Nonsolomamma

in transito

ieri, ore 23
“non riesci a dormire, mister i?”
“mpf!”
“sembri un’anguilla! è impossibile addormentarsi con te accanto che ti agiti in questo modo. non sarai mica agitato per la partenza di domani?”
“mpf”
“ma se passi la vita su e giù dagli aerei perché sei inquieto? o magari in realtà lavori a carate brianzae. fai finta di andare in america, a londra… non sarebbe male…”
“io sono abituato a viaggiare da solo e leggeri. mica con il gruppo vacanze delle puglie e questi sfaccimmi di bagagli”
“ma dai… e comunque dormi!”.

stamane. ore 5,30. una bolgia di nonni, nipoti, valigie, colazioni.
“ti rendi conto che dobbiamo prendere due taxi. due taxi per andare a linate?! tutto perché tu non ci accompagni”
“non è colpa mia se devo essere in ufficio alle 7”.

ore 9.
“le murt’. la prossima volta che prenoto un viaggio con una compagnia diversa dall’unica compagnia affidabile dell’universo, colpiscimi fortissimo sulla testa”
“pronto, mister i? dove siete? ancora a linate? non dovevate partire mezz’ora fa?”
“infatti. ma non voliamo con british airways e se non voli con british airways può succedere qualsiasi cosa, anche che la scala dell’aereo danneggi l’aereo quando tutti i passeggeri sono già belli seduti ai loro posti e quindi bisogna scendere e chissà quando si riparte. può succedere anche che mister brown abbia un posto occupato da un’altra signora e che non sappiano dove farlo sedere. mocc’a tutti loro! e mo’ perdiamo la coincidenza per boston a parigi di sicuro!”
“ma no, dai, e poi non devi fare l’inglese più degli inglesi. un barese non può fare l’inglese. e gli hobbit che dicono?”
“sono di ottimo umore”
“e i nonni, super w e mister brown?”
“pure”.

ore 14,00 un delirante sms di mister incredible lasciava immaginare che la famiglia non avesse perso l’aereo.

ore 22. ancora tutto tace dall’altra sponda dell’atlantico. però elastigirl ha mangiato sdraiata sul divano, davanti alla tv, prosciutto direttamente dalla vaschetta e fette di melone con le mani. deve avere anche fatto qualche macchia, ma è del tutto irrilevante e non deve dare il buon esempio a nessuno.

 

ps in questi giorni elastigirl potrebbe anche latitare. ché le vacanze dalla famiglia servono anche per questo. tuttavia sabato 29 giugno alle 20 sarà, con AMREF, a mola di bari per il festival di cinema & letteratura nei castelli. questo il programma.

33 thoughts on “in transito

  1. British Airways affidabile, eh? Se ci riusciamo a vedere ad A., dì a Pigrazia di raccontare il suo viaggio della speranza a Natale 2006

  2. “Le murt!” mi ha fatto scompisciare!

    Beh pero’ si sa.. viaggiare e’ sempre un terno al lotto, sai quando parti, non sai quando arrivi! E sopratutto se arrivi tu insieme ai tuoi bagagli e se durante un viaggio intercontinentale non ti trovi seduto vicino il ciccione americano! 🙂

  3. Ehilà, che programma interessante! Se l’avessi saputo prima, anziché scendere dai miei sabato scorso avrei pianificato questo weekend e sarei venuta con la tribù quasi al completo!
    Cmq mentre leggevo mi sembrava di vedere la famiglia di “mamma ho perso l’aereo”!!!

  4. Altro consiglio per le tue serate da single: mettersi lo smalto sulle unghie dei piedi seduta sul divano con le gambe appaggiate al tavolino di cristallo….si, quello che non fai toccare ai tuoi figli per le ditate!

  5. 🙂 🙂 bello. goditi il mangiare con le mani, il non dover dare biuoni esempi, il tempo riconquistato, questa bolla meravigliosa e un po’ nostalgica (perchè di certo sarà anche nostalgica). Abbracci 🙂

  6. Che ridere! Direi che mister I sia andato un po’ in palla solo perchè (e pure con due… aiuti) questa volta deve mettersi nei panni della mamma e gestire i pargoli (“sono abituato a viaggiare da solo, non con il gruppo vacanze, etc. etc.”), e infatti tutti gli altri sono tranquilli!!! 🙂
    Buon arrivo, e a te, Elasti, buone vacanze!

    Floralye

  7. Buona vacanza. Io prometto di non passare per di qua per i prossimi dodici giorni, per rassicurarti che non ci sentiremo orfani, affinché le tue meritate vacanze non siano funestate dai doveri/piaceri di questo blog.
    Ps: gli sta bene a tuo marito sentire il peso del famiglione barese, sappia che non è l’unico a cui piace viaggiare con un paio di mutande come bagaglio.

  8. Come “dove hai preso Carate Brianza”?!?! Davvero questa ridente cittadina non è nella top ten delle località da visitare nell’estate 2013 ?? E che male ci sarebbe a lavorare a Carate? Non è che Londra sia poi tanto meglio, per non parlare del clima….;-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...