Nonsolomamma

livello 4

il primo livello era una serena passeggiata, caotica, con la sveglia prima dell’alba, ma pur sempre una piacevole e allegra sgambata.

come in tutti i videogiochi che rispettino, c’era un livello due, un po’ più complicato, con dentro una caduta accidentale dalle scale e una frattura di un ignoto osso del piede. in questo livello bisognava semplicemente imparare a camminare con gesso e stampelle, a farsi iniezioni serali di eparina nella pancia, trovare gli occhiali al buio di notte con l’aiuto di un supereroe marxista dormiente e proseguire il gioco senza farsi distrarre dai diversivi ortopedici.

al terzo livello il mondo si era coperto di neve e ghiaccio ma era venerdì e la settimana stava per finire. le stampelle sono dotate di puntali antiscivolo e, nonostante qualche momento di cedimento, le missioni assegnate sono state  compiute, bene o male.

il quarto livello era un’incognita, fino a questa sera.

“pronto, elasti, sono il tuo collega e mentore radiofonico”

“ciao mentore”

“volevo dirti che domattina, all’alba…”

“sì?”

“non saranno agibili gli ascensori”

“come è possibile?”

“c’è uno sciopero, non ho informazioni precise. quel che è certo è che gli ascensori non si potranno usare”

“ma noi lavoriamo al quinto piano, e ogni rampa somiglia alla scalinata di trinità dei monti e con le stampelle salire fin lassù è un’impresa folle…”

“già”.

37 thoughts on “livello 4

  1. Facciamo che non esiste un livello 5, e che superato il livello 4 si ha vinto e ti danno pure una vita?

    …Il ruolo del mentore non comprende, vero, il trasporto a braccia della collega infortunata fino al quinto piano?

  2. Io non ci andrei. Al diavolo la radio, ma 5 piani con le stampelle mi sembrano una crudeltà! Ma non puoi prenderti qualche giorno? Che contratto hai? Uno di quelli che non ti puoi neanche fare male? Ma stai in Rai o in un laboratorio in sub-appalto a cucire camicie per pochi euro al pezzo?
    Questo ti dovrebbe dire uno sano di mente… ma io lo so che chi ama il proprio lavoro ci va pure mezzo morto, chi fa le cose con senso del dovere e passione mette il lavoro davanti alla propria salute. Parlo io che ogni giorno timbro un cartellino che non ho… in salute e in malattia, mia e dei pargoli.
    Ma almeno è una tua scelta o hai un contratto “a strangolo”?

  3. io , dopo gli ultimi tre giorni passati abbracciata a un secchio blu, sto organizzando un elettrizzante week end fuori porta a Lourdes….. Prenoto anche per te? 😉

  4. ho sentito stamattina che eri da casa….quindi per oggi è andata!!!
    Sei abituata a ben altre rocambolesche avventura con i tre hobbit di sesso maschile! forza forza forza! e magari, giusto in questi giorni di parziale inabilità lavora più spesso da casa….non è la stesso, ma pazienza! i tuoi fan sopporteranno, pur di saperti tranquilla nella tua casetta, senza boin boing boing boing!

  5. ciao elasti, in attesa del podcast, ci racconteresti come hai fatto a fare il collegamento da casa? si sono svegliati i tre hobbit.. ? parlavi a bassavoce? 🙂

  6. anche io uso la metafora del videogioco!

    Elasti la settimana prossima carico la truppa e vado a ny a trovare il papa’-marito. E indovina! Sto organizzando una visita lavorativa nella citta’ di A. Solo che aiut, come ci si arriva? Gia’ mi vedo sola e persa nella tormenta a guidare, livello 10 come minimo…

  7. quando mia madre si ruppe la gamba restò 3 mesi con una gabbia di ferro intorno alla coscia. Le scale le scendeva e le saliva come fanno i bambini, seduta.

  8. Ciao Elastic fai come me che sono bloccata da 2mesi con il ginocchio operato(piatto tibiale smaciullato)e abito al 3piano siditi sui gradini e sali seduta…ci metti un po ma le braccia fanno meno male che salire con le stampelle!!!

    1. E infatti così è stato. Lo sanno in molti, ma non i commentatori che sono troppo impegnati per leggere i commenti altrui e scrivono senza informarsi.

    1. ha! ha! in Italia (Treviso) il mio papa’ in sedia a rotelle e’ rimasto incastrato nell’ascensore per disabili della scuola sede di voto!
      (vabbeh lui non rideva mica poi tanto…)
      e un’altra volta doveva andare a una mostra in prefettura ma l’ascensore (obbligatorio negli uffici pubblici) era ‘dalla parte del Prefetto: non si puo’ usare per motivi di sicurezza@ :O due baldi giovani si sono offerti volontari ed hanno issato lui dentro la sua carozzina per non so quanti piani
      creativo si ma mica tanto estetico…
      Claire

  9. Io pure ho ascoltato la diretta aspettandomi di sentire da un momento all’altro un MAMMA! di quelli che non lasciano scampo. Come hai fatto? Hai piazzato mister I sulla porta della stanza?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...