricercatori internazionali
    inoltre ci sono vari documenti scientifici sui vari aspetti legati agli effetti dei CEM sulla salute e sugli animali”
    http://www.emfanalysis.com/just-say-no-to-wi-fi.html

      1. ciao, la tua domanda è pertinente. qui si parla tanto di genitori, bambini, e.. anche queste informazioni possono aiutare a tutelarne la salute. elasti è gentile a consentire di condividere informazioni. i rischi sono ormai ufficializzati, documentati, riconosciuti anche dall’OMS, dal Consiglio d’Europa.. io per esempio rimasi abbastanza sconcertata da questo video http://www.youtube.com/watch?v=yTUDjItAPVU e così ho cercato di informarmi ..perchè far rischiare i nostri figli quando esistono sistemi sicuri?

  6. Beh, visti i capelli che aveva Gesù (almeno quelli che si vedono nell’iconografia), il casco di banane non ha nulla da invidiargli…

    Non è che, per caso, hai qualche presentazione a cui presenziare intorno al 25 ottobre?

      1. Sarò a Mi dal 24 al 27 e mi chiedevo se ci fosse qualche tua presentazione in quei giorni, sai che non la mancherei per nulla al mondo 🙂

  7. a proposito di domande facili nel percorso casa – scuola la settimana scorsa qualcuno mi ha chiesto: “ma se dio ha creato tutto il mondo in sette giorni come mai i dinosauri si erano già estinti?”

      1. La mia maestra di catechismo mi rispose così alla stessa domanda:
        I sette giorni sono una metafora, in realtà si trattava di sette ere; nell’era degli animali i dinosauri sono prima nati e poi si sono estinti… visto che Dio ha tutto il tempo del mondo per lui anche centinaia di migliaia di anni sono come un giorno!

        (Sono cresciuta comunque non credente, ma tanto di cappello alla maestra)
        Rain

    1. ha risposto il fratello grande dicendo che i dinosauri erano in un’altra dimensione perchè non potevano stare con gli uomini, e da lì si è scatenata tutta una discussione sino all’arrivo a scuola

      1. io ai miei bimbi spiego semplicemente che, essendo la Bibbia stata “scritta” migliaia di anni fa, gli uomini a cui Dio ha ispirato il racconto della Genesi non sapevano dell’esistenza dei dinosauri, quindi non potevano metterli nel racconto della creazione.

  8. “Perchè la terra non si rompe?” “Dio dove dorme?” “Ma il sole non spenge mai?” sono alcuni dei lievi quesiti che mi vengono posti fra le 7:45 e le 8:10 del mattino..dico io: ma cosa sognano questi bimbi??

  9. Prescuola a pagamento dalle 7.40 alle 8.30, domande di tutti i generi ma non a piedi, noi corriamo in bicicletta, resistendo fino a -15, poi si va a piedi, anche quando diluvia.
    Crema alla vaniglia forever ma fatta in casa, siamo al risparmio più totale.
    E qualche volta un bel chiedilo a papà torna utilissimo 😀
    Roberta

  10. Grande la maestra di religione! Bisogna trovare nuovi linguaggi per raccontare la verità ai bambini, perchè usando le vecchie formule si rischia di perdersi l’audience delle nuove generazioni.

  11. magari voi che li avete tutti i giorni sottomano e vi stendono con le domande più assurde siete anche provate/provati, ma a me, che non ne ho, ogni tanto mi farebbe piacere 🙂 sigh…
    ho dei nipoti acquisiti sparsi – di cui una una italo-finladese ora ventenne che da quando ha l’uso della parola non tace mai, cioè si tace quando dorme – con i quali mi diverto molto anche se ogni tanto con le domande ti mandano veramente in crisi.
    adesso non vedo l’ora di sentire la voce del mio unico nipotino di sangue – volevo dire vero, ma quella finlandese è più vera che se fosse sangue del mio sangue – e sentire cosa avrà da chiedere che se ha preso da mio padre stiamo freschi 😀
    ps elasti bella questa cosa che vai a piedi, brava persevera.

  12. in fin dei conti si parla spesso di “fede calcistica”, no? a modo suo lo hobbit grande ha ragione.
    …mi sono scompisciata, che forti!
    io invece ho affrontato al volante la spiegazione dei dolori del parto, per fortuna non mi ha interrogato sul concepimento…

  13. alla vaniglia, tutta la vita. però anche a strati intervallati. oppure mescolata. però come la si faceva a casa era fantastica: nel pentolino e poi versata nella zuppiera con strati intervallati cioccolato/vaniglia e savoiardi e rotelle di banana finali.
    poi ci credo che svenivo sul divano davanti ad heidi. 🙂

  14. commento al ps di servizio. Ho letto tutto d’un fiato il libro della dott.ssa Bernardini e l’ho trovato veramente interessante e pieno di utili spunti di riflessione. Mi ha fatto veramente piacere ritrovarvi anche alcuni dei tuoi post. Potrà sembrare stupido ma sono felice del vostro incontro (ricordo che eri presente alla presentazione anche del primo libro) perché vi leggo entrambe da diversi anni e mi fa’ pensare che le persone affini prima o poi si incontrino. Io non potrò esserci perché sono al sud ma avrei voluto. Ciao “Post66”

      1. Elasti dimmi per favore che ci sarai anche tu a Mendrisio con la dottoressa: stiamo già montando gli striscioni per te…..Beffy2 e io
        🙂

  15. Caro hobbit medio, da vecchio nonno posso dirti che secondo me Gesù era proprio uno straniero, giovane, piccolo, di carnagione scura e riccioluto.
    Era un migrante, girava per i paesi, chiedeva la carità e dava buone parole di pietà e tolleranza.
    Guardati in giro per le strade, ne vedrai tanti.
    Non so se sono dei santi graal, però sono tanti figli di dio.
    Come te e come me.

  16. O fanciulli che ridere! Il “santo graal dell’Inter” è da antologia (lo sarebbe anche se fosse di qualunque altra squadra, of course…)
    e in ogni caso… essere apostrofati come “faccia da graal” mi fa venire in mente la “faccia di fontina” di Geronimo Stilton 🙂

    I miei fanciulli invece erano/sono specializzati nel porre domandine niente male, o dare il via a interessanti discussioni, al momento di andare a dorminre… quando sono più stordita della mia media, che già è di tutto rispetto…

    Floralye

  17. ” ma è probabile che quella coppa un giorno si sia rotta, non credi?”
    E va bene essere pragmatici, ma così hai distrutto un mito pure a me! E allora secondo te Indiana Jones che cosa aveva trovato?!?

  18. Spettacolare camminata, condita da discorsi tra il serio e il faceto..il santo graal secondo un libro che andavo tanto anni addietro è in effetti una persona..! e che dire della domanda se Dio è straniero??
    certo che lo è…palestinese se nn sbaglio..roba da cronaca e da guerra di ogni santo giorno..mizzica..mica uno straniero tipo olandese o russo..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...