Nonsolomamma

e non è nemmeno colpa della pms

“fa freddo”
“ho fame”
“non mi interessa niente”
“non ce la farò mai”
“perché non parli?”
“mi stai stordendo di parole”
“ma mi vui un po’ di bene o fai finta? lo so, fai finta”
“perché hai fatto il caffè? a quest’ora non lo bevo. ah. era per te? e perché non mi hai chiesto se ne volevo un po’?”
“secondo me mi stanno bene i capelli? e i pantaloni? e la maglietta? ecco, non mi guardi. ora mi suicido”
“come fai a non ricordarti che il lunedì lo hobbit grande esce da scuola alle 4,30, il martedì hanno tutti nuoto, il mercoledì il grande pranza da mia mamma, il giovedì il medio va dal suo amico paolo, il venerdì il medio ha basket e il piccolo invita matteo? come fai a non ricordarti queste quattro cose sempre identiche a se stesse?”
“ah. hai fatto il letto? l’avrei fatto io volentieri se tu non facessi superman sempre”
“come mai non hai fatto il letto?”
“va be’, se devi risistemare tutto quello che metto in lavastoviglie, caricatela da solo”
“sono triste”
“è finito il cioccolato. è colpa tua. sì, colpa tua. anche se il cioccolato non lo mangi. è sempre colpa tua”
“mi viene anche un po’ da piangere”
“no, non sto male, nel senso di male tradizionale. piuttosto ho quella sensazione di soffocamento da waterboarding. sarà grave?”
“quella felpa nera è bruttissima. ora te la butto nell’umido”
“lo so, sono un mostro. ma ora vado a dormire e mi passa. ti prometto. se non mi passa ti autorizzo a usare la pallottola d’argento per uccidermi. o il paletto di frassino”

no, non è colpa della sindrome premestruale. anche se i sintomi sono gli stessi. è colpa della carenza di sonno. che genera elasti-mostri. e se è così come moglie, figuriamoci come madre.la consapevolezza è un buon punto di partenza, si dice. fino a quando qualcuno non userà la pallottola d’argento.

49 thoughts on “e non è nemmeno colpa della pms

  1. Carissima, io mi comporto in modo identico (un vero mostro) e non ho nemmeno la scusa della carenza da sonno …
    Il dramma è che io me ne accorgo benissimo ma va così … Oh gosh sarò malata ???

  2. In passato volevo essere arrestata per un piccolo reato così mi liberavo in un colpo di tutti…ora che sono grandi sono di colpo libera e triste! Impare a delegare e goditi gli hobbit!

    1. Io queste fughe le sogno ancora, ma meno drammatiche. Mi basterebbe rifugiarmi per una notte nel più vicino albergo a sgranocchiare patatine a letto davanti alla tv. Lo so, molto prosaico

      1. Bello il tuo piano di fuga. L’albergo è un non-luogo che fa meditare senza interferenze.
        E poi le patatine a letto davanti alla tv…che meraviglia.

  3. Eh no! Questa volta sono solidale con Mister I. Che poi dicono che cattivi i maschietti quando je meneno alle femminucce. Se fossi Mister I ti darei mazzate, ti scriverei la lettera di dimissioni e la manderei a razzo alla radio. ;-))

    1. credo che sia un ‘darei mazzate’ simbolico
      io ho appena preso da un amico ‘se non funziona la terapia dimmelo che la aiuto con un paio di mazzate’
      e, credetemi, era tutto tranne che violenza
      claire

      1. no, dice “i i maschietti quando je meneno alle femminucce. ” e con quel che succede quotidianamente, c’è proprio poco da appellarsi al simbolico

  4. Io a pms non voglio dare troppo peso, è una lama a doppio taglio. Quando niente mi sta bene, mi lamento di tutto e me la prendo con tutti è perché sono scazzata per qualcosa che non va di solito dentro di me. Mi torturo abbastanza e la faccio scontare anche in giro… una vera strega, senza alibi. Sono quei giorni che sarebbe meglio stare alla larga…

    1. Certo che siete pesanti. Vi farei notare che cito la stessa Elasti sul “dare mazzate” tipicamente barese. Non è non scherzando che si evita la violenza nelle coppie. È anzi evidenziandola e nel caso facendoci ironia. Che dire, la parola satira per voi significa qualcosa? La satira è dura, cattiva, a volte eccessiva. Ma mi sa che ve ne sfugge il significato profondo. E mò basta lì.

