Nonsolomamma

primo, secondo e terzo

il primo giorno era giovedì.
“cosa fai oggi a pranzo?”, ha chiesto la collega C a elastigirl, con aria casuale.
“vedo mio fratello”
“ah. a che ora?”
“all’una, direi”
“e a che ora torni?”
“ehm… alle due… perché?”
“no, niente, così”.
probabilmente una persona più arguta si sarebbe insospettita ma elastigirl è parecchio stordita e non si è posta alcuna domanda.
quando poi ha incontrato suo fratello, lui ha ricevuto delle bizzarre telefonate, lungo la strada. e anche qualche sms. e poi, davanti al posto in cui avrebbero pranzato, ha detto: “inizia a entrare che io devo fare una chiamata urgente”:
e lei, senza batter ciglio né interrogarsi su questa frenetica attività telefonica, pure un po’ losca, è andata a sedersi e a leggere il menu.
dopo cinque minuti che elastigirl e suo fratello conversavano amabilmente del più e del meno, si è materializzato lui, mister i, atterrato da pochissimo a milano, arrivato da londra e prima da boston e prima ancora dalla città di A, con un mazzo di fiori e lo sguardo pazzo, lo stesso dello hobbit di mezzo. per preparare la sorpresa aveva allertato l’intera redazione, l’intero parentame fino al terzo grado e probabilmente la guardia forestale.
dopo pranzo è andato via e lei è rientrata in ufficio, con i suoi fiori e l’aria sognante e inebetita.
lui è andato a prendere all’asilo lo hobbit piccolo che, non sapendo bene come gestire l’emozione, si è commosso. il medio e il grande, uscendo da scuola, non si sono commossi per niente ma non riuscivano a stare fermi e zitti.
alle cinque, la famiglia, in formazione completa, è andata ad assistere alla lezione aperta di teatro dello hobbit grande. a elastigirl è piaciuto moltissimo il gioco delle panchine, in cui si fa finta di essere su una panchina al parco e si dà fastidio al vicino fino a esasperarlo e cacciarlo via. probabilmente c’è un molestatore dei giardini latente e represso che alberga in lei. mister i non si è addormentato, nonostante la notte in volo, il jet lag e tutto il resto.

il secondo giorno era venerdì, elastigirl si è domandata perché non avesse chiesto un giorno di ferie e si è sentita parecchio stupida a dovere andare a lavorare. mister i ha dichiarato: “oggi nessuno va a scuola: me li porto io in giro e andiamo anche a mangiarci i panzerotti”. eliza, la ragazza alla pari, ne ha approfittato ed è andata in svizzera, a trovare degli amici. “da quando sono piccola il mio sogno è andare in svizzera, forse perché avevo un libro la cui protagonista era una bambina svizzera”. forse era heidi ma non è sicuro.
così i maschi hanno ciondolato in pigiama per un po’ e poi sono andati alla pinacoteca di brera dove, davanti a ogni quadro bello si sedevano e mangiavano un cioccolatino colorato. e guardavano. “ho visto zesù che dolmiva con la sua mamma che pianzeva. qualcuno gli aveva fatto male ai piedi” (cristo morto di mantegna). “poi ho visto zesù che mangiava un buon panino” (cena in emmaus di caravaggio). “e ho visto anche l’elegante” (bramante), ha raccontato lo hobbit piccolo la sera, parlando al telefono con i nonni a bari. nel tardo pomeriggio, prima che elastigirl rientrasse dal lavoro, mister i ha diretto i lavori per l’imbottigliamento dei 23 litri di birra artigianale che lo aspettavano, lasciando tracce odorose e liquide ovunque.

il terzo giorno era sabato ma elastigirl non sa esattamente cosa sia successo fuori dalla sua stanza. perché è rimasta a letto a leggere il suo libro, come non succedeva da… boh, moltissimo tempo. e poi si è addormentata e non riusciva più a svegliarsi. mister incredible e gli hobbit, terminato l’imbottigliamento, hanno proceduto con una nuova produzione di altri 23 litri di birra neozelandese che ora giace a fermentare e gorgogliare in un anfratto dell’elasti-cucina.

il quarto giorno non conta. era domenica ma lui è ripartito la mattina.
eliza è tornata dalla sua trasferta svizzera. pare che il suo sogno di bambina, dopo questi tre giorni incluso il carnevale a bellinzona, si sia un po’ appannato.

