Nonsolomamma

mi guardi o no?

lei, dopo tre giorni a berlino, la sveglia alle 4, un aereo, un car sharing, la sorpresa della pioggia che l’ha infradiciata dalla testa ai piedi, alle 9, ieri sera, apre la porta di casa. e dentro è buio. per un secondo immagina che gli hobbit siano già a letto e ha la conferma che cindy, la ragazza alla pari, è una creatura grandiosa capace di inauditi miracoli.

“ehi! zao mamma! sai che ho una figulina bellizzima in tle D. me l’ha data zovanni. vediamo insieme abblazzati il mio album dei dinosauli?”

sono sul divano, nell’oscurità. e guardano un film, probabilmente una notte al museo, ma lei è troppo confusa per averne la certezza.

“mamma! sei qui! devi raccontarmi per bene la storia del muro di berlino ché mica l’ho capita tanto dai tuoi messaggi e dalle foto che ci hai mandato”

“cia’. devi guardare il diario. ho un avviso e una nota”

“una nota????”

“how was your trip? how was berlin?”

“che numelo è questo? in questa pazina mi manca solo questo numelo. che numero è? che numelo è? che numelo è?”

“cioè, come hanno fatto a farlo cadere, questo benedetto muro?

“do we have an umbrella, at home? do you want me to buy one?”

“mi gualdi o no?”

“il video che avete fatto a berlino è imbarazzante. tu in quel video non sei mia mamma. sei, sei, sei…. sei jacquline de breeze! una tizia di passaggio che non conosce nessuno”

“che numelo è? che numelo è?”

“in pratica, ‘sto muro… gli hanno messo le bombe? e poi chi? quelli di sinistra o quelli di destra??? mi spieghi?”

“vieni un po’ qui vicino… fatti vedere come sei vestita?”

“bello”

“cosa?”

“cosa?”

“cosa?”

“tornare”

“are you ok?”.

36 thoughts on “mi guardi o no?

      1. ne ho avuti 4, del tipo, ma è questione di carattere: non tutti sono così bigotti (= gelosi della mamma e della sua vita fuori).
        Nel caso di elasti, uno su 3, be’, statisticamente ci può stare.
        🙂

  1. Se ci fosse stato anche l marito… Anche lui richiesto la sua dose di attenzione… Il mio quando rientro dalle mie trasferte romane (in giornata) mi accoglie facendomi la lista delle cose che mancano in frigo, dei compiti che i due devono ancora fare, delle cose da mettere in ordine (che di solito sono lì da tempo)…. Però anche questo è un modo per chiedere la ns attenzione, no? 😉

  2. Ma Mr I non ha voluto cogliere l’occasione e portare anche il resto della famiglia a Berlino mentre tu eri lì per lavoro perché per i marxisti la caduta del muro è un evento nefasto, vero?

    1. in realtà io sono stata risucchiata 24 ore su 24 dal lavoro. non ci sarebbe stato tempo nemmeno per incrociarci. mi è però venuta moltissima voglia di tornarci tutti insieme a berlino e godercela per bene!

  3. io invece voglio sapere perche’ ha preso la nota! 😀 😉 😛
    (non c’e’ mica da vergognarsi: io la prima l’ho presa in prima elementare…)
    Claire

    1. in realtà è stata una nota collettiva, data a 21 ragazzini perché non avevano portato un libro. quindi niente di cui allarmarsi per fortuna!

      1. Ah, ecco mi pareva strano. Non ho mai avuto l’onore di vedere una nota (personale) alla mia primogenita e ormai è all’Università, al massimo le toccherà non passare un esame…o, più probabile, passarlo con un voto che non la soddisfa.
        Ma tanto ci sono gli altri a darmi qualche soddisfazione occasionale in campo note e insufficienze. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...