Nonsolomamma

mamma, che schifo

qualche settimana fa elastigirl ha trovato nella libreria di casa un libro che non si ricordava di avere. parlava del primo bacio e di come fosse una tappa fondamentale nello sviluppo della sessualità dei preadolescenti. lo ha sfogliato, con professionale distacco, per poi ritrovarsi con gli occhi, il naso, le orecchie e la testa dentro le pagine, inghiottita dalla prospettiva che tra un po’ gli hobbit si avventureranno in quel territorio esaltante e terrificante insieme. ha letto testimonianze di primi baci dati davanti alla tv, la domenica pomeriggio, guardando la partita, primi baci scambiati durante il gioco della bottiglia, elargiti a piene mani da una compagna di classe bocca di rosa, programmati con un appuntamento, via sms, stampati sullo schermo di un telefonino, rubati, sognati, sbagliati e perfetti, a scuola, in gita, al mare, sul divano, per le scale. si è anche ricordata del suo primo bacio a dodici anni – lo hobbit grande tra poco più di due anni – dato al quindicenne bartolomeo, piccolo pescatore eoliano dagli occhi verdi.

elastigirl allora ha chiuso il libro e ha pensato che non è pronta a tutto questo. ma siccome non è lei che deve essere pronta, la sera ha parlato di baci con lo hobbit grande.

“sai, uhm, per lavoro, mi è capitato di leggere un libro sul primo bacio”

“mpf”

“questo libro consiglia dieci film adatti, secondo l’autore, a farsi un’idea di come potrebbe essere il primo bacio. non so, magari potremmo sceglierne uno che ci ispira e vedercelo insieme”

“magari sì. io comunque il primo bacio l’ho già dato”

“… davvero? e a chi?”

“come, non ti ricordi? a helène, la bambina che mi aspettava con le gambe accavallate alla scuola materna, tutte le mattine”

“ah! lei… ma il mio libro veramente parlava dei primi baci veri”

“vuoi dire i baci con la lingua?”

“sì, i baci con la lingua, esatto”

“bleah! che schifo!”

“ok. bene. se ti fanno schifo vuol dire che ancora non sei pronto. arriverà un momento in cui l’idea di un bacio così ti incuriosirà e non ti farà più schifo. allora sarai pronto. ma adesso no, non ancora. del resto, manco io sono pronta…”

“allora il tuo film lo sceglieremo tra un po’. magari invece potremmo rivederci tutti insieme i fantastici quattro che è bellissimo” eh, mamma? ce lo vediamo? io sono la cosa, lo hobbit di mezzo la torcia, il piccolo quello che si allunga e tu sei la femmina invisibile”.

82 thoughts on “mamma, che schifo

  1. A. Pellai “Il primo bacio. L’educazione sentimentale ai tempi di Internet” .. comprato al volo in stazione aspettando il treno l’ho divorato anch’io come te e mi ci sono ritrovata tutta nell’imbranataggine dei miei primi approcci. Scritto bene. Bellissime le pagine dedicate ai ricordi dei primi baci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...