53 thoughts on “primo, secondo e terzo

  1. Dai la sorpresa e’ stata fantastica!! Pero’ mi pare non te lo sia goduto molto il marito, come minimo sabato avreste dovuto mollare i bimbi ai nonni e andare all’hammam insieme no? Se eliza e’ rimasta scioccata del carnevale di belli, il prox anno deve andare a quello di basilea! 🙂

  2. bravo Mister I 🙂
    PS) dì ad Eliza che i sogni di bambini devono rimanere sogni… confinati nella memoria dorata dell’infanzia. La realtà delude sempre, e rovina il sogno

      1. non intendevo che non ci siano cose belle, ma che l’infanzia rende magici i ricordi, li racchiude dentro sogni fantastici, che sussistono solo nel sogno stesso…

  3. Sono morta dalle risate alle descrizione dei dipinti di Brera e al nome dell’ “Elegante”!!
    Ha un futuro da storico dell’arte, il tuo piccolo: parola di appartenente alla categoria.
    🙂 🙂

  4. Bello, bello bello. Soprattutto la dormita finale è stato il miglior gesto d’ amore che posso immaginarmi. È fatta, dopo quello di hobbit medio mi potete aggiungere anche al fan club di Mr. I

  5. te lo dico con il cuore gonio di commozione: nella vita non c’è niente di più bello di un grande amore, ed è quello che tu e mister i avete, custoditelo e proteggetelo sempre, anche a distanza. un grande abbraccio a te e alla tua bell famiglia, con tanta simpatia da una barese doc!
    baci
    Ale

  6. p.p.s .. ehm . il che non vuol dire che voglia insidiare Mr. I .. sia chiaro!!!
    (che tra l’altro tra Elasti e tre Hobbit, Janet e figli inglesi ed il fidanzato workhaolic giapponese mi sembra sia già piuttosto impegnato .. 😉 )

  7. per completare il tutto ci vorrebbe
    un altro hobbit minuscolo …ma di sesso F
    che ne dici c?
    non ti stuzzica l ‘idea ?? il nome ce lo hai già pronto!
    sara ………..
    🙂

  8. evidentemente un po’ di distanza ogni tanto fa bene…la sorpresa, i fiori, tutto il resto…se non avesse pasticciato un po’ con la birra, non ci avrei creduto!

  9. Grande Mister I, se quando c’è C’E’, il distacco sarà molto meno drastico per gli hobbit. E che bella sorpresa ti ha fatto… Quando è previsto il prossimo “toccata e fuga” in Italia?

  10. Ma che bravo! La parata in ufficio con mazzo di fiori plateale e la scuola saltata. Questo si che è un eroe, anzi un supereroe…due giorni di sciambola e poi si defila di nuovo…
    Ha capito tutto… Domenica i compiti con i bambini li hai fatti tu per caso? La spesa per il fine settimana e la settimana in corsa…ah già, queste sono cose da persone normali, non da supereroi..

    1. Mi sento bene un po’ stordita ma gioiosa ma gioiosa
      acida dentro acida con che acida con chi acido non e’
      acido il giorno mi rallegra mi rallegra testa acida…
      Acido Acida

  11. Che meraviglia!Il mazzo di fiori e la sorpresa degna di una commedia di Julia Roberts!!:)
    beh che dire, spero che anche mio marito dopo un po’ di anni di matrimonio e 3 figli (beh se ci arriviamo a 3…) sappia stupirmi ancora con questo genere di sorprese!!:)

  12. Ho letto, ho riso, ho sorriso e ho riletto…. 23 LITRI DI BIRRA???? Non e’ tanto farla, ma poi verra’ anche riposta! E altri 23 in preparzione, ho capito bene?
    Mi sa che avevo ragione, i ritorni sono scanditi dalle produzioni…;-)

  13. Eliza nella terra straniera a festeggiare il carnevale.in quel del mitico Bellinzona…e vaiiiiiiiiii..sei grande!!!
    c’ero anch’io……ciaooooo a tutta la elasti-family-riunita!!

  14. Lammiseria, la casa più grande l’avete presa per le bottiglie (comunque io che non ricordavo l’imminente ritorno di Mr. I pensavo ci fosse un intrigo tra il fratello e la collega).

    Hai un marito bravissimo!

  15. che fantastico quest’uomo io lo adoro!!
    sarà che mi ricorda tantissimo il mio compagno. folle, sgarruppato e divertente come lui!
    che favola portarseli a brera saltando la scuola. è un’esperienza che quei tre si ricorderanno per sempre. bravo adorabile papà mr I!!!

  16. Che bel fine settimana. Bella la sorpresa da parte del marito, bravi il fratello, la collega, la… forestale a non rovinarla, bella l’uscita con i fantastici tre (si salta la scuola, evvai!), bello il riposo!
    Fantastica la descrizione, da vero storico dell’arte, del più piccolo!

    Floralye

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...