Nonsolomamma

arriva lui

lo aveva detto dall’inizio eliza, la ragazza alla pari americana che vive a casa dell’elasti-famiglia e che ha un ukulele e un’infanzia in una comunità hippie. “forse verrà a trovarmi mio fratello”. e, con il passare delle settimane, l’aura intorno a questo personaggio,  bello, alto, ventiduenne e fichissimo, avvicinato solo in fotografia ed evocato spesso con toni sognanti, cresceva in splendore e grandezza.

“il flatello di eliza è foltissimo”, diceva lo hobbit piccolo associandolo a hulk, spiderman, thor e capitan america.

“il fratello di eliza è bello. troppo. quando viene, chiudiamo la mamma in un armadio così non si innamora”, diceva il medio, con un gran senso pratico.

“il fratello di eliza è alto come me, quando avrò la sua età. me lo ha detto lei”, diceva il grande proiettato verso il futuro.

venerdì eliza era in tuta, con una fascia a tenerle i capelli, e brandiva l’aspirapolvere con il piglio nevrotico della casalinga disperata.

“che stai facendo?”

“domani arriva lui!”

“lui?”

“mio fratello! e quindi ho deciso di pulire la mia stanza!”

“mi sembra un’ottima idea!”

“non mi ero resa conto che fosse ridotta a un tale caos e adesso mi aspetta un lavoro pazzesco. ma per lui voglio  che sia tutto perfetto!”

“io sto andando a fare la spesa. vuoi che prenda qualcosa in particolare che potrebbe piacergli?”

“mmmh… io vorrei che lui facesse la stessa esperienza che ho fatto io la mia prima settimana da voi!”

“e che cosa vuol dire?”

“vorrei che assaggiasse la pizza, la pasta al forno, la crostata, la crema al cioccolato, la focaccia, le patate arrosto, il limoncello fatto in casa, la birra artigianale, i formaggi con la marmellata di pomodori verdi e i taralli alla cipolla”

“va bene! provvederemo”

“grazie. ora però vado a pulire tutto”.

e dopo avere tirato a lucido la sua stanza, domando il devastante caos accumulatosi in questi due mesi, si è fatta bella, anzi bellissima. per suo fratello piccolo, che arrivava l’indomani.

28 thoughts on “arriva lui

  1. Che tenera! È sempre bello vedere fratelli che si vogliono bene! Mi raccomando descrivicelo accuratanente: un aitante giovane americano non è cosa da tutti i giorni!

  2. Non so perchè, ma per un attimo ho immaginato che dopo tutta quest’attesa mitizzata si palesasse al vostro cospetto un ragazzetto normale… anzi anche un pò sfigatello! XD
    In bocca al lupo per la preparazione dei pranzi luculliani!

  3. Aaaah! Come tutte quelle cose? Va bene l’entusiasmo per la nuova ragazza alla pari, ma per il fratello? Cosa hai deciso di fargli assaggiare da tutto quel mucchio? Io sceglierei birra artigianale e taralli. Mister I c’è?

  4. che forte! Ma anche lui è intollerante solo al grano-americano? 🙂

    ps, ho visto magazzino 18, lo spettacolo con Cristicchi. Il personaggio principale come si chiama? Persichetti!

  5. Certo. Il Medio ha ben chiaro l’effetto che Capitan America potrebbe avere su Elastigirl,qualora lei non fosse già sufficientemente provata da quattro maschi. Nel dubbio, fa bene a mettere le mani avanti (non vorrei che Mr Incredibile lo avesse lasciato come talpa…)

  6. cavoli tutta questa ansia per il fratello?!?? forse perché il mio è talmente sulle nuvole e disordinato che qualunque mio disordine non potrebbe mai essere peggio del suo……:)

  7. Madò come la capisco! Anche io sono innamorata di mio fratello piccolo. Ne sono così orgogliosa…e un po’ gelosa! Comunque il Medio è fantastico, un figlio così ti fa sentire preziosissima!!!

  8. lei tenerissima, tu una maestra, nel raccontare e nel vivere =)
    meravigliosa nel descrivere quest’aura che cresce cresce cresce e nel restare sul filo che divide l’amicizia dal rapporto professionale e non chiederle se le serva una mano ma se vuole qualcosa di speciale per lui da mangiare.
    chapeau come sempre =)

  9. Sarà fichissimo!!! Sono troppo curiosa…….svelare please!
    (Ma Eliza non pulisce mai la sua stanza…??…con una rompi in casa come me avremmo dovuto trovare un accordo ben prima dei due mesi!!!)

  10. una volta, anni fa, mi sono ritrovata a lavorare con una signora svedese, adorabile. parlava spesso di suo figlio e, al solo nominarlo, tutte le colleghe: quando torna a trovarci? quando torna? oddio quant’è bèèèèllo!!!
    io pensavo fosse il classico biondaccio tutto muscoli e poco cervello e sinceramente, con tutte quelle scie di lumaca al solo niminarlo, mi era andato pure un bel po’ in antipatia.
    poi un giorno passò a trovare la sua mamma.
    un giorno indimenticabile…;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...