      1. Non siamo pesanti. Le mazzate non sono la parte violenta, come Viola per me è fuori luogo quel “maschietti/femminucce/je menano”. Non è pesantezza, è tuo cattivo gusto…
        Federica

  5. Elasti, sul serio: smettila. Smettila di prestar loro tanta attenzione e smettila di prestarne tanta alle tue reazioni. Nessuno di loro si ritroverá con danni permanenti se tu, per un po’, ti limiti ad organizzare una quotidiana sopravvivenza. Tu marito si adeguerà, anche senza stampella psicologica. E comunque, dover far legna nei boschi per stare al caldo riduceva le paturnie…

    1. concordo
      oh ma oggi sono d’accordo con tutti?! 🙂
      vado subito a fare una riunione: sento che oggi e’ il giorno buono 😛
      Elasti: quante ore dormi? mi pareva avessi fatto un piano d’attacco per dormirne comunque abbastanza anche se ti svegli alle 4: lo stai rispettando?
      Claire

  6. Per me, l’unica soluzione, “in quei giorni”, sarebbe una bella caverna! Dove recuperare pure un po’ di sonno… Potessi uscirne a primavera!!! Ormai a casa lo sanno: “statemi lontano che oggi c’ho il mostro!”, “niente commenti che sono in preda all’umore caverna.” E quando capita il mostro con l’umore caverna è meglio dileguarsi!

  7. Concordo, a parte che non c’entra nulla, trovo incettabile ironizzare sulla violenza sulle donne, per di più con una frase che giustifica. È come dire che ridere se ti corca di botte dopo che lo hai stressato così.

  8. Cara Elasti mi sei simpatica ed immagino che la vita con una famiglia composta da 4 maschi non sia la piu’ semplice possibile.Pero’ è un po’ che lagni come una vecchia signora.Alla fin fine il lavoro che fai è interessante,immagino ben retribuito,di molta soddisfazione e ti lascia del tempo libero.Ci sono persone che si alzano alla tua stessa ora,lavano scale,puliscono uffici ,sistemano scaffali nei super e poi verso le 9 cominciano la loro vera giornata lavorativa (lavano piatti,puliscono case….) e guadagnano pochissimo.Hai sonno,l’abbiamo capito e noi che ci possiamo fare?

    1. Penso che sul suo blog ognuno possa sfogarsi come meglio crede.
      Se poi i commentatori si sentono in obbligo di fare qualcosa… non è un problema di chi ha scritto il post, ma dei commentatori. 😉

      Ammesso che sia un problema. 😀

      1. Mah, io credo che Elasti apprezzi anche commenti critici, seppur corretti. Farle notare che si lagna un pochino troppo non è farle un torto, anzi.

      2. Per te si lagna troppo, per me nel suo blog ognuno scrive quello che gli pare.
        Opinioni.
        Sei passata anche da me mesi fa a dire che fai a meno di leggermi, molto divertente… voglio dire: se non mi leggi come mai mi hai commentato? 😀

        Continua pure a non leggermi, grazie.

  9. Direi che la nota che spicca di più è il fatto che hai ricominciato a mangiare cioccolato!!!! Bene. L’astinenza totale è deleteria.

    1. anche io volevo risponderle ‘ma come e’ finito il cioccolato: non aveva smesso?’
      ma non l’ho fatto per paura che il mostro mi mangiasse
      😛 😛 😛
      Claire

  10. ?! ma non si sta lamentando!
    sta facendo un elenco buffo di cose che le succedono (che raccontate da lei sono buffe) e, magari per ragioni stlistiche, ha dato loro un’inquadratura del tipo ‘questi sono gli effetti del sonno su di me’!
    la dovete ancora vedere, una che si lamenta sempre, secondo me 😉
    Claire

  11. Secondo me chi dice che Elasti si lagna è una persona triste e invidiosa che non sa cosa sia l’ironia e probabilmente non va mai a teatro. Riflessione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...