Nonsolomamma

non siamo mica qui a giocare

comunista: “qualcuno vuole draghi?”
demone: “grazie compagno”
varys: “posso darti pekka o draghi ma solo al livello 1. ne vuoi?”
sam: “ciao compagni”
demone: “grazie varys”
varys: “prego compagno”
unione sovietica è stato accettato nel clan da sam
unione sovietica: “salve compagni. sono tornato e sono pronto a servire nuovamente il partito”
comunista: “qual è la tua visione sulla rilevanza del leninismo nella società occidentale contemporanea?”
unione sovietica: “sono un marxista leninista e credo fermamente nell’interpretazione di mao tze tung del comunismo. e sono per l’uguaglianza”
demone: “la dicotomia tra leninismo e maosimo è falsa”
red: “avete arcieri al livello cinque?”
unione sovietica: “la migrazione sud-nord provocherà una guerra civile, anche in occidente”
sam: “ho perso tutti i draghi”
varys: “io non credo che il capitalismo sia così male…”
comunista: “compagno varys, credo che tu debba essere allontanato dal clan per le tue dichiarazioni controrivoluzionarie”
varys è stato espulso dal clan.
demone: “qualcuno ha bisogno di domatori di cinghiali?”.

mister i è da tempo nel tunnel di clash of clans. gioca compulsivamente. sempre. mentre scrive le sue formule matematiche per l’abbattimento del capitalismo, quando cucina il sugo, quando parla al telefono con super w, sua mamma, quando ripete i verbi con lo hobbit di mezzo e quando conversa dell’universo mondo con elastigirl.
lei pensava che fosse solo un gioco. poi, oggi, ha sbirciato una conversazione tra i membri del suo clan, the communist squad. e ha capito che no, non è affatto solo un gioco: è pazzia pura.

45 thoughts on “non siamo mica qui a giocare

  1. E no! Non esiste nessun clan con quel nome. Acciderbolina! Sto cercando il clan di mister I da un secolo, entro nei clan e chiedo se c’è mister I, mi prendono per scema e tu metti un nome che non c’è! Buahhhhhhh!

  2. Ecco, davanti ad un’ossessione di un adulto per questi giochi, come posso disintossicare un decenne e un dodicenne entrati nel vortice di Minecraft (e dei relativi filmati su youtube)?
    Roberta

    1. mi domandavo la stessa cosa, al mio novenne controllo l’uso a tempo di minecraft, può giocare un’ora un giorno si e due no………..ne viene risucchiato, mi fa impressione!!

      1. Allora non sono la sola che ha questo ‘problema Minecraft’…i miei figli, due maschi di 10 e 8 anni, non solo ci giocano sempre, maguguardano anche video su video su youtube… aiutoooo!!!

      2. anche i miei alunni dalla quarta elementare in su ci giocano tutti. Molti genitori per fortuna hanno imposto dei limiti!!

    2. è un’intossicazione intensa ma passa in qualche mese (max 1 anno) senza lasciare apparenti conseguenze.
      Non so se posso dire lo stesso di clash of clans purtroppo.

      1. Eleonora adora Mineshaft (creazione svedese).
        È come il lego, ma non ti ritrovi i pezzettini sotto i piedi e costa moooooolto meno 🙂

  3. Cara Elasti, mio marito gioca a Drakensang. Sentirlo parlare con i suoi compagni della gilda (che non ho ancora capito cosa sia) rasenta la follia pura. Ogni tanto resta attaccato al monitor e quando mi incavolo si giustifica con gli occhi da Bambi dicendo “Ma….amore….c’è l’evento!!!”.

    Hai tutta la mia comprensione e il mio sostegno morale!!!

  4. ahahaahahaha…sempre pensato che hai sposato un folle!!! D’altra parte è nato il 7 ottobre se non ricordo male…… come il folle di casa mia!!! 🙂

  5. Povero varys, non siamo ancora nell’era “Non importa se il gatto sia nero o bianco, purché acchiappi i topi”. Un processo proletario decisamente sommario 🙂

  6. io mi preoccupo per il mio di 7 anni che gioca mezz’ ora al giorno con il videogioco di angry birds
    dopo mezz’ora stop ma continua a parlarne ossessivamente.
    possibile faccia questo effetto a tutti?

    1. si si, una volta mio figlio alle tre di mattina dopo essersi alzato a fare la pipì è venuto a svegliarmi per raccontarmi di una tecnica di gioco che voleva attuare………io non gli ho neanche risposto…..

      1. mio figlio al sabato e domenica si sveglia alle 7.00 perché ha in mente di giocare con il telefonino
        sono una droga questi videogiochi

  7. A me la cosa che piú sconvolge è che esistano ancora comunisti nel 2015…credo che un ripassino di storia potrebbe far bene a tutti visto che stiamo parlando di un totalitarismo che ha fatto 100 milioni di morti.

