Nonsolomamma

se ne sono fatti una ragione

“ehilà! sono io”
“ciao, elasti. come va?”
“bene. lavoro… non fa particolarmente caldo a milano… mangio molto yogurt e molti cereali… la sera vedo serie televisive in modo compulsivo… non ho nessuna voglia di uscire ché mi sono riscoperta solitaria e selvatica… ma voi piuttosto? come stanno gli hobbit nella wisteria del salento?”
“benissimo! sono proprio felici. il medio continua a dire che questo è il posto più bello del mondo. stamattina mi ha detto: ‘quando avrò un figlio mio, il primo posto dove lo porterò nella vita sarà questo'”
“grandioso! e il piccolo che dice?”
“il piccolo sta bene ma ogni tanto è inverso. probabilmente non ha ancora smaltito il jet lag. fa il bullo e si gode la zia matta”
“e il grande?”
“un fiore. però deve fare un sacco di compiti ancora e non ne ha nessuna voglia. allora io lo massacro”
“e tu?”
“bene. incasinato. sai com’è: i piccoli, il caos, la spesa, il milione di cose da fare…”
“ma super w, mister brown e la zia matta ti danno una mano, vero?”
“certo. anzi, vorrebbero aiutarmi di più ma io li argino. perché gli hobbit devono stare tranquilli e anche un po’ da soli”
“nazista”
“sono stravolti. e la colpa è anche tua perché nella città di A tutti i pomeriggi li portavi a fare qualcosa, al lago, al fiume, in piscina…”
“ovvio. è colpa mia. senti, mister i… ma… ogni tanto chiedono della loro mamma o… si sono convinti di essere tre orfani e se ne sono fatti una ragione perché la vita deve andare avanti?”
“la seconda che hai detto”
“mostro”.

47 thoughts on “se ne sono fatti una ragione

  1. Sicuramente quando ti rivedranno impazziranno di felicità (pat-pat) … Al di la’ di ogni intento consolatorio, credo che tu stia dando un bellissimo esempio ai tuoi figli, di donna responsabile e anche equilibrata nel distacco, seppur solo fisico e non emotivo e di pensiero… Spero di riuscire anche io a vivere con minor difficoltà la distanza dai miei tre e di disintossicarmi prima di vivere in maniera passiva le giuste spinte centrifughe (sacrosante per la loro crescita!!!) di quando saranno un po’ più cresciuti… Grazie

  2. Io mi rifiuto.
    I miei, soprattutto i grandi, cominciano ad avere età da riproduzione, ma io stolida mi attacco a loro come un koala, li strizzo come cuscini, e annuso tutte le teste che riesco ad acchiappare, incurante delle proteste e delle spinte centrifughe. Li ho fatti io, sono miei e devono farsi stropicciare quanto mi pare.

    Il marito è un grand’uomo e mi prepara buonissime tisane aromatiche quando mi prendono queste crisi attak. E poi si offre come cuscino alternativo…….

      1. lisa, rilassati, a me sembra solo una madre affettuosa, consapevole ed ironica, non preoccuparti troppo!

    1. Quoto.
      ieri mia suocera cullava il pupo e guardandolo dice: “volevi la nonna eh'”…
      Mio figlio ha un mese..non ha neanche idea di chi sei e secondo te voleva la nonna -.-
      Mentono agli altri e a se stessi..
      interroga gli hobbit una volta a casa.

  3. …magari è vero, sul momento! i miei, quando non ci vediamo per le mie insane giornate intere al lavoro, dimenticano che esisto. salvo poi avere tre cozze addosso per tutta la giornata seguente!!!
    e non mi dispiace neanche un pochino!

    1. concordo
      la mattina mentre mi preparo per uscire, il mio mi segue chiedendomi di rimettermi il pigiama, poi mentre sono via (07:30 – 19:30) non mi nomina neanche, al rientro si appiccica e mi segue ovunque, anche in bagno….. (da quando sono mamma, il concetto di intimita’ si e’, diciamo, evoluto)

      1. Ah, l’intimità….che ricordo lontano.
        Perchè noi donne, quando diventiamo mamme, non possiamo più permetterci neanche una sana pipì da sole???
        Io ho il nano di 21 mesi che studia tutto quello che faccio…sarà educativo?!

