Nonsolomamma

famiglie allargate

dopo ben tre mesi in cui la figlia impazzava in terra straniera, la mamma di cindy, la ragazza alla pari americana, è arrivata dal maryland, per verificare lo stato di salute fisica e mentale della sua bambina numero quattro e per visitare un pezzettino di italia. “sei contenta che arrivi la tua mamma?” “mpf, sì, abbastanza. anzi molto. ma le mamme sono terribilmente stancanti. già lo so che mi prosciugherà ogni energia. per fortuna si porta anche la sorella, mia zia. insieme magari potranno badare un po’ a se stesse da sole”.

così le due signore sono atterrate a milano la scorsa settimana e sono partite per roma, con piani brevi ma ambiziosi. cindy è andata con loro ed elastigirl ha dato a tutti quanti – hobbit, mister i, cindy, parenti americane – appuntamento per domenica, ieri, sera, per una cena di conoscenza, di incontro e scontro culturale, di belle parole per cindy e di amicizia tra i popoli. ha fatto il risotto allo zafferano, ché siam pur sempre a milano, una insalata gigantesca, una focaccia, una macedonia, una crostata al cioccolato e mille raccomandazioni agli hobbit affinché tenessero ben nascosto il loro côté selvaggio e deviante.

le signore erano in splendida forma, divertite, loquaci e contente, mister i ha fatto l’impeccabile padrone di casa, elastigirl, dopo una iniziale sindrome da carestia e inedia (“ecco, non c’è abbastanza da mangiare. avrei dovuto fare anche l’arrosto, la purée di patate, i cavolini di bruxelles, un altro primo…”) si è rilassata e si è goduta la conversazione, gli hobbit non si sono trasformati in orride creature delle tenebre, mentre cindy aveva postumi influenzali della vacanza romana, un gran sonno e tutti i sintomi del trauma post frequentazione intensa e ravvicinata della propria madre.

a serata terminata, quando le signore si sono ritirate, cindy, da relitto acciaccato che era, ha avuto una improvvisa metamorfosi in principessa maliarda della notte. “che fai? esci? sembravi distrutta…”. “proprio perché sono distrutta, esco. ho bisogno di ossigeno”. ed è andata. stamattina stava molto meglio ed era pronta per altre entusiasmanti avventure con le sue ospiti.

20 thoughts on “famiglie allargate

    1. Queste domande non si fanno.
      Piuttosto dalle tue amiche chi pulisce dopo?
      Personalmente preferisco non pensare a questi problemini di riordino, i problemi veri sono il menù, la spesa e infine la cottura delle cibarie.

      1. Chi ospita pulisce. Tanto si fa a giro e prima o poi tocca a tutti. Infatti il dilemma è: festa il giorno che viene la ragazza che fa le pulizie, così tutto è splendente, o il giorno prima, così poi il giorno dopo tutto sarà messo a posto? 🙂

      2. Giorno prima. Quando ospito la cosa splendente è la tavola, il resto è trascurato a parte i bagni. Il mio motto è : nella nostra imperfezione c’è tanta bellezza ma tutti non possono vederla.

  1. Ciao a tutte,
    Una mia amica ha da poco aperto un delizioso concept store per bimbi.
    Mi permetto di lasciarvi il link.

    Buona serata a tutte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...