Nonsolomamma

caput mundi

“vedi? il fatto è che questo posto è dove succedono le cose, dove si incontrano le persone, dove si prendono le decisioni. il resto, dove stiamo noi, è periferia, sono propaggini dell’impero”.

elastigirl è andata a roma per 24 ore, tra le 24 ore più bizzarre e frenetiche degli ultimi anni. ha cenato con la cognata romana e le aringhe olandesi, ha dormito fino alle 4 del mattino, ha chiesto a un tassista di trovare delle edicole aperte di notte dove trovare dei giornali e, nonostante i numerosi giornalai nottambuli, nonostante una splendida roma deserta, nonostante l’impegno profuso dal tassista, alle 440 aveva recuperato solo la repubblica e il messaggero, ha sperimentato una diretta radiofonica ubiqua, con lo spaesamento e i possibili disastri che essa comporta, ha provato invano a dormire tra le 8,30 e le 9,30 in una casa vuota, è tornata alla radio, ha stretto 52 mani i 47 minuti, ha rischiato di incrociare abel ferrara, ha preso un altro taxi, ha conosciuto dei simpatici signori tedeschi, ha parlato della caduta del muro di berlino e dei 25 anni trascorsi da allora, ha assistito a una conferenza stampa, ha assaggiate strane noccioline al curry e ne è diventata dipendente, ha pranzato non lontana dalla stazione in un luogo di raro squallore e ha ripreso il treno per tornare a casa. e mentre lasciava roma, pensava che è un gran bel posto ma che forse, per la sua salute mentale, preferisce una quotidianità nelle grigie propaggini dell’impero.

 

42 thoughts on “caput mundi

  1. Spaesamento e giornate bizzarre ci fanno prendere le misure della nostra quotidianità e ce la fanno vedere sotto una diversa prospettiva, magari facendocela rivalutare… magari facendoci venire voglia di cambiarla…
    Notte notte

    1. Chi te l’ha detto che siamo sani di mente? XD
      Scherzi a parte da romana, quando mi sono trovata in trasferta a Milano mi guardavo intorno e dicevo:
      Come? I negozi chiudono alle 19.30?
      Che vuol dire che alle 22 è troppo tardi per cenare [al ristorante]?
      MA di sera non c’è nessuno in giro per strada?
      Oddio vai a lavoro in bici E SEI ANCORA VIVA?
      Che vuol dire che non possiamo prendere un gelato e mangiarlo per strada? In che senso “qua non si fa”?

      Sono altri luoghi, altre abitudini, ritmi vissuti diversamente. Luoghi diversi di aggregazione… il clima ci consente di vivere molto “fuori” e lo facciamo. Il che ovviamente rende la città molto… CHIASSOSA ^_^
      Ho ritrovato un po’ di Roma ai Navigli. Ma anche lì, niente a che vedere (in positivo e in negativo) con Trastevere, San Lorenzo o il Pigneto.

      1. vivo a Milano e ne hai prese 2 su 4: si può tranquillamente cenare alle 22 e mangiare un cono per strada è una pratica abbastanza comune…

      2. boh ehm io facevo fatica a milano a cenare fuori dopo una certa ora (ma pooi vivendo li avevo trovato i miei posti)
        pero’ certe sbrodolate di cono gelato di grom per strada me le sono fatte eccome! (ho ancora macchie indelebili su vestiti)
        e comunque QUI i negozi chiudono alle 5 e il cibo si serve fino alle 7.30 o 8… e non c’e’ piu’ nessuno per strada a partire dalle 5 appunto (apparte che per buona parte dell’anno e’ buio pesto)… 😦 😦 😦 😦
        in confronto le buie solitudini milanesi mi sembravano un luna park
        Claire

  2. Anch’ io ero sveglia alle 4 del mattino, ma per tenere a bada i mugugni della cittina di neanche tre mesi e…no, io tutte le energie che hai tu non le ho proprio !! L’ultima volta a Roma, un anno e mezzo fa, ci ero capitata in gita ma dormivamo dalle suore: improponibili uscite notturne…peccato!

  3. Elasti preavverti la prox volta !! siamo un gruppo di colleghe che ti leggono con piacere ed ogni giorno ci inventiamo posti nuovi x la pausa pranzo dietro la stazione che arginino lo squallore…ti avremmo dato come minimo qche dritta….o ti avremmo invitata a pranzo….

  4. elasti però la magia e l’incanto che offre Roma senza tante arie Milano non sa neache cosa siano qui posti magici non esistono…Esistono solo luoghi alieni o dove sono appena atterrati gli Ufo ,grigi e sempre poco accoglienti

    1. Milano è piena di luoghi magici, da vicolo delle lavandaie (vicino alla darsena) ai giardini in Porta Venezia dove una volta c’era lo zoo (io me lo ricordo, purtroppo), ai navigli a certi vicoli che ti fanno pensare di essere in un altro secolo, ma appena alzi lo sguardo vedi il nuovo profilo della città. Io alle mie bimbe ho già fatto provare il panzerotto da Spontini, i pasticcini dove andavo a prenderli io da bambino, il panettone artigianale, quelle trattorie dove trovi piatti che già pochi chilometri fuori hanno un altro sapore, i giochi di Sforzinda nel fossato del Castello Sforzesco e tanti altri luoghi.
      Non abbiamo il fascino di Roma, Venezia o Firenze, non abbiamo il golfo di Napoli, ma non siamo grigi o poco accoglienti, è solo che ci disegnano così. In realtà siamo splendenti e se non ci fosse la nebbia vedresti una luce speciale 🙂
      Siamo un po’ bauscia, ma è solo una maschera. Siamo da sempre terra di passaggio, e da noi tutti sono i benvenuti, anche se le varie conquiste ci hanno resi a volte forse un pochino diffidenti, ma dentro siamo proprio buoni!