  4. Ma li raggiungi o ormai la tua estate è e rimane milanese? Comunque, mente il padre, mentono gli hobbit: manchi loro da matti ma non si fanno vivi con te per non aumentare la nostalgia reciproca (e la tua compulsività televisiva e il tuo inselvaticamento – si dice così?)
    Roberta

  5. mi fai morire Elasti!
    anche a casa mia è così. I bimbi a casa con mio marito che non ha ancora ripreso il lavoro. io chiamo per sapere se si sono alzati, cosa hanno detto, che faccia avevano, com’era il loro odore e il loro alito, come avevano i capelli, se hanno fatto colazione…
    io vorrei sapere tutto questo e mio marito mi liquida con un “insomma! ce la facciamo anche senza di te, cosa credi?”
    non capiscono!
    e poi mi accusa di stimolarli troppo. “devono imparare ad annoiarsi! ma con te è impossibile! proponi loro troppe cose!!”
    comunque noi dal Salento siamo appena tornati.
    e pensa, ogni volta che vado a qualche sagra paesana spero di scorgervi tra la folla… 🙂 sarebbe bellissimo.
    ciao ciao e buon proseguimento
    a Milano e nel Salento
    un abbraccio
    elisa

    1. Tuo marito ha ragione: bisogna insegnare ai bambini come gestire la noia. Se no, il rischio è che poi da adulti possano soffrire di “horror vacui”. I momenti fermi, in cui non succede nulla sono importanti per stimolare la loro creatività e la riflessione. Momenti che non farebbero male nemmeno a noi adulti.

  6. Ma perché mai dovrebbe mentire Mr.I. ?? I bimbi che di solito sentono la mancanza del padre spesso in giro anche per lunghi periodi adesso si godono un momento tutto di testosterone, machismo, rutto libero, vestiti sporchi e trasandati e mangiare alla garibaldina e che Edipo se ne vada a quel paese. Quelle di voi che nello scorso post sostenevano che maschi e femmine sono geneticamente diversi: appunto! I maschi adesso si godono l’essere maschi con il loro capobranco.

  7. Mia suocera andava a sciare una settimana all’anno quando mio marito era ancora alle elementari, e lui si ricorda che si godeva da matti i giorni da solo con suo papà. Non lo trovo strano al contrario.

  8. Comunque sia e’ sempre colpa nostra. Mio marito dice che li ho abituati troppo bene…
    X quanto riguarda la mancanza della mamma la sentono eccome. Ma sono maschi e non lo ammetteranno mai! Eh eh….e ora fustigatemi…

  9. Forza noia! Sono d’accordo con mr I su questo punto, lo trovo un consiglio molto saggio. penso anche che per i padri, parlando molto in generale, è più lontano il tormento che sediamo con le distrazioni e gli stimoli.

    1. Sarà per sopire quel tormento, quell’ansia di stringerli a se’ con esperienze sempre nuove e stimolanti ? Forse ma contribuisce a realizzare un’infanzia piena di bei ricordi…magari anche formativi … È bene ci sia un’equilibrio, e’ vero, ma sarà che forse i mariti che ci rimproverano di non fare annoiare i figli non sentano invece forte il confronto con la nostra resistenza e fantasia nel rendere vario il tempo libero della prole???)

  10. Bello, simpatico.
    E ha ragione il papà quando dice che i bambini devono stare anche un po’ soli.
    Anche i maschi sentono la mancanza della mamma, comunque di un genitore quando manca (quando manca “anche” fisicamente, meno …) e lo dicono e si intristiscono e piangono pur essendo maschi, dipende, non c’è una regola. Sarebbe l’ora di crederci definitivamente. 😀

  11. Per me,non dar retta,portali di qua e di là a fare piú cose possibile,avranno tante belle esperienze in comune con la mamma e poi, auspicabilmente, stramazzeranno nel letto nel sonno dei giusti! Vuoi mettere tre maschi annoiati in giro per casa, non posso lontanamente pensare cosa si inventano..

  12. Ti capisco. Le mie figlie in vacanza con la nonna non venivano neanche più a salutare su Skype. Poi sono tornate e ci siamo coccolate tantissimo. Tranquilla che non ti dimenticano. Ma quando li rivedrai?

  13. Vedi, cara piccola anna Maria, ognuno di noi dona quel che ha. Io ti ho donato luce. Tu, forse non avevi altro che donare quella risposta…. Abbi cura ti te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...