    1. ehm.. marx e’ un filosofo
      e’ l’implementazione totalitaria che ha fatto I morti
      studiare l’economia e l’evoluzione dei flussi di ricchezze nel mondo, per capire dove stiamo andando e se e’ possibile evitarlo, non mi sembra male
      io non lo farei (e sono ‘comunista’) pero’ mi sembra un’ottima idea
      claire

  8. Vedo anch’io che non si parla in senso stretto di comunismo. Eppure, senza sdegno per nessuno, si nominano il comunismo e Lenin con fare ironico e divertito. Se la stessa cosa accadesse con i termini ‘nazismo’ e ‘Hitler’ sarebbe, giustamente, indignazione generale.

    1. Vi prego, vi prego, vi prego. Che nessuno risponda all’equazione comunismo=nazismo e all’indignazione per l’esistenza di comunisti nel 2015!!!
      Please!
      Karl Marx

    2. Silvia, capisco il tuo punto di vista, ma la definizione “economista marxista barese” ha da sempre fatto parte di questi post.

      1. come i morti del capitalismo… non dirmi che non ce ne sono (e tanti) >>> vivo in uun paese post-comunista quindi degli errori e orrori del socialismo reale sono ben consapevole

  9. Dunque mister i si è creato un mondo virtuale dove finalmente può vivere scherzare e giocare con il suo sogno ormai datato…. a me sembra questo.
    A lui tutto ciò entusiasma, ovviamente, è quello a cui dedica la sua vita (lavorativa)!

  10. I videogiochi non sono un male, ognuno ha le sue passioni. Minecraft non è un’ ossessione bensì un fantastico videogioco che stimola la nostra fantasia. Clash of clans è un gioco di strategia a cui gioco con un amico ma dopo circa 2 anni di gioco BASTA ma non escludo che sia un bellissimo gioco.

  11. Facciamo un tantino di chiarezza, va! Clash of clans è un gioco di strategia e di organizzazione, fondato su guerre fra singoli e su guerre fra clan (gruppi di persone che si riuniscono sulla base di un intento comune, oppure su nessuna base, che so, siamo salentini, siamo neri, siamo belli).
    I clan in genere accolgono persone di tutte le età, dai 10 ai 75 anni (perlomeno queste sono le età limite che ho incontrato). Per forza di cosa è necessario che le persone nei clan si comportino educatamente, perché i bulli sono sempre espulsi prima o poi, che siano solidali, perché se non si dona si è espulsi prima o poi, che si rispettino le decisioni del gruppo, perché se no si è espulsi, più prima che poi. Si impara a rispettare gli impegni (la guerra dura 24 ore e ci devi essere) e ad assumersi le responsabilità.
    I ragazzi (e gli adulti anche) imparano che la squadra vince e non il singolo. Si impara incredibilmente e nel modo più efficace quanto è vera la teoria dei giochi a somma nulla, del grande Nash (a beautiful mind, il film). Quindi è un fantastico gioco, e funziona dal punto di vista educativo più di migliaia di seminari. Auguri al clan di mister i, quale che sia.
    E baci a Elasti, rassicurati, magari è un esperimento sociologico dell’economista marxista barese! 🙂

    1. Senza dubbio, meglio che scoppiare file di caramelle all’infinito, comunque.
      Se sei un perfetto idiota immagino che giocare a questo gioco sia impossibile, per cui c’è da andarne orgogliosi! ;-D

      1. io vedevo mio figlio che continuava a prendere l’ipad appena usciva il messaggio “le tue truppe sono pronte a combattere”, adesso, opo tanti tanti mesi, siamo al punto che lui lo ha abbandonato ed io invece mi ci rilasso praticamente tutte le sera parlottando con persone tutte adulte (il range va da 24 a 71 anni)… per la maggior parte scozzesi. La parte più divertente di questo gioco infatti è proprio la possibilità di chattare con persone di tutto il mondo senza essere in alcun modo prevenuti, perché l’unica cosa che sai dell’altro è semplicemente che (al di là del sesso, nazione, religione, lingua, credo politico, etc) ha la tua stessa passione per questo gioco e in quanto tale riesci a creare legami che altrimenti non avresti mai avuto modo di iniziare.

  12. …mi chiedevo perché mi attaresse morbosamente sviluppare una piccola societá, accrescerla e potenziarla con sortilegi sempre a danno del piú debole, alleandosi fra pari, impattando a suon di scure e mattoni sull’ambiente… poi l’illuminazione:é semplicemente il mondo di big pharma, in cui imperverso da troppi felici anni….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...