      1. Fefo tu la vedi con gli occhi del cuore.
        Milano è la Londra italiana, spirito imprenditoriale in chicchi. Ma io una città la giudico dal punto di vista del mio vincolo di bilancio, se il costo della vita è troppo alto non mi piace, anche se è bellissima.
        Roma ancora mi illude di non essere diventata più povera.

      2. eee… eee… tutte queste cose come faccio a trovarle in una gita fuori porta proprio a Milano di un giorno?! Suggerimenti, consigli?!

    2. non è assolutamente vero! Forse Milano non ha la bellezza esposta e un po’ cialtrona di Roma, ma ha un suo fascino discreto ed elegante. Milano non è mai sguaiata, non è decadente, e’ affidabile e raffinata come un maglioncino di cachemire. Ha angoli bellissimi che trovano il loro massimo apice nei colori e nei sapori dell’autunno. E malgrado tutto, prova a ancora a guardare avanti, senza tropppo autocompiacersi del proprio decadimento.

    3. Evvai l’orgoglio milanese risorge 🙂
      io sono da sempre innamorata della mia città, con tutte le sue brutture e con tutte le sue bellezze… Però, mentre concordo in pieno con il panzerotto di Luini, x me la pizza migliore di Milano è quella della Fontana (non Spontini)
      Buon appetito a tutti (vista l’ora 🙂

  5. In realtà io vedo i Romani che vivono la vita incasinata della loro meravigliosa città con “scioltezza”…li vedi raramente camminare come matti contro il tempo. Loro si fermano a prendere un caffè e a scherzare con il barista nonostante abbiano perso un’ora nel traffico e siano in ritardo! E’ il DNA che è diverso, o forse solo abitudine!

      1. AMEN!
        con la differenza che distanze triple e mezzi dimezzati rispetto Milano rendono il tutto ancora più complesso.

  6. Io ci sono nata e vissuta (a Roma) per 43 anni
    Orasono nella provincia più provinciale dell’Italia di mezzo. Becera, sciatta e altera come nemmeno potresti immaginare.
    Però vivo meglio, qui alla periferia dell’Impero.
    Ogni tanto torno a casa per stordirmi di clacson, traffico, supplì e meraviglie che non vedevo quando ci vivevo immersa.
    Ma il mio fegato e la mia pelle se ne sono giovati. E’ vero, vivere nelle periferie dell’Impero aegvola, se non altro il sistema nervoso

  7. A me Roma manca ancora e sempre (nata e vissuta per 10 anni, ci torno appena posso). Mi manca soprattutto il clima e i romani. Ma Milano e i milanesi non sono niente male, ci vivevano i miei nonni, ci ho studiato all’Università e l’apprezzo sempre di più.
    Peccato che io non viva nè qui nè lì, ma in una propaggine dell’impero ancor più propaggine e sicuramente a misura d’uomo.

  8. quando mi sono trasferita a milano da bologna i miei amici milanesi mi hanno accolta con un: BENVENUTA NELLA CAPITALE 😀
    per il resto mi spiace ma milano e’ la piu’ brutta citta’ dove finora mi sia capitato di vivere 😦 penso che sia piu’ brutta anche di tutti gli anonimi villaggi di propaggine di impero che pero’ hanno un loro fascino italiano
    mi spiace ma i navigli la darsena il castello, e il dumo che sbuca altero e mozzafiato dal metro, non sono sufficienti
    pero’ ora vivo all’estero e dell’italia mi manca tutto: il clima, il dna della popolazione ed il gusto estetico innato in primis
    e da lontano non distinguo fra aosta e puglia 😀

  9. Da bolognese ritengo che sia Roma che Milano hanno ritmi perversi e bellezze mozzafiato, ma solo Milano mi dà un senso di inadeguatezza che non ho mai provato da nessun’altra parte. C’è da dire però che non sono donna di mondo…

  10. Da romana che vive a milano da molti anni ne ho sentite tante! Tutti i luoghi comuni che tutti conosciamo. E in contesti diversi… In ufficio, all’oratorio, al mercato. Mi fanno sorridere sempre, perché alla fine l’Italia è un grande paesotto.

    1. 😀
      vivendo all’estero ho imparato una cosa di me: dell’Italia posso dire di tutto, ma solo io! 😀
      io posso dire che una citta’ e’ brutta, l’altra e’ caotica, quelli sono disorganizzati, gli altri sono bacchettoni… insomma tutti i luoghi comuni dei vari paesotti che compongono l’Italia, ma GUAI se uno straniero prova a dire qualcosa (anche se fosse vero): che non paghiamo le tasse, che siamo rumorosi, che guidiamo da pazzi, che siamo burocratici e disorganizzati… insomma tutti i luoghi comuni che ci caratterizzano in Europa e nel mondo! scatto subito sulla difensiva e con quelli con cui ho confidenza, tipo il moroso crucco e il vicino di ufficio lappone, dico esplicitamente: “si e’ vero ma tu non hai il diritto di dirlo! ” 🙂

  11. ho vissuto solo 5 anni a roma nella mia vita (ooviamente magggggggici!!!!!) . e moooolti di piu a milano. nonostante tutto MAI mi potrò abituare alle nebbie del nord. non ce la faccio soffro soffro soffro.

  12. Eh… Roma non è da tutti. E’ pesantuccia.
    Elasti, peccato che non dai mai notizia delle trasferte romane alle fans 🙂
    Io domani torno al lavoro dalla maternità quindi neanche volendo potrò prendere il famoso caffè (dopo un’ora di traffico ecc ecc… 😀 ).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...