Nonsolomamma

lei

“vedrai, elasti. sarà dura all’inizio”

“perché mai?”

“perché tu non sei abituata a vivere con gli estranei. non hai mai studiato fuori sede, come ho fatto io. non hai mai condiviso nulla”

“be’, in compenso ora condivido la vita con voi, che siete quattro tizi piuttosto ingombranti…”

“sì, ma non è la stessa cosa. lei è una estranea e le occasioni di tensione saranno tantissime. sbaglierai e imparerai dai tuoi errori. ma non devi scoraggiarti se all’inizio sarà complicato e magari ti irriterai”.

prima di partire per il semestre negli usa, mister incredible l’aveva messa in guardia dalle insidie di una convivenza con una sconosciuta. dai primi giorni elastigirl quindi guardava eliza, la ragazza alla pari americana, con sospetto, pronta a coglierne il suo lato oscuro, il passo falso che avrebbe scatenato l’armageddon della convivenza civile.

a distanza di circa un mese dal suo arrivo, eliza continua invece, agli elasti-occhi, ad essere fonte solo di tranquillità e benessere. è sorridente e di buon umore, sempre, non si scompone davanti a nulla e mantiene un’aura di serena imperturbabilità anche di fronte a tre hobbit imbizzarriti e stravolti. è curiosa, partecipe, affettuosa senza essere invadente e poi ama mangiare e a elastigirl, che con il cibo ha un rapporto controverso e non sempre sanissimo, chi mangia ridendo, apprezzando e facendo il bis, mette una grandissimi allegria. quando può, dorme, come dormiva elastigirl quando aveva la sua età, nonostante il rumore, la musica, le urla e la sveglia degli altri suonata da quattro ore. e chi dorme sta bene, è contento ed è leggero e avere accanto una persona leggera e contenta è molto bello. è presente senza invadere mai, è discreta, silenziosa come un gatto e non si fa mettere i piedi in testa. è autonoma, attenta, scrupolosa. si ricorda le cose che elastigirl si dimentica.

niente lati oscuri, niente insofferenze, niente tensioni. solo il piacere di vivere con una donna accanto. e la scoperta di quanto possa essere fantastico.

88 thoughts on “lei

  1. A volte è proprio un pizzico d’incanto femminile a rendere più armonioso un predominio maschile 🙂
    Quell’armonia può aiutare anche a diradare cappe di responsabilità e a sfilare poco maneggevoli scafandri!

  2. vivere con una donna accanto… una tentazione, un pensiero stupendo. Svegliarsi al mattino e scoprire tutto a un tratto che gli uomini non ti attirano più e dunque ne potrai fare a meno, finalmente, non sarai più soggetta alle loro brutture, alle loro bassezze. Saziarsi di dolcezze e basta, trovare pace tra le coccole. A letto per qualcuna potrebbe funzionare, fuori dal letto no, e penso alla gestione ordinaria dell’ambaradan, no: ogni donna è regina della propria casa, regnare in due è un casino. A meno che una delle due si metta a fare il marito, e allora no, saremmo da capo 🙂

  3. Ti prego…me la presti? …sono incinta del terzo e ne avrei tanto bisogno!! Le nonne non si fanno mai vedere…mio marito è fuori tutto il giorno…fammi sapere!

    1. Gli harem erano e sono posti di lotte tremende e velenosissime per ottenere visibilità e privilegi.

      Le convivenze femminili possono andare bene, almeno per un po’, se si ha la fortuna di pescare qualche elemento di affinità, SOLO QUANDO MANCA L’UOMO.

      Quando c’è il maschio di turno in giro partono terribili, letali e sanguinose guerre, confronti, invidie e gelosie.

      Si scatenano i mostri che sono in noi, e non ci sono chiacchere che tengano.

      E chi pensa che questa sia una concezione vecchia e maschilista della donna, sbaglia di grosso.

  4. I maschi communisti sono profeti di sventura inside, comincio a farmene una ragione. Una non si deve fidare a prescindere. Essi si fregiano infatti della loro capacità di saper prevedere il peggio, mentre per il meglio non sono capaci. fottitene e vai con Dio e con Eliza:)

  5. Ciao!
    Ti leggiamo sempre eh?, anche se commentiamo poco.
    Ho vissuto 4 anni di università e 4 di dottorato con delle coinquiline.
    Pensavo di scriverti quanto mi manchino e quanto sia stato fantastico vivere alcuni momenti con alcune di loro (così è). Ma poi mi sono ricordato dell’incubo della vita con altre di loro…
    Ecco, se trovi delle compagne di avventura adatte è fantastico, diversamente può diventare un incubo. Esattamente come con un uomo…. 😉
    E’ comunque un’esperienza bellissima, per te e per gli hobbit.
    Baci!
    Alessandra

  6. Con una bimba che non dorme da quando è nata, una donna in casa mi farebbe comodo, in certi giorni cederei mio marito con mia mamma… tanto con gigetta che piange tutta la notte io e mio marito stiamo diventando fratello e sorella, per cui….

  7. ho una una proposta! per far ricredere eliza sulla ridente svizzera, siamo pronti ad accoglierla a zurigo, una volta finito l’impegno da voi, in una bellissima casa, con una bellissima stanza tutta per lei, un bagno tutto per lei e due bellissime bimbe, anche tutte per lei 🙂
    se dovesse essere interessata, sul serio, fateci sapere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...