Nonsolomamma

fulminata

non pensava che ci avrebbe creduto, che ci sarebbe cascata, che ne sarebbe diventata dipendente.
perché lei no. non era vegana, non recitava mantra cosmici, non meditava e non amava nemmeno particolarmente stare a piedi nudi. lei era da corsa sul naviglio sotto la pioggia, da zumba fitness, da crossfit e da pugni e guantoni. lei non faceva bagni di gong e solo l’odore dell’incenso la innervosiva. lei non credeva nello sguardo estatico degli adepti, diffidava dei praticanti. persino quel sostantivo, praticante, la metteva a disagio. e poi i ritiri, i nomi strani, la luna piena, nuova, il respiro, la concentrazione, il sapore del momento, il corpo e la mente, gli invasati che dicevano “guarda che è bellissimo. devi provare”. lei no. era di un’altra pasta, una pasta razionale e impermeabile.
poi un giorno si è fatta male al braccio tirando pugni a un sacco, al ginocchio saltando alla corda, alla schiena sollevando un peso. e, dopo anni di diffidenza e ostilità, ha cominciato a fare yoga. per ripiego e per rabbia, le premesse migliori.
pratica – ebbene sì, ormai parla come loro – da quasi quattro anni. da quando c’è la pandemia, su zoom, lo fa tutti i giorni della settimana tranne uno. lo yoga le ha salvato la vita e il senno.
non è diventata vegana, non ha imparato nessun mantra e nemmeno a contare in sanscrito. si dimentica i nomi delle posizioni, non brucia incenso e non si cura della luna.
continua a farsi male. al dito per colpa di un salto, alle cervicali per colpa di una capriola, alla spalla per colpa di un ponte. ora però sta a piedi nudi, il suo corpo fa cose che lei non riteneva umanamente possibili, usa il respiro per rilassarsi, per dormire, per pensare meglio. non si è convertita a niente però ha l’impressione di essere più serena, più paziente, più lucida. non si è mai sentita così bene. continua a mangiare molto cioccolato ma non fa più zumba fitness. e nemmeno cross fit. ogni tanto sta a testa in giù e mister i la bullizza.
non lo avrebbe mai detto. avevano ragione. gli altri.

3 pensieri riguardo “fulminata

  1. Ho iniziato a fare ginnastica posturale per migliorare la mia muscolatura (inesistente). Non avrei mai immaginato la potenza della respirazione. Quando i miei muscoli si ribellano a determinati esercizi devo fare una serie di respirazioni profonde e…per miracolo il dolore passa

  2. Ciao Elasti, ricordo bene fai Hashtanga Yoga giusto? Posso chiederti in quale scuola? Anche io sono di Milano e faccio Hatha Yoga da tanti anni e Kundalini Yoga da poco ma vorrei iniziare anche con Hashtanga 😅
    Comunque concordo, diventa una necessità tanto ti fa stare bene!
    Grazie

Rispondi a Chiara Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.