Nonsolomamma

il single giovanni

ieri sera, come ogni sera, elastigirl ha accompagnato gli hobbit nei rispettivi letti. ha distribuito equamente, cronometro alla mano, attenzioni, chiacchiere, grattini, baci, abbracci e tutti quegli estenuanti riti che il primo giorno sono fantastici, il secondo piacevoli, il millesimo devastanti, e ha salutato tutti caramente, assaporando l’imminente bolla solitudine con doccia e successivo libro incorporati.

“buonanotte, ragazzi. fate bei sogni”

“maschi”

“sì, hobbit piccolo, se preferisci fai pure sogni maschi”

“anche tu fai sogni maschi”

“va bene, cercherò. ora fammi andare che sono stanchissima”

“io sono…”

“come dici, hobbit piccolo?”

“io sono giovanni e sono single”

pausa, pregna di oscuri ma palpabili e profondi significati e presagi. ah, giusto per contestualizzare. lo hobbit piccolo non si chiama giovanni.

“ah…”

“quindi…”

“quindi?”

“quindi io ho due nomi: giovanni e single”

“ok, single giovanni. dormi bene”

“appetta! vieni qui mamma!”

“cosa c’è?”

lui si è messo in piedi sul letto, raggiungendo quasi l’elasti-altezza. poi, in silenzio, ha preso l’elasti-faccia tra le sue mani sudaticce, ha avvicinato il suo naso all’elasti-naso,i suoi   occhi agli elasti-occhi e, in un sussurro cospiratorio, ha pronunciato le seguenti parole:

“tu sei la moglie di gesù. io sono la civetta che fa l’amole con la figlia del dottole”

“…”

“puoi andale adesso, se vuoi”.

78 thoughts on “il single giovanni

  1. Ci vedo lo zampino di Noemi. Detto questo, sono in ufficio con le lacrime agli occhi dal ridere. E la mia collega senza figli che non comprende a pieno l’esilarante mondo dell’hobbit piccolo che mi guarda stranita!

    1. UFF!
      Non è che la tua collega non capisce perché non ha figli, magari non le piacciono i bambini. Succede, non è un crimine.

      No perché a me sta cosa che per capire i bambini bisogna averne fa ridere… sarà che mi basta uscire sul pianerottolo per farmi una cultura in merito… e anche tante risate… che non ci sto al parallelo: non ha figli=non può capire.
      Ecco.

  2. ahhahahahahahah!!!
    Di solito sono un lettrice silenziosa, ma questa è proprio epica!
    Grazie per le belle pause da lavoro e mammitudine che mi regali.

    PS. per me – per ora- solo sogni da femmine… la mia tre-enne è molto categorica in proposito 😉

  3. “distribuito equamente, cronometro alla mano, attenzioni, chiacchiere, grattini, baci, abbracci e tutti quegli estenuanti riti che il primo giorno sono fantastici, il secondo piacevoli, il millesimo devastanti”

    o mamma, quant’è vero! ma lo faccio sempre come se fosse l’ultima volta. da un giorno all’altro mi manderanno a quel paese, altro che coccole e grattini!
    ti adoro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...