Nonsolomamma

vorrei essere august

lo hobbit di mezzo ed elastigirl hanno un piccolo rito privato. lo consumano in clandestinità, lontani dagli sguardi e dalle orecchie altrui, per lo più nascosti sotto le coperte, sotto la luce fioca di una lampadina troppo debole.
tutto è iniziato a gennaio quando nell’elasti-casa è arrivato, grazie all’intervento di una nonna, un libro con una bellissima copertina azzurra dal titolo wonder. a volte non sono i lettori a scegliere i libri ma viceversa e difficilmente, quando lo fanno, sbagliano.
“senti, hobbit di mezzo, se iniziassimo a leggere wonder noi due insieme?”, aveva chiesto lei un pigro sabato mattina in cui tutti gli altri erano affaccendati altrove.
“da soli?”
“sì, se ne hai voglia”
“certo. però io sto leggendo già l’undicesimo volume di gol”
“quella è una perversione tua che ti gestisci da solo fino al numero 97”
“gol arriva solo fino al 54″
“ecco, appunto. non voglio saperne niente. quelli li leggi tu ché io alle cipolline e alla loro squadra di calcio non riesco proprio ad affezionarmi. invece, come cosa nostra, iniziamo a leggerci wonder
“va bene”.
così sono entrati nel mondo di august che ha dieci anni, comincia le medie ma non è mai stato in una vera e propria scuola prima d’ora perché affetto da una sindrome rara, causa del suo viso deforme che suscita in grandi e piccoli reazioni scomposte di paura, sorpresa, repulsione. e ne sono stati inghiottiti entrambi.
la lettura procede inesorabile e appassionata, seppur a rilento perché non è facilissimo, nell’elasti-famiglia, ritagliarsi momenti di intimità a due (e non è un caso che mister i chiami elastigirl troppo spesso “mia sorella”).
l’altra sera elastigirl e lo hobbit erano asserragliati sotto il piumone ma nello spirito erano seduti a una tavolata affollata di preadolescenti americani durante il pranzo in mensa alla beecher prep school.
“che figo august! io lo invidio e vorrei essere lui!”
“cosa dici, hobbit medio? è vero che august è simpatico e tostissimo ma tu vorresti essere un ragazzino con un viso deforme e una vita durissima??? perché?”
“non saprei. mi sembra un grande. lo stimo”
“pensi che la sua vita sia migliore della tua?”
“sì. a me la sua vita piace molto… altrimenti vorrei essere jack will, il suo amico”
“jack will? ma è stato bullizzato dalla scuola intera e nessuno gli vuole più parlare… non mi sembra proprio fortunatissimo nemmeno lui…”
“che ti devo dire? a me piace”.
e così, questi modelli di certo positivi ma anche terribilmente sfortunati e derelitti, hanno gettato ombre un po’ inquietanti sulla quotidianità, evidentemente miseranda, dello hobbit di mezzo.
e mentre elastigirl si interrogava su buchi neri, percezione di sé, infelicità, ambizioni e proiezioni, lui che è un personaggio veramente bizzarro e imprevedibile è uscito dal bozzolo del piumone, ha posato il libro, si è alzato in piedi, è andato in corridoio e rimirando le nuove librerie appena montate, ha esclamato: “sono fantastiche. non potrei desiderare niente di meglio nella vita”. ed era serio.
e allora elastigirl si è tranquillizzata perché i pensieri hobbit sono una gigantesca sfera magica che accoglie e dà riparo a mille follie, troppo numerose e troppo varie per averne paura.

36 thoughts on “vorrei essere august

  1. Te l’ho già detto che è meraviglioso il tuo Hobbit di mezzo, vero? Ha una sensibilità particolare. Sarà anche un adulto meraviglioso. O forse è già adulto. Chissà…

  2. Forse lo hobbit di mezzo stima questi due personaggi di Wonderperche’,nonostante un vita durissima, riescono in qualche. modo, a rimanere a galla…..
    Magari lui si sente molto fortunato e protetto rispetto a loro…

  3. La prof di mio figlio lo ha fatto leggere in classe in prima media. Quest’anno ai ragazzi ha proposto ” per questo mi chiamo Giovanni”. Anche questo veramente bello e toccante. I libri sono cibo per l’anima.

  4. Grazie ai suggerimenti delle lettrici di questo blog ho regalato entrambi i libri (Wonder e Per questo mi chiamo Giovanni), a mio figlio (quinta elementare); li ha letteralmente divorati e ora li sta prestando ai suoi compagni di classe. Se avete altri libri così “speciali” da suggerire, di quelli che lasciano il segno con grazia, ve ne sarei grata..
    Sabrina

      1. ma davvero Gol arriva a 54 libri???Noi lo abbiamo scoperto questa estate in versione audiolibro e ci ha aiutati ad affrontare il viaggio Roma Sestriere!!
        Un abbraccio e grazie per i consigli sulle letture dei ragazzi

    1. Posso umilmente suggerire “Fesso”, di M.Goldblatt, Guerre in famiglia di J.Spinelli, “Il libro di tutte le cose” di G. Kujier, Il mondo fino a 7 di H.Goldberg Sloan? Chiara

  5. Io suggerisco a tutte/i OH BOY! di Marie-Aude Murail. Leggero, ironico e commovente, da leggere soprattutto con figli dagli otto anni in su.

  6. L’avevo proposto a mia figlia varie volte da quando ho letto sulla blogsfera recensioni positive ma per un motivo o per l’altro non è stato acquistato ……. è arrivato a Natale dalla zia su consiglio d un’amica insegnante, letto (solo da mia figlia) in poco tempo e letti anche tutti gli altri tre che seguono …
    Ora sulla nostra lavagna di casa campeggia questa scritta:
    “QUANDO TI VIENE DATA LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE TRA L’AVERE RAGIONE E ESSERE GENTILE, SCEGLI DI ESSERE GENTILE …”

      1. La trovo una filosofia bellissima, di rispetto per gli altri e contenimento dell’ego. Se per aver ragione rischi di essere sgarbato o prepotente, allora è meglio lasciare la ragione agli altri ed essere gentile. Del resto da genitori non facciamo già così? Talvolta lasciamo la ragione ai figli, pur di non farli rimanere male. Se puoi scegliere; a volte non si può.

      2. Una bellissima filosofia, di gentilezza e non sopraffazione. Io ripeto sempre a mio figlio “Bisogna essere gentili ogni volta che è possibile… Ed è sempre possibile”. La gentilezza è una qualità troppo trascurata in questi tempi egomaniaci, in cui sé stessi, le proprie ragioni, i propri bisogni sono sempre al primo posto.

  7. bellissimo Wonder. anche noi lo abbiamo letto insieme (f. ha 10 anni), come pure Per questo mi chiamo Giovanni. Invece L’estate che conobbi il Che, sempre consigliato da qualche saggia/o su questo blog, lo ha letto prima di me, si è commosso molto alla fine e poi lo ha consigliato ai suoi amici. Grazie per questi fantastici suggerimenti!

  8. Consiglio a tutti Totto-chan la bambina alla finestra, di tetsuko kuroyanagi. Uno sguardo delicato e profondo sulla difficoltà di stare al passo in una scuola troppo competitiva e su una possibile strada alternativa.

  9. Comunque sono d’accordo con lo hobbit medio: Jack Will è il vero eroe della storia.
    August non può scegliere la faccia che ha, mentre Jack potrebbe tranquillamente scegliere di stare con “i fighi” della classe invece di farsi isolare da tutti…la scelta giusta e difficile contro quella facile e gratificante. Bravo Jack 😀

  10. Cara Elasti, ti leggo da sempre ma non commento mai. Questo post mi ha commosso molto. Ho una meravigliosa bimba di tre anni, cui è stata diagnosticata una malattia genetica rarissima. Una patologia con cui abbiamo imparato a convivere, che ci ha fatto rivoluzionare sogni e quotidianita’, che ci Fa impegnare costantemente per migliorare un pochino, ogni giorno di più. È’ una patologia importante, che metterà la mia bimba di fronte a sfide più grandi di lei e – temo – a volte troppo difficili anche per noi. Spero di cuore che anche la mia bimba possa trovare, da grande, un hobbit medio e un jack will, che possano guardare ben oltre le apparenze. E spero di poterla guardare tra 10 anni, nel clou della terribile fase della pre adolescenza, e vedere ancora le risate, le fossette mentre ride e il suo sguardo così sereno. E spero di vederla tra 20 anni, ormai donna, e poterle dire che dai, a volte è stata dura, ma ce l abbiamo fatta e chissenefrega dei periodi un po’ così. E mi auguro, tra 30 anni, di vederla ridere, e ridere ancora, e di ritrovare quel suo sguardo fiero e sereno che oggi è così suo. E mi auguro anche di poter abbracciare tutti i jack will che le saranno accanto e poter fare una bevuta tutti insieme. E dire al suo papà che dai, in fondo ce l eravamo detti, in qualche modo saremmo riusciti a riacquistare la serenità e riconquistare il sorriso, tutti insieme. Ovviamente offrirò io 🙂

    1. Mi sono commossa
      grazie x aver condiviso con noi … ammiro la forza di volontà e il fatto che ti veda già così lontano …. venti trent’anni a bere tutti insieme mi fa capire la tua positività.
      un abbraccio

  11. In bocca al lupo a tutti e tre. Ve lo meritate. Vi auguro di incontrare dieci, cento, mille Jack Will: sarebbe un regalo sia per voi che per loro!

  12. E’ adorabile il tuo Hobbit di Mezzo! E quante affinità con il grande di casa nostra: anche lui è “un letto sfatto”, a volte sembra scollegato dal mondo, capace di gesti di una sensibilità commovente, adora le cipolline e ha amato August… 😀

  13. Anche il mio Daniele si è sparato gol e cipolline con gran gusto (presi in biblioteca, sono troppi!). Vizio privato di maschi appassionati di calcio, ma anche libri scritti bene: l’autore è Luigi Garlando del bellissimo “Per questo mi chiamo Giovanni” (te lo consiglio vivamente).

  14. …e dopo, cercando di rinnovare la magia, leggerete il libro di Julian, il libro di Christopher e il libro di Charlotte. Ma mai nessuno di questi personaggi avrà la profondità e la figaggine di August. Ho letto le ultime pagine di Wonder su un aereo, singhiozzando rumorosamente. Un libro adorabile. Per uno hobbit adorabile.

  15. Bellissimo Wonder e geniale, a mio parere, Il libro di Julian: a scuola con i miei alunni li abbiamo letti e ne abbiamo ricavato un interessante laboratorio di italiano intitolato “Questione di sguardi”, perché tutto in questi libri si gioca nel modo in cui i personaggi si guardano l’un l’altro. Quello di Julian è lo sguardo più cattivo, ma anche quello che incredibilmente impara a guardare in modo nuovo.

  16. Io ho un piccolo august in casa. Quest’estate ho letto con sua sorella di 8 anni il primo libro.
    Continueremo a soprenderci ed ad usare le parole per crescere, per riflettere e per confortarci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...